È il giorno dell'impeachment! e le persone stanno festeggiando

Donald Trump non lo fa

Foto: Unsplash/@HistoryHD


Ieri sera New York sembrava capodanno. Migliaia di persone erano a Times Square e in tutta Manhattan, esultavano e cantavano. È stato lo stesso in alcune parti della Florida, Seattle, San Antonio, Atlanta, Utah, Philadelphia, Minnesota, Alaska, possiamo continuare all'infinito. La gente è scesa in strada per commemorare che oggi la Camera dei rappresentanti voterà per mettere sotto accusa il presidente Donald Trump.

Mentre alcuni potrebbero dire che le persone che celebrano il giorno dell'impeachment è troppo presto, soprattutto se si considera che il Senato a maggioranza repubblicana deve ancora votare, le persone hanno fatto sentire la loro voce: vogliono Trump fuori ora. La riunione è anche giustificata in quanto il voto di impeachment di oggi è l'unica terza volta che un presidente è stato messo sotto accusa. Il presidente Andrew Johnson fu messo sotto accusa nel 1868, anche se non fu mai rimosso dall'incarico da un voto del Senato a suo favore. Il presidente Bill Clinton è stato messo sotto accusa nel 1999 e anche lui è rimasto in carica a causa della sentenza del Senato. È probabile che lo stesso accada a Trump. A meno che non scelga di dimettersi come fece il presidente Richard Nixon nel 1974.

Ieri, in quella che sembrava essere l'ultima supplica di Trump, il presidente ha emesso un bizzarro lettera di sei pagine alla leader della maggioranza alla Camera Nancy Pelosi .

Stai violando i tuoi giuramenti, stai infrangendo la tua fedeltà alla Costituzione e stai dichiarando guerra aperta alla democrazia americana, ha scritto Trump. Ha anche affermato: Hai sminuito l'importanza della parola molto brutta, impeachment!

In risposta alla lettera, disse il rappresentante Pelosi Non ho una reazione. È ridicolo. Voglio dire, non l'ho letto per intero. Abbiamo lavorato. Ne ho visto l'essenza. È davvero malato.


È questo avanti e indietro tra il GOP e i Democratici che abbiamo visto dall'inizio della presidenza Trump. I sostenitori di Trump diranno proprio questo, che i Democratici hanno voluto Trump fuori dall'inizio, il che è vero in molti modi e non semplicemente perché non gli piaceva, ma a causa del maltrattamento della sua posizione alla Casa Bianca. Uno dei comportamenti spaventosi del presidente e della sua amministrazione è stata la separazione di migliaia di bambini al confine. E quella era solo una delle sue politiche giudicate illegali dai tribunali federali. Poi ci sono molteplici resoconti di corruzione e incontri segreti con leader stranieri.

Non importa se Trump si rifiuta di dimettersi o se il Senato vota a suo favore, ciò che conta è che i nostri funzionari eletti abbiano dimostrato che la sua condotta era illegale secondo la costituzione.

Articoli Interessanti