By Erin Holloway

10 autori dominicani da amare e sostenere nella tua vita

Foto: Unsplash/@kimberlyfarmer


Crescendo un avido lettore, c'erano pochissimi libri che riflettessero la mia esperienza dominicano-americana, un'esperienza unica a seconda della razza e della classe. Negli ultimi 20 anni abbiamo assistito a un afflusso di dominicani nella letteratura. Queste donne mettono in parole la ricca cultura dell'Afro-Dominicanidad, conversazioni dure che ruotano attorno alla razza e all'identità, i traumi generazionali che consumano i nostri esseri e la molta guarigione che ancora resta da assumere.

Mela

Visualizza questo post su Instagram

quando ti rendi conto che la stagione del leone è solo tra poche ore

Un post condiviso da Melania Luisa Marte (@sheismela) il 22 luglio 2019 alle 19:16 PDT

Attualmente residente a Dallas, Melania Luisa Marte è una delle voci afro-dominicane più forti oggi. La sua iniziativa di aggiungere l'afro-latina nel dizionario insieme alla sua poesia ha acceso una conversazione tanto necessaria nella comunità di Latinx. Il suo libro intitolato Mela spacchetta le emozioni relative alla cultura, all'amore e alla guarigione. Volevo che le ragazze dominicane-americane avessero accesso a poesie che riflettessero la loro esistenza, la loro cultura, le loro esperienze, dice a Hip Latina. Volevo ritagliarci uno spazio per un mondo che ci permettesse di essere senza scusarci neri, caribeña, e orgogliosi del lignaggio di donne da cui veniamo e che ci hanno insegnato ad adorare il frutto magico di cui siamo fatti.

amanda alcantara

Visualizza questo post su Instagram

Tra una settimana da oggi, Chula. . . . . Impenitente palabreo caraibico. Storytelling desde mi. – Amanda Alcantara. dall'illustre @eabreuvisuals #ChulaTheBook #SpringIsComing

Un post condiviso da Amanda Alcantara (@yosoy_amanda) il 14 marzo 2019 alle 8:05 PDT

Amandadell'Alcantaralibro composto da voci di diario, racconti e poesie, caldo , è piena di toni caraibici che raccontano la storia della sua prima infanzia e delle sue lotte, ma soprattutto la sua identità afro-caraibica. Voglio che sappiano che non importa quanto sia complicata la loro storia possono anche guarire. Tutti i nostri viaggi di guarigione sono molto diversi e abbracciano la loro individualità. Qualunque cosa ottengano dal libro, per favore falla. Voglio che anche loro siano dei tosti, ha detto a HipLatina lo scorso marzo.

Lorena Avila

https://www.instagram.com/p/B2xQn2PD5EZ/


Al via il 5 ottobre, Focus su Malcriada e altre storie in poila vita di diversi immigrati dominicani che si imbarcano in un viaggio illegale dalla loro isola a Porto Rico. Ancora più importante, la storia tratta del trauma e degli insabbiamenti che hanno luogo. Avila è stata motivata a scrivere il libro mentre sperimentava le difficoltà della vita: la morte, una rottura e la rottura di un'amicizia. Sinceramente non ho mai letto di una serie di ragazzi domenicani in paradiso o di relazioni complicate tra suore e amiche domenicane dovute alla rispettabilità politica, dice a HipLatina. Mi piace credere che l'intero libro sia scritto da un'autentica voce di DominicanYork. Ho scritto queste storie nel modo in cui parliamo: in tangenti e frasi continue.

Elisabetta Acevedo

Visualizza questo post su Instagram

Di solito non mi piace molto per gli eventi, e probabilmente niente di ciò che possiedo è considerato lusso o moda di fascia alta. Ma quando sono stata invitata a partecipare alla collaborazione tra @strandbookstore e @maisonvalentino ho pensato che sarebbe stato divertentissimo giocare a travestirsi! Quindi ecco una mia foto con indosso le maniche reali: in piedi in una stanza dei libri rari: incanalando una Monna Lisa con il cappuccio. : @jyatrofsky

Un post condiviso da Elisabetta Acevedo (@acevedowrites) il 10 aprile 2019 alle 5:51 PDT

Autore del best seller del New York Times poeta X e Fuoco in alto Elizabeth Acevedo è nota soprattutto per aver portato in primo piano le narrazioni afro-latine nello spazio editoriale. Scrivo per noi. Scrivo per farci vedere raffigurati con tenerezza, sfumature, ferocia e incrollabile onestà, ha detto a HipLatina lo scorso aprile. Spero che i giovani lettori di Latinx, in particolare se sono afrolatini, vedere che possono essere gli eroi, possono vivere rumorosamente, in modo colorato e con tutto se stessi. Spero che sappiano di essere visti e amati e che sto facendo il tifo e tifo per i loro trionfi.

Julia Alvarez

Visualizza questo post su Instagram

Questa settimana, l'autrice #dominicana-#americana #JuliaAlvarez, 69 anni, si è seduta per parlare con @maria_la_hinojosa di @latinousa della sua #eredità, dato che il suo #libro #InTheTimeOfTheButterflies compie 25 anni quest'anno. Ascolta qui: bit.ly/jualvarez Nella sua biografia, Alvarez scrive: Quando mi è stato chiesto cosa mi ha fatto diventare una #scrittrice, indico l'esperienza spartiacque di venire in questo paese. Non capendo la #lingua, ho dovuto prestare molta attenzione a ogni parola: grande #formazione per uno scrittore. (Foto per gentile concessione di Julia Alvarez) #pensieri del giovedì #carriera #storia #latine #letteratura #scrittura #parole #figlidiimmigrati

Un post condiviso da Più saggio con l'età (@wiser_with_age) il 12 settembre 2019 alle 8:32 PDT

Le esperienze dominicano-americane e la storia politica dell'isola erano ben rappresentate in libri come Ai tempi delle farfalle e Come le ragazze Garcia hanno perso i loro accenti . Come una delle scrittrici latinoamericane più acclamate dalla critica, Julia Alvarez ha costruito una carriera scrivendo saggi, poesie e romanzi incentrati sull'assimilazione e sull'identità culturale. I suoi libri servono a molti di questa generazione, i primi atti di rappresentazione che si trovano nella letteratura americana.

Rachel Cepeda

Visualizza questo post su Instagram

La #vita mi ha insegnato che l'#esperienza è #sexy: la fiducia. #birthdayvibes #datenight #geminiseason #raquelcepeda

Un post condiviso da Rachel Cepeda + (@raquelcepeda) il 9 giugno 2018 alle 14:09 PDT

Sotto l'egida di Raquel Cepeda è una giornalista, autobiografa, critica e regista. Il suo libro autobiografico Uccello del paradiso: come sono diventata latina , descrive in dettaglio la sua prima educazione come dominicana-americana cresciuta a Washington Heights. Il racconto della scoperta di sé si allinea allo stesso modo con l'esperienza di molti afro-caraibici di prima generazione, un'esperienza piena di domande sulle proprie radici e identità, appartenenza al mondo e conversazioni non convenzionali che devono aver luogo.

Naima Coster

Visualizza questo post su Instagram

È stata una settimana importante per me avere #HalseyStreet disponibile tramite il programma FirstReads di @amazonpublishing! È ora qui come copertina rigida e Kindle online (link nel profilo) e sarà disponibile più ampiamente il 1/1/18. Se stai cercando un libro su Brooklyn, la gentrificazione, la famiglia, la memoria, la perdita, le madri e le figlie, come fa male la vita e come continuiamo a vivere comunque, potrebbe essere quello che fa per te. Per ora, sono grato per questo momento e, anche, mi sento. #womenwritersofinstagram #bookstagram #amwriting #debutauthor #bookbabe

Un post condiviso da Naima Coster (@naimacoster) l'8 dicembre 2017 alle 12:10 PST


Naima Coster, nativa di Fort Greene, a Brooklyn, ha debuttato con Via Halsey , che rivela le difficoltà di una famiglia in fase di transizione in un quartiere gentrificato di New York City. Ciò è stato ispirato dalla preoccupazione di Coster per una Brooklyn che cambia e le perdite materiali legate a quella transizione. Gli argomenti su razza, classe ed etnia sono evidenziati come il personaggio principale, l'artista Penelope torna nel suo vecchio quartiere e lo trova irriconoscibile.

Angy Cruz

Visualizza questo post su Instagram

Ci sono 30 gradi fuori, ma mi sono preso qualche minuto per essere sotto il sole e il cielo azzurro per adorare il nuovo numero di Aster(ix): Edges. È così bello. Davvero un'opera d'amore. Sto regalando alcune copie. Quindi se ne vuoi uno fammi sapere. Puoi dare un'occhiata online. http://asterixjournal.com/edges-asterix/

Un post condiviso da Angy Cruz (@writercruz) il 22 novembre 2018 alle 11:58 PST

Angie Cruz, nativa di Washington Heights, ha fatto il suo grande debutto con La solitudine. Recentemente ha lanciato Dominicana, un libro che racconta la storia di una quindicenne Ana che sposa un uomo con il doppio dei suoi anni per inseguire il sogno americano e aiutare la sua famiglia. Ambientato negli anni '60 durante il culmine della politica dominicana, Cruz racconta la storia di un immigrato in una generazione in subbuglio.

Dott. Ana Maurine Lara

Nata nella Repubblica Dominicana, l'attivista LGBTQ e scrittrice Dr. Ana-Maurine Lara è incentrata sull'ascendenza e sulla messa in discussione della liberazione delle donne nere e indigene. Il suo libro Gonna di Erzulie è stato finalista per il Lambda Literary Award in Lesbian Debut Fiction. La storia è incentrata sulla vita di tre donne che vivono nei poveri barrios di Santo Domingo, nelle piantagioni di canna da zucchero e nei villaggi rurali di la isla, alle prese con l'amore e la tragedia.

sofia quintero

Visualizza questo post su Instagram

Questo è 46. #birthdaygirl #cancerwarrioress #selfia

Un post condiviso da sofia quintero (@sofiaquinteronyc) il 5 settembre 2015 alle 20:56 PDT

L'autoproclamata homegurl della Ivy League Sofia Quintero ha scritto romanzi di finzione hip-hop ed erotici con lo pseudonimo di Black Artemis. Lo scrittore dominicano-portoricano è noto per opere come Contenuto esplicito, Divas Don't Yield e il suo pluripremiato debutto nella narrativa per giovani adulti Il segreto di Efrain . Il laureato della Columbia University è un educatore che fa da mentore a Urban Word NYC.

Articoli Interessanti