By Erin Holloway

10 modelli WOC del passato che dovresti conoscere

Foto: Instagram/@the_real_iman


Per decenni, non c'era alcuna diversità nel mondo della moda. La maggior parte dei modelli tradizionali erano bianchi e chiaramente non rappresentativi del mondo nel suo insieme. Ci sono voluti WOC senza paura, quelli con un bello per rompere gli schemi. A causa di modelli come questi, ci vediamo rappresentati come entrambi, belli, alla moda e potenti. I seguenti neri, asiatici e latino Modelli sono leggendari pionieri, che hanno permesso a tante altre bellissime modelle di avere una carriera di successo oggi. Impariamo su di loro.

Doniale Luna

https://www.instagram.com/p/BoPqcaSF8gO/?tagged=donyaleluna

Donyale Luna è considerata la prima top model nera. Luna è diventata il primo modello nero sulla copertina di qualsiasi Voga rivista, quando è apparsa sulla copertina di Britannico V oga , nel marzo 1966.

Marie Helvin

Visualizza questo post su Instagram

#britishvogue #davidbailey #mariehelvin maggio 1976

Un post condiviso da Andrea Vescovo (@andybishop44) l'8 agosto 2018 alle 9:47 PDT

La modella giapponese/danese-americana/francese-americana Marie Helvin ha abbellito la copertina di Britannico Voga più volte, e ha sfilato per stilisti come Valentino. È nata a Tokyo, in Giappone, è cresciuta alle Hawaii e vive a Londra, dove ha collaborato con il marito fotografo, David Bailey. Nel 2009, un Helvin ha modellato per la linea di lingerie di lusso Agent Provocateur, come una favolosa 57enne.

Fede

Visualizza questo post su Instagram

#SundaySelfie Hair: @nicky_b_on_hair

Un post condiviso da FEDE (@the_real_iman) il 16 agosto 2020 alle 8:58 PDT

Prima che ci fosse Chanel Iman, c'era Iman. L'iconica top model somala è stata una musa ispiratrice di Yves Saint Laurent, che le ha dedicato la sua collezione African Muse. Potresti anche conoscerla come la moglie del defunto, grande superstar della musica David Bowie.

Talisa Soto

https://www.instagram.com/p/BY-EeEFnk79/?tagged=talisasoto


Talisa Soto nuyoricana ha abbellito le copertine di diverse riviste, tra cui NOI. e britannico Voga, Lei , e Harper's Bazar , negli anni '80 e '90. Come attrice, Soto ha interpretato numerosi ruoli, tra cui quello di Bond Girl Lupe Lamora, in Licenza a Uccisione , e Kitana nel Mortale combattere film.

Pat Cleveland

Visualizza questo post su Instagram

Dopo un paio di giorni con i genitori sono a metà del fantastico libro di @patcleveland! Altamente raccomandato!! #patcleveland #patclevelandbook #topmodel #fashion #muse #walkingwiththemuses

Un post condiviso da Signorina Blair (@missblair27) il 13 settembre 2017 alle 8:05 PDT

Afro-americano/irlandese-americano/svedese-americano Pat Cleveland (che è stata anche chiamata la prima top model nera) è un'altra leggenda. È apparsa in diverse riviste ( Voga Parigi, Essenza , Lei , ecc.) e percorse le passerelle Ebano , Thierry Mugler e Oscar de la Renta e altri (fino al 2016). Nel 1970, Cleveland si trasferì a Parigi, giurando di non tornare negli Stati Uniti fino a quando Voga presentava un modello nero sulla copertina.

Beverly Johnson

Visualizza questo post su Instagram

Beverly Johnson... Il progetto/originale. Uno dei migliori modelli neri. Educati #beverlyjohnson #blackmodels #highfashion #topmodel model #modeling #highfashion #pretty #beautiful #sexy #face #beauty #photoshoot #studio #studiolife #bostonmodel (o ovunque tu sia) #fashion #editorial #instamodel #modeltowatch # instamag #magazine #passerella #passerella #sfilata di moda #clavicole #boudoir #catalogo #vogue

Un post condiviso da marchio (@marknoah84) il 18 ottobre 2018 alle 18:25 PDT

Beverly Johnson è considerata una top model all'avanguardia. Nell'agosto del 1974, è diventata la prima modella nera sulla copertina di U.S. Voga , facendo la storia. L'anno successivo, Johnson è diventato il primo modello nero ad ottenere la copertina di French Lei .

Yasmeen Ghauri

Visualizza questo post su Instagram

️ ️ #90sfashion #90ssupermodels #1990s #fashionaddict #instafashion #highfashion #catwalk #fashionshow #worldoffashion #instachile #irvingpenn #yasmeenghauri # #glamour #versace #versacevintage #versus #fashion #versace #gianniversace

Un post condiviso da ArCaroline Šagátovič️ (@carosagatovic) il 24 settembre 2018 alle 11:27 PDT

Potresti aver visto la modella canadese tedesco/pakastana Yasmeen Ghauri nelle pagine del catalogo di Victoria's Secret, negli anni '90. È stata anche su diverse copertine di riviste ( Lei , Tedesco Voga , Voga Spagna, ecc.) e passerelle, ed è stato il volto di diversi marchi, tra cui Chanel, Versace e Hermès. La prima copertina di una rivista importante di Yasmeen è stata il numero di gennaio 1990 di Lei .

Cina Machado

https://www.instagram.com/p/BF8WDVxvOV2/


La modella cinese/portoghese China Machado (che ha lavorato negli anni '80) è un'altra pioniera. Machado ha modellato con case di alta moda tra cui Givenchy e Balenciaga. È apparsa anche in Harper's Bazar È il numero di febbraio 1959, rendendola una delle prime modelle non bianche in una delle principali riviste di moda americane (con la maggior parte delle fonti che affermano la prima). È considerata da molti la prima top model non bianca.

Brandi chinoni

Visualizza questo post su Instagram

#TBT World Fashion TV Intervista #brandichinones #intervista #topmodel #fashionweek #worldfashion #pfw #runway

Un post condiviso da BRANDI (@brandichinones) il 25 maggio 2017 alle 11:31 PDT

La modella Nuyoricana, afrocubana e siciliana Brandi Quinones è apparsa sulle copertine di diverse riviste, tra cui U.S. Voga , Lei Spagna, e Voga Singapore. Ha anche sfilato in passerella per marchi come Versace, Christian Dior e Lanvin. Quinones sta ancora modellando oggi, recentemente apparso in an ad per il padrone di casa.

Sayoko Yamaguchi

https://www.instagram.com/p/Boo9essFHrE/?tagged=sayokoyamaguchi

La giapponese Sayoko Yamaguchi è stata una modella importante negli anni '70 (negli anni '80 era anche in Voga Italia, e ha sfilato per stilisti tra cui Yves Saint Laurent). Yamaguchi è stato uno dei primi modelli di punta asiatici ed è diventato il volto di Shiseido nel 1973 (il primo modello giapponese completo ad essere firmato; fino ad allora erano stati utilizzati modelli per metà giapponesi). Nel 1977, Settimana delle notizie Rivista l'ha nominata una delle sei migliori modelle al mondo.