By Erin Holloway

15 cibi indigeni che sono diventati mainstream

Foto: Unsplash/@ran_shot_first


I buongustai sono sempre alla ricerca della prossima grande novità nel cibo: la scoperta più recente, la gemma nascosta e le opzioni più gustose e oscure. Le noci della salute saltano rapidamente da un superfood all'altro, affermando che ognuno è la chiave per una grande salute e longevità. Ma mentre i cibi vengono trasformati in Columbus, spesso dimentichiamo che questi cibi ora considerati alla moda sono in realtà in circolazione da secoli; scoperto da qualcuno molto prima che quel blogger di cibo caldo decidesse che era bello. Inoltre, erano disponibili a buon mercato o talvolta anche gratuitamente. Com'è ironico che con i prezzi del cibo alle stelle, le persone che hanno sempre fatto affidamento su questi Alimenti e li ha presentati al mondo - molti sono di discendenza indigena - possono a malapena permetterseli. Diamo un'occhiata ad alcuni di questi cibi, ormai amati dagli hipster, che in realtà lo sono indigeno e di origine latinoamericana.

Avocado e tutte le cose da esso

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Toasted Table (@toastedtable)

Si pensa che gli avocado siano originari del sud del Messico. Pensaci: la parola spagnola per avocado, avocado , deriva dalla parola nahuatl, ahuacatl . Prima che gli spagnoli arrivassero nell'attuale America Latina, l'avocado veniva coltivato dal Rio Grande fino al Perù. Quello che originariamente era un alimento indigeno è ora scandalosamente caro in molte aree, sotto forma di toast di avocado, guacamole e semplici avocado stessi. Secondo un articolo in Volta rivista, gli americani stanno spendendo ben $ 900.000 al mese per toast con avocado, pagando fino a $ 11 (in Chicago ) per l'avocado su un pezzo di pane. Nel frattempo, la maggior parte di noi che è cresciuta mangiando toast con avocado o quello che chiamiamo pan con aguacate, sa che in realtà costa MOLTO meno.

Quinoa

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da ℕó , (@holisticasoy)

Ricordi quando non sapevi cosa fosse la quinoa? Quando molto probabilmente l'hai pronunciato male (a meno che non facesse parte della tua cultura, o lo sapevi prima che diventasse una grande tendenza)? Come probabilmente puoi capire dal nome indigeno, la quinoa è in realtà un alimento che esisteva molto prima che diventasse un superfood troppo caro, disponibile nel tuo negozio di alimentari locale, costoso e naturale. La quinoa è originaria sia del Perù che della Bolivia, dove veniva consumata prima dell'arrivo degli spagnoli. Ora è ovunque. Secondo il NACLA , il Congresso nordamericano sull'America Latina, tra il 2005 e il 2013, i prezzi della quinoa sono saliti alle stelle del 600%.

arepas

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da El Arepologo (@soylaarepa)


Un altro cibo indigeno che si vede spesso nei ristoranti alla moda in questi giorni sono le arepas. Le arepas sono per la Colombia e il Venezuela ciò che le tortilla sono per il Messico e l'America centrale. La versione venezuelana della torta di mais serve come un panino farcito con tutti i tipi di ingredienti, inclusi carne, formaggio, platani dolci e avocado. I colombiani lo mangiano così com'è, di solito spalmato di burro, sale e, a volte, formaggio o hogao (un tipo di sofrito spagnolo). Arepas erano disponibili in questi due paesi prima che gli spagnoli colonizzassero quelle aree. Infatti, si dice che la parola arepa derivi erepa , una parola indigena che significa maiz, molto probabilmente dal popolo Cumanagoto del Venezuela. Grazie alla divulgazione del cibo, si è saputo che alcune arepas nei ristoranti raggiungevano il $ 11 marchio. Potevi ottenere un'arepa per $ 5 o meno a New York City e, fortunatamente, nelle comunità latine come Corona o Jackson Heights, nel Queens , puoi ancora.

ceviche

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da TACO NAZO (@taconazo)

Il ceviche è uno dei piatti per cui è noto il cibo peruviano. Il piatto crudo di mare è solitamente a base di pesce e in alcune versioni con gamberi, marinato e cotto con agrumi, come il succo di limone o lime, e reso più saporito con l'aggiunta di cipolle, coriandolo, aji (peperoncino) e altro ingredienti. Ci sono molte teorie sull'origine esatta del ceviche, ma è stato in Perù fin dall'epoca coloniale. Oggi puoi ottenere un buon ceviche dal Perù e una varietà di altri paesi latini e non latinoamericani, alcuni a un prezzo elevato. A La Mar Cebicheria Peruana, a San Francisco, uno dei loro ceviche può costarti fino a $ 19 .

Cioccolato

https://www.instagram.com/p/Bumd_3hhSJJ/

Riesci a immaginare una vita senza cioccolato? Non possiamo neanche noi! Dobbiamo ringraziare gli Aztechi dal Messico per le barrette di cioccolato, le torte, i brownies, la cioccolata calda e tutte le altre cose di cioccolato. La stessa parola cioccolato deriva dalla classica parola Natuatl per cacao, che è chocolātl. Mentre c'è ancora molto cioccolato economico disponibile in tutto il mondo, grazie a Dio, ce ne sono anche molti con prezzi esorbitanti. Prendi, ad esempio, l'oltraggiosa tavoletta di cioccolato ecuadoriana invecchiata da $ 685 di To'ak. Oppure, che ne dici di La Madeline au Truffe della Maison Knipschildt. I cioccolatini costosi, alcuni dei più costosi al mondo, costano ben $ 250, ciascuno.

Pozzo

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Alexa Soto (@alexafuelednaturally)

Pozole è così delizioso e accogliente, è diventato una delle zuppe/stufati ideali per un pasto caldo e sostanzioso (e una solida cura per i postumi di una sbornia, se mai ne hai bisogno). Il nome della sopa messicana deriva dalla parola indigena nahuatl, pozolli, che si traduce in hominy. Gli ingredienti usati per fare un pozole tradizionale includono hominy, maiale, origano messicano, peperoncini e cipolle. Nel corso del tempo, la zuppa messicana indigena della vecchia scuola si è fatta strada nei costosi menu americani. A Porto Fonda , a Kansas City, Missouri, per esempio, un pozole rosso con frutti di mare ti costerà $ 15. Sì, avete letto bene: $ 15!

Semi di chia

https://www.instagram.com/p/BuPbsaAghsz/


I semi di chia sono un altro alimento indigeno di cui potresti non aver sentito parlare fino a poco tempo. Oggi lo vedrai in frullati, yogurt e budini al cioccolato alla moda, ma è stato usato come alimento in Messico dal 3500 a.C. Il nome chia fu infatti dato dai Maya, che ne consumarono i semi; significa forza. Quindi, prima che i costosi negozi di alimenti naturali iniziassero a rifornire il superfood, i Maya e gli Aztechi erano su quel clamore oltre 5.500 anni prima. Oh, se solo i prezzi fossero gli stessi. Su un'altra nota, non mangiarli mai secchi! Hanno bisogno di umidità o si espanderanno nella gola o nell'intestino, con tutta l'umidità che possono ottenere, il che può creare pericolosi blocchi.

Açai

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Jennifer Nour Pourtovosi (@nourish_lifestyle)

A proposito di frullati, potresti aver visto quelle famose ciotole di açaí nel tuo negozio di frullati locale. Presentano la frutta ricca di antiossidanti (in purea), con tutti i tipi di condimenti, come mirtilli, banane, cocco, farina d'avena e burro di arachidi. Come molti altri supercibi, le radici di açaí sono autoctone (sembra che dovremmo prestare attenzione a ciò che le popolazioni indigene hanno da dire sulla salute e la dieta, no?). La parola deriva dalla parola Tupi-Gurani che significa frutto che piange. Questo frutto e l'albero su cui cresce sono originari del Brasile. Nel 2017 il Miami New Times riportato sul lussuoso Golden Bowl di Berri Bar (che include miele di Manuka, camu camu, fiocchi d'oro e açaí), che costa $ 101. Che cosa?!

Patate

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Angelle HHP, CHHC (@angelichealth)

Ci viene insegnato ad associare le patate con l'Idaho e l'Irlanda, ma in realtà sono originarie del Perù e della Bolivia. In effetti, la parola patata sembra essere un mashup del quechua papa e del taino Patata (una parola che usavano per le loro patate dolci a Porto Rico, Cuba, Repubblica Dominicana e altri paesi caraibici). Attualmente ci sono oltre 3.500 varietà di patate in Perù . Pensa a tutti gli articoli troppo cari che sono nati da questo tubero, incluso lo svedese St. Erik's patatine fritte , che costa $56— per cinque gettoni! Una patata stessa (la patata Bonnotte), che cresce esclusivamente in Francia, viene raccolta a mano e concimata solo con acqua di mare e alghe (la il più costoso nel mondo, con un costo di circa 655 dollari al chilo).

ammaccare

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Plant Romance (@plantromance)

La maca, nota anche come ginseng peruviano, è un'erba spesso venduta sotto forma di radice o polvere. Ha una serie di salute benefici , compreso l'aumento di energia, fertilità e libido e la riduzione dei danni solari. Una volta che un alimento viene scoperto e gli viene dato il titolo di superfood, diventa rapidamente l'ultima tendenza sanitaria, facendo salire i prezzi alle stelle. La Maca non è diversa. Su un'alimentazione sana e verde luogo , due libbre di maca secca (in radice o in fette) originariamente vengono vendute per $ 200. Mentre siamo tutti per le persone in tutto il mondo che beneficiano della medicina naturale del mondo (consulta sempre il tuo medico prima di prendere qualsiasi cosa!), non ci piace che i prezzi aumentino in modo che diventi inaccessibile a molti.

Tamales

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Mely Martínez (@mexicoinmykitchen)


Non è raro che il cibo tradizionalmente latinoamericano e/o indigeno diventi mainstream. I prezzi iniziano a salire e iniziano a essere realizzate diverse versioni dell'originale. Non sorprende che i tamales siano l'ennesimo cibo indigeno popolare, poi messicano, di origine azteca. In effetti, la parola tamale deriva dalla parola nahuatl tamalli. Sono stati fatti fino a questo punto indietro dal 7000 a.C. all'8000 a.C., e furono il frutto dell'ingegno degli Olmechi e dei Toltechi, e successivamente degli Aztechi e dei Maya. Il concetto si è diffuso in tutta l'America Latina, dove ogni paese ha dato la sua svolta. Anche gli Stati Uniti hanno creato le proprie versioni, con prezzi più alti del solito. Ad esempio, vende il rivenditore di lusso Neiman Marcus il loro per $ 92 (per 72).

erba mate

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da EcoDistrito (@ecodistrito)

La yerba mate è una pianta autoctona usata per preparare la bevanda mate. La parola mate deriva dalla parola guarani morto , che significa diverse cose: zucca, contenitore per bevande e infuso di un'erba. È originario di Argentina, Brasile, Cile, Paraguay e Uruguay. Oltre a fornire energia tramite la caffeina, la yerba mate può aiutare con la perdita di peso, la protezione contro le infezioni ed è anche ricca di antiossidanti. È pubblicizzato come una buona alternativa al caffè ed è fornito tra gli altri alimenti salutari nei negozi di alimentari di tutto il mondo. Questo di solito significa che i prezzi salgono. All'una luogo , un'oncia di yerba mate è di $ 6,75 l'oncia.

Vaniglia

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Stefani Pollack (@cupcakeproject)

Sì, vaniglia. Gli americani si amano un po' di vaniglia ed è stata in giro in questo paese per secoli. Ma lo sapevi che lo è in realtà originaria del Sud e Centro America e i Caraibi? La pianta da cui deriva la vaniglia era coltivata dai Totonac dell'odierno Messico. Il paese ha prodotto la maggior parte della vaniglia fino al 19° secolo, quando la vaniglia è stata esportata e coltivata in altri paesi (tra cui Madagascar e Indonesia, gli attuali maggiori produttori mondiali). In questi giorni, la vaniglia è nota per essere più costosa di d'argento ed è la spezia più costosa dopo lo zafferano. Sopra questo sito , una bottiglia da 4 once e una tazza di polvere di baccello di vaniglia al 100% ti costerà $ 110.

Tacos

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Grand Velas Los Cabos (@grandvelascabos)

I tacos sono diventati incredibilmente popolari tra gli americani. Sembra che tutti siano diventati ossessionati da questo piatto. Ma come molti altri cibi, si teorizza che i tacos siano originari del Messico (seriamente, dobbiamo ringraziare il Messico per tutta la bontà del cibo che ci ha dato). Il teoria suggerisce che i tacos provenissero dalle miniere messicane; dopotutto, la parola significa anche la polvere da sparo avvolta nella carta che i minatori usavano per fare la dinamite, cioè la dinamite. tacos a partire dal dinamite . Oggi i tacos sono visti ovunque, in tutti i tipi di iterazioni. Se vedremo i tacos rifatti in modo lussuoso mentre il prezzo aumenta, lascia che almeno accada nel luogo in cui si crede che tutto abbia avuto inizio: il Messico! Al Grand Velas Los Cabos, un taco, che include oro, manzo di Kobe e caviale Alma Beluga, costa fuori dal mondo $ 25.000 . Chi pagherebbe questo?

camu camu

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Mother Nature Heals All (@mothernaturehealsall)


Infine, abbiamo camu camu, che deriva dal cespuglioso albero di camu camu. L'albero è originario della foresta pluviale amazzonica del Perù e del Brasile ed è ancora attualmente coltivato in quei paesi, così come in Bolivia, Colombia ed Ecuador. Produce le bacche e le foglie utilizzate oggi in tutto il mondo per la sua vitamina C, la capacità di aiutare nella perdita di peso e altro ancora. Ogni volta che questi cibi indigeni vengono scoperti da persone al di fuori delle loro aree native, porta a una grande domanda per il prodotto, che quindi porta a un aumento del prezzo e a una minore offerta. Prendi, ad esempio, questo polvere di camu camu — 3,5 once costano $ 50.