16 dei segreti di stile di Frida Kahlo svelati alla mostra di New Brooklyn

Mostra Frida Kahlo al Brooklyn Museum HipLatina

Foto: per gentile concessione del Brooklyn Museum


Per molte di noi latine, l'arte, lo spirito ribelle e lo stile iconico di Frida Kahlo hanno sempre avuto un grande impatto sulle nostre vite anche prima che raggiungesse la celebrità mainstream. Il lavoro della pittrice messicana e la prova che era molto in anticipo sui tempi. La sua resistenza a cedere agli standard di bellezza eurocentrici della società e alle pressioni domestiche che sono state spesso imposte alle donne durante il suo periodo in vita può essere percepita oggi come il modo di Kahlo di smantellare il patriarcato. La sua personalità colorita, la sua passione per la vita e la sua insistenza nel godersi i piaceri della vita nonostante il dolore cronico che ha sofferto per anni a causa del suo traumatico incidente d'autobus e della depressione che ne è seguita hanno parlato della sua tremenda forza. Kahlo era una sopravvissuta, una femminista e una rivoluzionaria nel profondo. Ma era anche un'icona di stile che, consapevolmente o meno, ha avuto un grande successo nel branding se stessa e ce ne sono prove nella nuova mostra del Brooklyn Museum Frida Kahlo: L'apparenza inganna , che apre ufficialmente oggi e durerà fino al 12 maggio 2019.

La mostra è la più grande mostra in 10 anni dedicata a Kahlo. È anche la prima negli Stati Uniti a mostrare una collezione dei suoi oggetti personali dalla Casa Azul (Blue House), la casa di Kahlo e suo marito Diego Rivera a Città del Messico.

Esplora l'arte, la visione creativa di Kahlo, la sua identità e il marchio personale di Kahlo attraverso 11 dipinti, fotografie, film di Kahlo, nonché i suoi oggetti personali: vestiti, accessori e prodotti di bellezza che sono stati salvati da Rivera e tenuti in Casa Azul. Ciò che molte persone che non conoscono l'artista potrebbero non rendersi conto è che la bellezza e lo stile hanno giocato un ruolo enorme nella vita di Kahlo. Si è semplicemente rifiutata di seguire qualsiasi regola. Era una grande fan del trucco - più di quanto molti di noi inizialmente pensassero - ma era anche brava a preservare la sua bellezza naturale non toccando le sue famose sopracciglia o i peli del viso. Teneva i capelli lunghi, ma spesso li faceva intrecciare con fiori freschi e Kahlo stava abbracciando il concetto di positività del corpo molto prima che esistesse il termine, abbracciando il suo corpo insieme alle sue disabilità.Il lavoro di Kahlo, insieme alla sua immagine, ha ampiamente contribuito a farla diventare una figura di culto. Ecco uno sguardo alla complessità del suo stile.

Kahlo ha seguito i suoi standard di bellezza .

Per gentile concessione del Brooklyn Museum


Parte di ciò che ha reso la bellezza dell'artista messicana così distinta è stato il suo approccio non convenzionale e rivoluzionario ad abbracciare alcuni dei suoi tratti più forti (che ha descritto come i suoi lineamenti maschili): il suo sopracciglio e i suoi capelli chiari del labbro superiore. Kahlo non era una fan della rasatura o della ceretta e abbracciava completamente i peli del corpo in tutte le sue forme in un momento in cui la maggior parte delle donne, se non tutte, non lo erano.

La sua sicurezza era parte della sua bellezza .

Per gentile concessione del Brooklyn Museum

Nonostante l'unibrow e i baffi sottili, Kahlo era infatti bella e da molti percepita come bella. La sua carnagione abbronzata ha sempre avuto un bagliore ed è rimasta liscia anche in età avanzata. I suoi capelli neri come il corvo erano lunghi e lucenti e i suoi zigomi scolpiti e i suoi grandi occhi scuri erano il tipo di lineamenti che le donne ucciderebbero oggi. Ma l'atteggiamento impavido e impenitente di Kahlo ha giocato anche nella sua bellezza. Il suo rifiuto di conformarsi alle norme sociali di bellezza parlava della sua forza mentale e del suo spirito indipendente.

Era molto interessata alla cura della pelle e alle fragranze .

Foto scattata da Johanna Ferreira al Brooklyn Musem

Potrebbe non aver seguito una routine di cura della pelle in 10 passaggi come molti di noi fanno oggi, ma Kahlo si è presa cura della sua pelle lisciandosi la crema per la pelle secca di Pond sul viso ogni giorno. Era anche orgogliosa di avere un buon odore, creando una collezione di fragranze, che includeva di tutto, da Schiaparelli e Shalimar di Guerlain.

Kahlo era un GRANDE fan dei cosmetici Revlon .

Per gentile concessione del Brooklyn Museum

Revlon è stato uno degli sponsor della mostra al Brooklyn Museum, in gran parte per il fatto che Kahlo ha utilizzato lei stessa così tanti prodotti Revlon. Uno dei suoi preferiti includeva il compatto fard rosa brillante di Revlon in Ravishing Rose.

Ha vissuto per il rossetto rosso .

Per gentile concessione del Brooklyn Museum

Qualsiasi fan di Kahlo sa che le labbra rosse erano una parte importante del suo look caratteristico, ma prima della mostra non avevo idea che il suo rossetto preferito fosse specificamente il rossetto di Revlon in Everything's Rosy.

Si dipingeva spesso le unghie .

Per gentile concessione del Brooklyn Museum

Kahlo aveva una bella collezione di smalti per unghie e spesso indossava lo smalto per unghie di Revlon in Frosted Pink Snow.

Di tanto in tanto si riempiva le sopracciglia .

Per gentile concessione del Brooklyn Museum

Kahlo potrebbe aver buttato via le pinzette, ma di tanto in tanto si stropicciava un po' le sopracciglia - non che ne avesse bisogno - con una matita per sopracciglia Revlon in una tonalità color ebano.

Aveva una collezione di vestiti molto colorata .

Per gentile concessione del Brooklyn Museum

La collezione di abiti di Kahlo era ampia e parlava molto del suo orgoglio messicano. L'artista è nata il 6 luglio 1907 a Coyoacán (che originariamente era un piccolo villaggio di Città del Messico), in Messico, da suo padre di origine tedesca Guillermo Kahlo e sua madre Matilde Calderon, una donna messicana di Oaxaca, in Messico, di origine spagnola e discendenza indigena. Kahlo era incredibilmente orgogliosa delle sue radici messicane e lo ha mostrato indossando abiti huipil che erano molto tipici di Tehuanas.

Era un'esperta acquirente dell'usato .

Per gentile concessione del Brooklyn Museum

Kahlo ha comprato molti dei suoi vestiti e capi di abbigliamento nei mercatini delle pulci messicani e nei negozi di seconda mano.

Era grande con i gioielli .

Per gentile concessione del Brooklyn Museum

Una collana di giada che indossava spesso, divenne parte del suo stile inconfondibile.

Era grande con gli accessori .

Foto: per gentile concessione del Brooklyn Museum

Potrebbero non esserci molte foto là fuori con Kahlo che sfoggia occhiali da sole, ma a quanto pare, questi occhiali da sole una volta le appartenevano. Le piaceva anche vestirsi i capelli con pettini decorativi, nastri e fiori freschi.

Gli americani la consideravano un'icona di stile .

Per gentile concessione del Brooklyn Museum


Frida Kahlo viaggiò fuori dal Messico per la prima volta dopo aver sposato l'artista Diego Rivera che la portò con sé negli Stati Uniti tra il 1930 e il 1933. Rivera era diventata una famosa artista-celebrità e avrebbe portato Kahlo con sé in viaggi a San Francisco, Detroit e New York, dove le persone sono diventate ossessionate dalla sua bellezza e dal suo aspetto. Ai Gringo piaccio davvero molto e presta attenzione a tutti i vestiti e i rebozo che ho portato con me. Le loro mascelle si abbassano alla vista delle mie collane di giada e tutti i pittori vogliono che io ponga per loro, ha detto.

Si è vestita la protesi della gamba .

Per gentile concessione del Brooklyn Museum

Il dolore cronico e la malattia sono stati qualcosa con cui Kahlo ha lottato per la maggior parte della sua vita. Oltre a indossare un corsetto per la schiena per la sua colonna vertebrale ferita, Kahlo usava occasionalmente anche una sedia a rotelle e aveva una protesi alla gamba a causa della poliomielite che sviluppò all'età di sei anni che lasciava la gamba destra più sottile della sinistra. Invece di arrendersi (anche se ha subito episodi di depressione), Kahlo ha reso la sua disabilità parte della sua identità e spesso decorava i suoi strumenti con disegni, fiocchi e seta cinese.

Nonostante la mia lunga malattia, provo un'immensa gioia nel VIVERE, disse una volta Kahlo.

Ha incorporato le bretelle posteriori del corsetto come parte del suo stile .

Per gentile concessione del Brooklyn Museum

Li dipingeva spesso come una forma di autoespressione.

Era a suo agio con la nudità.

Nonostante i suoi limiti fisici e disabilità, Kahlo era ancora molto a suo agio con il suo corpo e con la sua sessualità. L'espressione sessuale era una parte importante del suo lavoro e occasionalmente posava nuda. Questa raccolta di fotografie si chiama Frida Kahlo Half Nude Holding Braids, 1938.

Stava abbracciando la fluidità di genere prima che diventasse una cosa .

Foto: per gentile concessione del Brooklyn Museum

Kahlo amava giocare con le norme di genere e spesso incanalava il suo alter ego maschile vestendosi alla moda maschile. Uno dei suoi pezzi più famosi è un autoritratto di lei con i capelli tagliati che indossa un abito da uomo.

Articoli Interessanti