By Erin Holloway

18 Jefas latina svelano la chiave per superare gli ostacoli

capi latini

Foto: Instagram/@brownbadassbonita @allthingsada @jenzeanodesigns


In onore o f Mese della storia delle donne e la Giornata internazionale della donna abbiamo contattato alcune delle poderosa della nostra comunità per celebrare i loro successi e le donne che le hanno ispirate. Queste latine lavorano in vari settori tra cui editoria, bellezza e abbigliamento, ma possono tutti essere d'accordo sul fatto che parte della loro storia di successo sono le donne che le hanno ispirate lungo la strada. Per donne come la scrittrice Prisca Dorcas Mojica Rodriguez e Abbastanza tosta marrone fondatore Kim Guerra, era la loro mami e/o abuelita e per altri simili Ada Rojas di Botánika Beauty, sono le icone Selena e Celia Cruz. Continua a leggere per scoprire ciò che questi jefa considerano il loro più grande successo, gli ostacoli che hanno dovuto superare e come stanno rivoluzionando i settori in cui operano.

Prisca Dorcas Mojica Rodriguez, narratrice nicaraguense

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Prisca Dorcas Mojica Rodríguez (@priscadorcas)

Prisca Dorcas Mojica Rodriguez è una scrittrice che sta attualmente lavorando al suo primo libro che uscirà nel 2021. Ha fondato ribelli latini nel 2013 che, come la sua scrittura, si concentra sull'elevazione e l'emancipazione delle donne e della Latinidad e sulla sfida del machismo nella cultura latina. Uno dei suoi lavori più famosi è Dear Woke Brown Girl presente sull'Huffington Post.

Chi sono le latine che ti hanno ispirato negli anni?
Ho imparato molto da Gloria Anzaldúa e Sandra Cisneros da adulta. Crescendo, però, mi abuelita è stato il mio modello e anche mi mami mi ispira. Per lo più mi piace dare credito a Zahira @cattivo_dominicana per essere un grande esempio di cattiveria senza compromessi. Ho trovato il suo account Twitter nel 2013 e ha cambiato tutto per me.


Qual è il tuo più grande successo professionale finora?
Penso che essere invitato alla Casa Bianca sia stato importante, ma anche avere Telemundo che è venuto a casa mia per intervistarmi è stato importante perché mi mami mi vedeva diversamente. Il mio lavoro può essere difficile da tradurre, ma quel giorno non lo era.

Chi sono alcune delle donne del tuo settore che ammiri e perché?
Ammiro davvero le persone che non ca**ano in giro e il fondatore di Xicanismo Cassandra è quello per me. È una persona per me che so che il suo lavoro non viene filtrato attraverso l'ottenere più follower, piuttosto l'obiettivo è importante e quindi va detto. È intelligente da morire e non è qui per essere famosa o per guadagnare qualcosa da nessuno, è chiaro che si tratta di una liberazione collettiva a tutti i costi. Questo è potente.

Com'è essere una donna e una latina nel tuo settore?
È solo perché sono caduto in questa linea di lavoro e mi sento come se non sapessi mai cosa sto facendo anche quando lo faccio. La sindrome dell'impostore è reale e non permettere a nessuno di farti sentire come se quei dubbi non fossero validi, ma è anche importante. Se la mia visibilità ha fornito a qualcuno una struttura diversa per esistere, allora devo fare qualcosa di giusto.

Quali sono alcuni degli ostacoli che hai dovuto superare per arrivare dove sei ora?
I principali ostacoli sono i soldi. Non vengo dal denaro e la capacità di fare questo lavoro richiede che tu abbia una rete di sicurezza finanziaria, un trambusto laterale o entrambi. Penso che realizzare i tuoi sogni in questo paese come immigrato sia difficile e ancora più difficile quando sei un immigrato con un background di classe operaia. L'idea di poter lavorare abbastanza duramente per uscire dai debiti e entrare in un'altra classe è inaffidabile e irrealistica. Per fortuna le persone mi hanno incaricato di parlare alle università e questo mi ha dato molta libertà finanziaria, ma mi preoccupo tutto il tempo della coerenza di quel lavoro.


Quali sono alcuni modi in cui guardi per innovare/cambiare/migliorare il settore in cui ti trovi?
Concentrarsi sulla nostra liberazione impedisce a me e ai ribelli di Latina di svendersi e potenzialmente di causare più danni. E francamente, questo è innovare in una società capitalista in cui monetizzare le piattaforme è il nome del gioco.

Kim Guerra, fondatrice di Brown Badass Bonita

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Kim Guerra (@brownbadassbonita)

Le t-shirt potenzianti di Kim Guerra con frasi come Warrios Womxn e Berrinchudas Pero Bien Chula sono diventate virali Abbastanza tosta marrone uno dei marchi di proprietà latina più amati e di successo. Guerra ha anche scritto due libri, Farfalla e Passa , con la stessa intenzione della sua linea: dare potere alle latine.

Chi sono le latine che ti hanno ispirato negli anni?
Sono ispirato da tutti i mujeres della mia vita, specialmente quelli che sono venuti prima di me e hanno combattuto battaglie in modo che le donne come me potessero volare. Mi ispiro ai mujeres che non si sono arresi anche se hanno dovuto attraversare i confini, superare ostacoli, ricominciare da capo e continuare a tenere la testa alta. Penso alla mia maestra di prima elementare che ha perseverato e ora è medico e preside. Penso a mi Tita (mia nonna) che ha imparato ad amarsi all'età di 60 anni. Penso a mia madre che ha cresciuto 4 figli essenzialmente da sola. Penso a guerreras e mujeres poderosas come Sonia Sotomayor, Frida, Julia de Burgos, Selena, Rigoberta Menchu, Chavela Vargas e Yalitza Aparicio.

Qual è il tuo più grande successo professionale finora?
Scrivere libri che hanno avuto un impatto sulla mia comunità e fare un tour del libro da solo per tenere spazio e condividere storie con Brown Badass Bonitas negli Stati Uniti. Sto anche finendo i miei master in Terapia matrimoniale e familiare ed è qualcosa di cui sono orgoglioso.


Chi sono alcune delle donne del tuo settore che ammiri e perché?
Amo e ammiro tutte le mujeres nel mio settore perché brillano tutte e fanno mosse da regina per se stesse e le nostre comunità! Adoro i creatori e gli artisti come @gatasalvaje, @artkidshirley, @Emilia Cruz, le regine di Cumbiaton (Sizzle, Norma, Funky Caramelo), Kay Lopez (Latinas Poderosas), @lavida.dacolores (la sua fantastica fotografia e gli orecchini colorati) , Davina (@alegriamagazine), Ana Flowers (@weallgrowlatina), Adri (@latinxtherapy), Yarel Ramos, @nalgonapositivitypride , Jasmine Uribe (@breakthecycle) e davvero molti altri!

Com'è essere una donna e una latina nel tuo settore?
Essere una donna latina nel mio settore mi ricorda quanto sia necessario per me essere qui. È importante che occupi spazio invece di rimpicciolirlo. È importante per me usare la mia voce e sollevare questioni che sono importanti per me e la mia comunità. È importante per me reclamare il mio potere e tenere la testa alta. Come una latina che entra in qualsiasi settore, possiamo e ci rialzeremo.

Quali sono alcuni degli ostacoli che hai dovuto superare per arrivare dove sei ora?
C'è un sacco di guarigione che deve avvenire prima. C'è molto che ho dovuto disimparare. Ci sono stati molti momenti in cui ho dovuto ricordare a me stesso che appartengo a qui e sto camminando nel mio scopo. Ci sono stati molti momenti in cui ho dovuto scegliere attivamente di alzarmi invece di arrendermi. Gli ostacoli di cui non molti parlano sono gli ostacoli interni: traumi, insicurezza, problemi di salute mentale e messaggi negativi tramandati attraverso cicli intergenerazionali. Gli ostacoli esterni includono l'oppressione sistemica, il maschilismo, il sessismo, il razzismo e il dover insegnare le cose a te stesso perché nessuno ha seguito questa strada.

Quali sono alcuni modi in cui guardi per innovare/cambiare/migliorare il settore in cui ti trovi?
Voglio vedere più donne amarsi senza scusarsi e aiutarsi a vicenda invece di vedersi come concorrenti. QUEENDOM COME: le mujeres si trattano e si trattano come le regine che sono. Penso che questo potrebbe cambiare l'industria e il mondo. Voglio che le mujeres operino per amore di sé e per abbondanza. Reinas guarisce e prospera e si insegna a vicenda a volare e sognare più in alto.

Jessica Resendiz, designer e fondatrice di RaggedyTiff

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da RAGGEDYTIFF – JESSICA RESENDÍZ (@raggedytiff)


Jessica Resendiz è nata a Queretaro, in Messico nel 1987 e nel 2010 ha fondato Raggedy Tiff , una linea di abbigliamento e arredamento descritta sul loro sito web come eclettica folk-culturale. È cresciuta a San Diego e ha continuato a frequentare il rinomato Fashion Institute of Design and Merchandise di Los Angeles, dove ora risiede. È conosciuta per lei disegni vividi e vivaci , che sono stati presentati durante la conferenza We All Grow Latina del 2019.

Chi sono le latine che ti hanno ispirato negli anni?
Per tutta la mia vita, mi abuelita è stata una delle mie più grandi ispirazioni e anche se se n'è andata, rimane ancora nel mio cuore

Qual è il tuo più grande successo professionale finora?
Investire e risparmiare i miei soldi/profitti per costruire il mio quartier generale che dispone di un atelier (stazione di cucito). Qualcosa che non sapevo fosse possibile.

Chi sono alcune delle donne del tuo settore che ammiri e perché?
Alcuni dei mujeres che hanno un enorme impatto nella nostra comunità sono i seguenti:
Liz Hernandez di @wordaful, Ana Flores @weallgrowlatina, Lala e Nat di @belladona, Patty Delgado di @hijadetumadre, Linda Garcia @Luz Warrior, Raquel Gomez @vivalabonita e Jennifer Gonzalez — Regista, solo per citarne alcuni. Queste mujeres rappresentano il sogno americano. Il loro trambusto e la loro passione si manifestano all'interno.

Com'è essere una donna e una latina nel tuo settore?
Potente e unico! Siamo solo latine che cambiano il mondo e fanno la differenza.

Quali sono alcuni degli ostacoli che hai dovuto superare per arrivare dove sei ora?
Imparare dalle mie sfide e fallimenti. Anche diventare mamma a 19 anni mi ha insegnato a diventare la persona che sono adesso.

Quali sono alcuni modi in cui guardi per innovare/cambiare/migliorare il settore in cui ti trovi?
Guidare e dare, soprattutto alla nostra comunità e alle giovani generazioni. e per fornire laboratori per i bambini del doposcuola.

Ada Rojas, fondatrice di Botanika Beauty

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Ada Rojas (@allthingsada)


dominicano-americano imprenditrice e blogger Ada Rojas lanciato Bellezza botanica l'anno scorso, che è realizzato con ingredienti completamente naturali ispirati alle botaniche locali del Bronx. All'inizio della sua carriera, ha aperto il suo canale YouTube e il suo blog ( Tutte le cose Ada ) concentrandosi sulla bellezza e affermandosi come esperta di prodotti naturali per la cura dei capelli ricci. Ora la linea completa, realizzata con erbe aromatiche tra cui salvia e alloro, è disponibile nei negozi Target.

Chi sono le latine che ti hanno ispirato negli anni?
Alcune latine che mi hanno ispirato nel corso degli anni sono Celia Cruz per la sua impavidità, determinazione e orgoglio afro-latina e Selena Quintanilla per il suo comportamento umile e la sua passione per la comunità Latinx.

Qual è il tuo più grande successo professionale finora?
Il mio più grande successo professionale finora è stato il lancio della mia linea di prodotti naturali per capelli Botánika Beauty. È sempre stato un mio sogno creare prodotti accessibili, convenienti e di qualità che celebrassero le mie radici afro-latine e la bellezza della nuestra cultura e penso di essere stato in grado di farlo.

Chi sono alcune delle donne del tuo settore che ammiri e perché?
Ho la fortuna di lavorare e imparare da qualcuno che ammiro profondamente nel mio settore e che è il mio socio in affari Aisha Ceballos-Crump. È la fondatrice di Honey Baby Naturals e mi ha aiutato a lanciare il mio marchio Botánika Beauty. Qualcun altro che ammiro è l'imprenditrice seriale, Marcia Kilgore. Ha fondato diverse aziende nel settore della bellezza e della moda e quando penso a dove voglio essere nei prossimi 20 anni spero che sia in una traiettoria simile a quella di Marcia. Lei è veramente obiettivi imprenditoriali!


Com'è essere una donna e una latina nel tuo settore?
È davvero stimolante e potente. Mi sento estremamente fortunata a far parte di questo settore in un periodo così importante per le imprenditrici. La mia cultura e comunità sono al centro di tutto ciò che faccio, quindi quando entro in qualsiasi stanza o incontro so che vengo come una cosa sola, ma sono 10.000. Sono davvero i sogni più sfrenati dei miei antenati!

Quali sono alcuni degli ostacoli che hai dovuto superare per arrivare dove sei ora?
Ho superato così tanti ostacoli per arrivare dove sono attualmente. Dal mettermi al college mentre mi destreggiavo tra un lavoro a tempo pieno e diversi stage, fino a essere quasi sfrattato dal mio appartamento nel Bronx perché l'imprenditorialità può avere così tanti alti e bassi. Posso elencare tante altre cose ma non le vedo mai come ostacoli. Li vedo come esperienze che mi hanno plasmato nella donna forte e tenace che sono oggi e per questo sono grato.

Quali sono i modi in cui guardi per innovare/cambiare/migliorare il settore in cui ti trovi?
Sono determinata a cambiare il volto della bellezza mentre rappresento per la mia comunità. Per anni non mi sono mai sentito veramente visto come un consumatore quando facevo acquisti nel reparto di cura dei capelli naturali anche se sono stato naturale per tutta la vita. Non c'era davvero niente che mi collegasse come orgogliosa donna afro-latina. Botánika è molto più di una fantastica linea per la cura dei capelli naturale per me, è l'opportunità di celebrare le mie radici elevando e connettendo la mia comunità. Il termine afro-latina potrebbe essere nuovo ma siamo stati qui e non andiamo da nessuna parte. Sono solo entusiasta di fare la mia parte per vederci rappresentati nel settore della bellezza.

Rachel Gomez, fondatrice di Viva La Bonita

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Rachel Gomez (@iam.rachelg)

Rachel Gomez ha fondato la linea di abbigliamento Latina viva la bella circa sei anni fa come uno dei marchi originali di responsabilizzazione latina degli ultimi tempi. Con un Instagram dopo oltre 235.000, non si può negare il fascino delle sue magliette con alcune delle frasi più popolari che sono allergiche a Pendejadas ed essere una Chingona è estenuante.


Chi sono le latine che ti hanno ispirato negli anni?
Ad essere onesti, la mia principale ispirazione per tutto ciò che faccio è mia nonna. È la donna più laboriosa, rispettosa e tosta, lo so. La vita è stata dura per lei, ma non ho mai visto quella donna piegarsi. Ha lo spirito più resiliente che conosco e spero di continuare a diventare la donna che è.

Qual è il tuo più grande successo professionale finora?
Il mio più grande successo professionale finora è stato in grado di vivere la mia vita alle mie condizioni e portare la mia famiglia con me, facendo allo stesso tempo ciò che amo fare ogni giorno. Posso potenziare le mujeres attraverso la moda e i contenuti digitali. Ho creato e costruito il lavoro dei miei sogni.

Chi sono alcune delle donne del tuo settore che ammiri e perché?
Melody Ehsani è una tale fonte di ispirazione per me. Ha abbattuto così tanti muri all'interno della comunità di streetwear e sneaker che una volta dicevano che una donna non avrebbe mai potuto fare. È davvero una delle tante che hanno scritto il progetto per le donne nello streetwear. È un'attivista attraverso la moda, una narratrice straordinaria, aggraziata, tosta, prepotente e così radicata.

Com'è essere una donna e una latina nel tuo settore?
Penso che sia una sensazione onorevole essere latina nel mio settore. Sto aprendo la strada in un posto così dominato dagli uomini e mi sento bene. Sono sempre stato qualcuno che rimane concentrato su ciò che voglio, organizzo e non ho paura di stare in mio potere. E vedere in prima persona sempre più donne che aprono la strada nel mio settore, accende un fuoco dentro di me. Il mondo sta cambiando ed è bello aprire strade per la prossima generazione di giovani donne.


Quali sono alcuni degli ostacoli che hai dovuto superare per arrivare dove sei ora?
Uno dei maggiori ostacoli che ho dovuto superare è la gente che crede nel potere dei marchi latini, in particolare un concetto come Viva La Bonita. Quando ho iniziato VLB Latinas erano visti solo come personaggi di telenovela o chola. Qualsiasi altra cosa non era davvero interessante, quindi dovevo prima credere davvero in me stesso e credere in VLB se volevo farlo funzionare. Sei anni dopo eccoci qui, a prosperare e influenzare una potente comunità latina. Abbiamo un marchio che produce vestiti alla moda che incoraggiano la cura di sé, la consapevolezza di sé e l'auto-potenziamento.

Mabel e Shaira Frias, fondatrici di Luna Magic Beauty

luna-magia-marchio

Per gentile concessione di Mabel e Shaira Frias

Suore domenicane Mabel e Shaira Frias lanciato Magia della Luna l'anno scorso dopo aver visto la mancanza di rappresentanza nell'industria del trucco per le donne di colore. La loro palette di ombretti e le ciglia altamente pigmentate sono finite nelle mani della truccatrice di Cardi B che l'ha usata per il suo look BeautyCon. Ora la tavolozza è disponibile nei negozi Walmart e stanno lanciando ciglia vegane al 100%.

Com'è essere una donna e una latina nel tuo settore?
Shaira
: Come giovani imprenditori latini ci sentiamo sostenitori della nostra base di clienti multiculturali. Siamo cresciuti in un ambiente simile, compriamo dove fa la spesa e pensiamo come la pensa. Quindi quell'esperienza ci fa stare con fiducia e avere una voce autentica quando abbiamo incontri importanti nel settore della bellezza. I nostri colleghi di lavoro si rendono presto conto che siamo latine forti e audaci che non sono venute per giocare e che, nonostante quanto siamo giovani, intendiamo affari.

Chi sono le latine che ti hanno ispirato negli anni?
Shaira
: Le latine che ci hanno ispirato durante il nostro viaggio sono sempre state le donne della nostra famiglia. Veniamo da un lignaggio femminile molto forte e indipendente nel nostro albero genealogico. Abbiamo visto come nostra nonna, mamma e tias hanno cresciuto i loro figli come madri single. Li abbiamo visti lottare e sopravvivere alle difficoltà solo per dare ai loro figli un'istruzione e la vita che non hanno mai avuto.


Qual è il tuo più grande successo professionale finora?
Mabel e Shaira: Siamo orgogliosi di essere il primo marchio di cosmetici fondato da dominicani americani. Siamo orgogliosi della nostra educazione, delle nostre influenze e per noi è un onore rappresentare la nostra Latinidad per i nostri clienti, ma anche nelle sale riunioni e nelle sale d'affari mentre educhiamo i nostri partner sul valore e il potere che abbiamo come comunità e come clienti.

Chi sono alcune delle donne del tuo settore che ammiri e perché?
Mabel: Rihanna con Fenty Beauty da quando ha cambiato il gioco e ha innovato la conversazione su bellezza, inclusività e diversità.
Shaira: Iman con Iman Cosmetics poiché il suo marchio di trucchi è stato il primo marchio che possiamo ricordare a fornire veramente prodotti per le donne di colore.

Quali sono alcuni degli ostacoli che hai dovuto superare per arrivare dove sei ora?
Shaira: Volta. Quando stai costruendo un'attività ci sono così tante esigenze e vorresti che ci fosse più tempo per eseguire tutto. Tutti hanno la stessa ora in un giorno, quindi per noi è stata un'esperienza di apprendimento sapere come stabilire le priorità, pianificare ed essere pazienti nel processo di crescita di un'azienda.

Quali sono i modi in cui guardi per innovare/cambiare/migliorare il settore in cui ti trovi?
Mabel: Migliorare il settore per noi significa creare una comunità autentica in modo che i nostri clienti e interagiscano con il nostro marchio e si sentano ascoltati e apprezzati. Per noi, il trucco e la bellezza sono un'esperienza così personale e vogliamo assicurarci non solo di fornire i prodotti desiderati dai nostri clienti, ma anche di fornire uno spazio e una comunità in cui possiamo riunirci tutti per imparare, ispirarci ed educarci a vicenda.

Joanna Rosario-Rocha e Leslie Valdivia, fondatrici di Vive Cosmetics

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Vive Cosmetics (@vivecosmetics)


Prima generazione Le latine Joanna e Leslie ha visto un vuoto nell'industria del trucco quando si trattava di rappresentazione Latinx e nonostante non avessero alcun legame con la bellezza, hanno stabilito Cosmetici dal vivo . Il loro lucidalabbra e rossetto a lunga tenuta li hanno resi i preferiti nella comunità latina con fan tra cui Gloria Calderón Kellett. La linea vegana e cruelty-free ha nomi di prodotti come Piel Morena e Pan Dulce, il che lo rende non solo un marchio che fa appello fisicamente alla comunità Latinx, ma garantisce che sia sempre rappresentato.

Chi sono le latine che ti hanno ispirato negli anni?
Leslie: Mia madre mi ispira molto. Oltre a ciò, ci sono così tante latine che fanno cose incredibili: è difficile sceglierne alcune.
Giovanna: Mia madre mi ispira in tutto ciò che faccio. Ha passato così tanto per permettermi di avere il privilegio di essere cresciuta in questo paese e le sarò per sempre grato per la sua forza.

Qual è il tuo più grande successo professionale finora?
Leslie: Penso che una delle cose più belle che siano successe sia vedere uno dei nostri prodotti in una rivista cartacea. È stato un momento in cui mia mamma ha potuto vedere i miei sforzi in modo concreto. Anche uno dei momenti più memorabili è quando abbiamo tenuto un pop-up a Chicago, letteralmente a migliaia di miglia da casa nostra in California, e la comunità si è MOSTRATA. Siamo stati accolti dalla comunità lì con tanto amore e supporto. È stata una serata incredibile, incontrare così tante persone che seguono e supportano il nostro marchio.

Giovanna: I miei momenti più preferiti da quando ho iniziato questo marchio sono stati quando abbiamo ricevuto clienti che ci hanno inviato un'e-mail, ci hanno inviato un messaggio e ci hanno fatto sapere che non si sono mai sentiti come se un rossetto si adattasse al loro tono della pelle. Avere donne in tutto il paese che ci dicono che si sentono rappresentate come non lo sono mai state prima è davvero il motivo per cui abbiamo iniziato ed è ciò che ci fa andare avanti quando le cose si fanno difficili.


Chi sono alcune delle donne del tuo settore che ammiri e perché?
Leslie: Ci sono così tanti fantastici marchi di bellezza di proprietà di neri di fondatori con storie simili come la nostra. Melissa Bulter di Barra per le labbra è così intelligente e gentile e di Cashmere Panetteria di bellezza è anche un altro fondatore che ammiro, anche la mia amica Patty Delgado di Hija de tu Madre.

Quali sono alcuni degli ostacoli che hai dovuto superare per arrivare dove sei ora?
Entrambi : Uno dei primi ostacoli che abbiamo dovuto affrontare è stato l'accesso ai finanziamenti per avviare Vive. Abbiamo trovato risorse aziendali locali per richiedere un prestito finanziato dal governo che ci ha aiutato a pagare i costi iniziali di avviamento. Non devi provenire da genitori ricchi o avere contatti con investitori per realizzarlo, ma devi essere serio riguardo a ciò che stai facendo, fare ricerche e creare un solido piano aziendale.

Quali sono i modi in cui guardi per innovare/cambiare/migliorare il settore in cui ti trovi?
Entrambi : Cambiare il settore è davvero il motivo principale per cui abbiamo fondato questo marchio. Non abbiamo visto la nostra comunità sinceramente abbracciata come i potenti consumatori che siamo, specialmente nel settore della bellezza, o essere veramente rappresentati attraverso la diversità che esiste nell'esperienza Latinx. Uno dei tanti modi in cui cerchiamo di creare una narrativa diversa della nostra comunità è attraverso le persone che utilizziamo come modelli per le nostre campagne. Scegliamo modelli con cui crediamo che qualcuno nella nostra comunità possa identificarsi e vedersi nel nostro marchio. Vogliamo creare una connessione emotiva con i nostri clienti attraverso le nostre campagne, prodotti, lanci e sponsorizzazioni della comunità per dimostrare che ci prendiamo davvero cura della comunità e di elevare le nostre storie e la nostra bellezza.

Jennifer Serrano, fondatrice di Jen Zeano Designs

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Jen Zeano Designs☾ | @jenzeano (@jenzeanodesigns)

Jen Zeano (Serrano) è la donna dietro Jen Zeano progetta , casa della famosa maglietta Latina Power che ha fatto scalpore su tutti i social media ed è stata indossata da celebrità tra cui Cristela Alonzo e Gina Rodriguez. Zeano e sua moglie, Veronica, lavorano insieme per progettare capi di abbigliamento potenzianti con frasi come Latina Magic e Poderosa. La stilista nata in Messico ha iniziato a lavorare nella casa dei suoi genitori in Texas ed è stato dopo le elezioni del 2016 e come modo per elevare la comunità Latinx, ha creato la maglietta Latina Power che ha catapultato la sua attività per diventare una delle più amate e instagrammabili Marchi Latinx.


Chi sono le latine che ti hanno ispirato negli anni?
Tanti da nominare, ma di gran lunga la mia più grande ispirazione è mia madre. È la persona più laboriosa e dedicata che conosco. È dura ma gentile. Non ha mai paura di una sfida e, soprattutto, difende sempre ciò in cui crede.

Qual è il tuo più grande successo professionale finora?
Uno è creare un business che promuova la comunità e due è creare un business che mi porti un senso di appagamento e felicità. Prima di iniziare JZD svolgevo un lavoro che mi rendeva infelice il 99% delle volte, quindi gestire un'attività che mi fa sentire felice e soddisfatto è di gran lunga uno dei miei più grandi successi.

Chi sono alcune delle donne del tuo settore che ammiri e perché?
Kristine, la fondatrice di GRL Collective. Conduce un'attività orientata allo scopo e sono costantemente ispirato dalla sua generosità e dal suo trambusto. Ninah di Ninah.co la sua creatività è fuori dal mondo! Anais di Anais Alesya Photography, la sua grinta e determinazione mi ispirano ogni giorno. È una sostenitrice di ciò in cui crede e restituisce costantemente alla sua comunità. Juliana dell'OKC Latina. È una potenza che crea costantemente spazi per le donne latine.

Com'è essere una donna e una latina nel tuo settore?
A volte vieni messo in stanze piene di latine ed è letteralmente magico e puoi sentire l'energia positiva.
Altre volte vieni messo in stanze dove sei l'unica latina e poi è un grande senso di responsabilità mentre cerchi di far sentire e prendere sul serio la tua voce.


Quali sono alcuni degli ostacoli che hai dovuto superare per arrivare dove sei ora?
Penso che l'ostacolo più grande e più fastidioso sia sempre considerato un hobby carino. Ci è voluto del tempo per convincere le persone a prendere sul serio noi e la nostra attività.

Quali sono i modi in cui guardi per innovare/cambiare/migliorare il settore in cui ti trovi?
Il nostro obiettivo più grande è creare costantemente prodotti pensando alle donne latine. Vogliamo creare prodotti che colmino il divario di rappresentanza e ti facciano sentire visto.

Denise Vallejo, Chef e fondatrice di Alchemy Organica

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Alchemy Organica (@alchemyorganica)

Chef Denise Vallejo è il fondatore del pop-up Alchemy Organica incentrato sulla cucina messicana vegana. È una Xicana indigena di prima generazione che lavora a Los Angeles incorporando ricette indigene e saggezza mistica ancestrale che ospita cene pop-up basate sull'astrologia.

Chi sono le latine che ti hanno ispirato negli anni?
Ovviamente mia madre, per essere testarda e resiliente. È la donna più dolce che conosco e nonostante tutto ciò che ha vissuto nella vita, la gentilezza nel suo cuore continua a brillare. Lei è una regina. La mia defunta tia Carmen che mi ha fatto conoscere cibi raffinati, ingredienti di qualità e il piacere di creare cibi raffinati. Anche i womxn fatti da sé sono una grande fonte di ispirazione per me. Kat Von D mi ispira con la sua abilità artistica e il modo in cui ha creato così tante attività di successo da inizi così umili. L'artista di graffiti di Los Angeles Sand One è un'altra tosta che si alza ogni giorno per far accadere le cose da sola. Dichiara il valore del suo lavoro e non lo indovina.


Qual è il tuo più grande successo professionale finora?
È stato davvero divertente e stimolante applicare la conoscenza occulta alle mie cene a tema zodiacale di astro-gastronomia. Riuscire a fondere apertamente il mio background occultista con il cibo è come un sogno che si avvera. La risposta è stata travolgente e sono stupito di quanto siano aperte le persone a sperimentare qualcosa che sarebbe considerato tabù in alcuni ambienti, o liquidato come woo-woo o una sciocchezza new age. I sistemi astrologici esistono da tempo immemorabile e i miei antenati hanno mappato i cieli altrettanto a lungo. Ci sono così tanti modi pratici per applicare questa conoscenza e il cibo è uno di questi.

Chi sono alcune delle donne del tuo settore che ammiri e perché?
La mia migliore amica Genise Nichole (proprietaria del primo negozio di taco vegani di Los Angeles, Plant Food For People). Ha aperto la strada a così tante aziende alimentari vegane che seguono modelli di business simili. Mi ha ispirato ad andare là fuori e iniziare a vendere il mio cibo per strada. Jocelyn di Todo Verde è un'altra donna tosta nel settore alimentare. Ammiro davvero il suo modello di business, il suo stile di marketing e branding e quanto lavora duramente per creare equità alimentare. Voglio che la mia piattaforma abbia un grande impatto sulle nostre comunità di colore e lei è là fuori a farlo. Come bruja e mistica, amo Loba Loca per il loro approccio radicale alla vita. Aiutare ad abbattere i sistemi patriarcali, decolonizzare la medicina e mostrarci modi per vivere in modo più equilibrato e in armonia nonostante quanto possa essere difficile esistere come marroni e non maschi.

Com'è essere una donna e una latina nel tuo settore?
In quanto donna indigena, sento già che la mia voce è messa a tacere ovunque io vada. In questa industria culinaria dominata dagli uomini ho dovuto resistere per ottenere il rispetto che merito per le mie capacità.

Quali sono alcuni degli ostacoli che hai dovuto superare per arrivare dove sei ora?
Di sicuro ho affrontato il sessismo in cucina. Sono stato sfruttato per le mie conoscenze e ricette, poi fatto sentire male e non un giocatore di squadra perché ho mantenuto la mia posizione quando sapevo che le mie ricette stavano generando ricchezza per i ristoranti che non erano disposti a pagarmi il mio valore. Nel mondo dei fornitori pop-up, ci sono così tanti hater e persino altri fornitori che si sentono minacciati dalla tua presenza quando non sei nemmeno la concorrenza. Ora mi piace avere odiatori, fammi sapere che sto andando nella giusta direzione. Dimenticavo chi me l'ha detto, ma nei videogiochi, se continui a incontrare i cattivi, significa che stai andando nella giusta direzione.


Quali sono i modi in cui guardi per innovare/cambiare/migliorare il settore in cui ti trovi?
Penso che le persone trascorrano molto tempo cercando di concentrarsi su nuovi modi di fare le cose quando i vecchi modi e i modi ancestrali a volte sono i più innovativi. Riconnettersi con lo spirito e il mondo naturale è considerato innovativo ora, ma è il sistema operativo predefinito dei miei antenati. Voglio continuare a tessere quella magia ancestrale in tutto ciò che faccio, sia in senso letterale che figurato.

Janel Martinez, fondatrice di Ain't I Latina?

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Janel Martinez (@janelm)

L'imprenditrice e giornalista multimediale Janel Martinez è una delle voci più importanti della comunità afro-latina. Il nativo del Bronx ha lanciato la piattaforma online Non sono latina? nel 2013 e ha creato una comunità tra il popolo afro-diasporico che storicamente non è stato rappresentato nei media. L'ascendenza honduregno-americana con Garifuna eleva anche la narrativa afro-latina centroamericana che riceve ancora meno attenzione dell'afro-latinidad, poiché è comunemente associata alla cultura caraibica di lingua spagnola.

Chi sono le latine che ti hanno ispirato negli anni?
Naturalmente, inizierò con mia madre e mia nonna, oltre ai miei tías. Mi hanno mostrato cosa significa amare incondizionatamente e nutrire la tua famiglia, ma anche non dimenticare chi sei e vivere la tua verità. Sono anche ispirato da leader consapevoli come Denise Oliver Velez (che non è latina) e Iris Morales di The Young Lords; Dott.ssa Marta Moreno Vega e Yvette Modest; così come Miriam Miranda della Black Fraternal Organization of Honduras; autori come Veronica Chambers, Elizabeth Acevedo, Maritza e Maika Moulite; intrattenitori come Kelis, Celia Cruz e Gina Torres. Molti dei miei coetanei sono fonte di ispirazione. Sono ispirato ogni giorno dal mio migliore amico Francis Carrero, che è come l'incarnazione vivente di gentilezza/amore, duro lavoro/impegno, divertimento e fuoco: un vero Sag.

Qual è il tuo più grande successo professionale finora?
Direi di lanciare Ain't I Latina? nel 2013 ha segnato un momento cruciale nella mia carriera in quanto mi ha catapultato nel vivere attivamente il mio scopo.

Chi sono alcune delle donne del tuo settore che ammiri e perché?
Elayne Fluker — Un'incredibile giornalista e imprenditrice che si solleva mentre si arrampica. È stata una sostenitrice di me per tutta la mia carriera. Quando ero solo uno stagista, ci sono state conversazioni che mi hanno incoraggiato a cercare opportunità che non avevo nemmeno considerato. Mi ha aiutato a mettermi in posizione per vincere. Non lo dimenticherò mai. Mimi Valdes — Amo le riviste. Crescendo, potresti sempre trovarne uno non lontano da me. Pensavo che il giornalismo musicale sarebbe stato il mio genere e ho studiato la carriera di donne come Mimi, che era la direttrice di Vibe. In qualità di dirigente multimediale con due decenni di esperienza, con un forte talento per la narrazione, Istan. Melina Matsoukas — Il suo occhio acuto ha portato le immagini di video musicali e film a un livello superiore. Sono ancora ipnotizzato dalle immagini in Regina e magra . Ammiro il suo talento e il suo trambusto, ma non mi aspetterei nient'altro da un'altra ragazza del Bronx. Issa Rae — come qualcuno che ha anche iniziato a creare contenuti nel regno digitale, ammiro la sua capacità di passare dalla creazione delle sue serie web, Le disavventure di una ragazza nera imbarazzante , a recitare nella sua serie HBO, Insicuro .

Com'è essere una donna e una latina nel tuo settore?
Centro principalmente le donne nella mia scrittura, quindi è assolutamente bellissimo. All'inizio della mia carriera, però, mi sono occupata di età e sessismo e, in certi ambiti, di razzismo. Tuttavia, ho imparato rapidamente come posizionarmi, diventare il mio miglior difensore e scacciare il rumore che non aveva attinenza con chi sono o come lavoro. Sono grato di aver avuto colleghi e un mentore per fornire spunti o solo parole di incoraggiamento quando necessario.


Quali sono alcuni degli ostacoli che hai dovuto superare per arrivare dove sei ora?
Sono stato sorpreso di affrontare l'ageismo così presto nella mia carriera. Ho iniziato a lavorare nei media a 20/21 e, da intraprendente, penso che i colleghi più anziani siano rimasti colpiti ma anche scossi da dove volevo portare la mia carriera. Anche se avevo molto più tifo per me, ne avevo uno o due che avrebbero cercato di incastrarmi a causa della mia età e di dove sentivano che dovevo essere. Ho affrontato questo concentrandomi sul mio obiettivo e ricordando a me stesso il mio valore e che appartenevo agli spazi in cui mi trovavo.

Quali sono i modi in cui guardi per innovare/cambiare/migliorare il settore in cui ti trovi?
Ho passato anni a lavorare per amplificare le narrazioni delle donne afro-latine. Intendo continuare a farlo attraverso i contenuti scritti e video prodotti tramite Ain't I Latina? così come eventi di persona. Inoltre, attraverso gli articoli e i contenuti, creo per altri media.

Julissa Prado, fondatrice di Rizos Curls

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Julissa Prado (@julissa_prado)

Giulio Prado è cresciuta con i capelli ricci e quando ha abbracciato completamente i suoi riccioli è stato quando ha sviluppato la miscela unica che sarebbe diventata la linea per la cura dei capelli completamente naturale Riccioli Riccioli . L'operazione a conduzione familiare con sede a Los Angeles è stata recentemente lanciata nei negozi Target consolidando il suo posto come uno dei migliori marchi di cura dei capelli di proprietà latina.

Chi sono le latine che ti hanno ispirato negli anni?
Penso che la maggior parte delle volte che rimaniamo bloccati nella sensazione di poter trarre ispirazione solo da celebrità o personaggi che sono lontani dalla nostra portata e che non sappiamo personalmente. Amo circondarmi di altri mujeres che stanno crescendo e costruendo proprio come me e mi ispirano attraverso il loro duro lavoro per andare avanti e raggiungere più in alto.


Qual è il tuo più grande successo professionale finora?
È davvero un sogno che si avvera vedere Rizos Curls sugli scaffali Target dopo il lancio solo due anni fa. Rizos Curls è un lavoro personale d'amore dalle formule che ho creato per riversare i miei risparmi di una vita in questa azienda come un'azienda familiare completamente autofinanziata e di proprietà indipendente.

Chi sono alcune delle donne del tuo settore che ammiri e perché?
Daisy di Dazy Lyn Studio, Natalia e Lala di Bella Donna, oltre a molti altri. Sono tutti esempi di donne autofinanziate, appassionate e impenitenti nei confronti dei propri valori aziendali. Adoro quanto siano autentici, creativi e coerenti.

Com'è essere una donna e una latina nel tuo settore?
Scarse, sono uno dei pochi marchi di prodotti per capelli latini autofinanziati e autoprodotti nel mio settore e sono orgoglioso di essere in questo spazio pur rimanendo fedele a chi sono e alla comunità che mi ha portato qui. Sento un enorme senso di responsabilità nell'assumere le conoscenze che continuo ad acquisire e aiutare altri mujeres che una volta erano nei miei panni a irrompere in questi settori competitivi.

Quali sono alcuni degli ostacoli che hai dovuto superare per arrivare dove sei ora?
Uno dei maggiori ostacoli è stato il denaro, rimanere autofinanziati e non cedere agli investitori i cui valori non sono in linea con ciò che Rizos Curls ha lavorato così duramente per costruire. Rizos Curls è ugualmente ricci, comunità e cultura, e anche se sarebbe bello avere il flusso di cassa extra, non comprometterò mai la comunità o i pezzi di cultura.


Quali sono i modi in cui guardi per innovare/cambiare/migliorare il settore in cui ti trovi?
Onestamente, per me, l'innovazione e lo sviluppo di nuovi prodotti provengono dai nostri Rizos Reinas e Rizos Reys. Rimaniamo all'avanguardia perché non abbiamo paura di chiedere aiuto ai nostri clienti. Alcune delle nostre migliori idee dai nostri clienti.

Mariana Atencio, giornalista

mariana-attencio

Credito fotografico: Nina Rodrigues

La giornalista venezuelana Mariana Atencio è venuta in America a causa dei disordini nel suo paese ed è diventata una giornalista televisiva affermata e autrice di bestseller. Il suo TedX parla di cosa ti rende speciale? è una delle prime 10 più viste su YouTube e l'anno scorso ha pubblicato il suo primo libro, il bestseller Perfectly You: abbracciare il potere di essere reali . Nel 2018 ha co-fondato la media company Vai come produzione di programmi TV e podcast con script e non, tra gli altri progetti simili.

Chi sono le latine che ti hanno ispirato negli anni?
Nel mio caso, sto sulle spalle di mujerones come Rita Moreno, Justice Sonia Sotomayor, J.Lo, Shakira, Sofia Vergara ed Eva Longoria. Sono tutti latini impenitenti, gran lavoratori e perfettamente se stessi. Questo è ciò che li ha resi più grandi della vita e in grado di trascendere. Guardando e imparando da loro, mi sono visto riflesso sulla panchina, sul palco e sullo schermo.

Qual è il tuo più grande successo professionale finora?
Co-fondatore di 'Golike', la nostra società di produzione multimediale. Fare quel passo richiedeva di abbandonare uno stipendio comodo e un contratto di tre anni come corrispondente nazionale. Non l'ho fatto per capriccio. Ci sono voluti coraggio e molta strategia. Ma dopo un decennio in televisione, ho visto la necessità di raccontare le storie della nostra comunità per il pubblico mainstream. È il mio modo di restituire alla nostra gente che mi ha accolto e supportato quando sono arrivato per la prima volta negli Stati Uniti. Questo scopo mi ha dato il coraggio di creare il primo prodotto di Go Like Perfectly You: abbracciare il potere di essere reali . Era solo l'inizio. Stiamo preparando progetti più sorprendenti con tanto duro lavoro e la nostra magia unica.


Chi sono alcune delle donne del tuo settore che ammiri e perché?
Le donne nel giornalismo sono i miei supereroi. Maria Elena Salinas, che è la mia mentore e ha infranto le barriere in Univision e ora in CBS. Maria Elena mi ha insegnato lezioni preziose mentre stavo iniziando, come il potere di avere 'l'atteggiamento del sì' in un momento in cui ero bloccato professionalmente. Maria Hinojosa, una pioniera come latina che sviluppa contenuti in lingua inglese, che non vacilla mai e parla sempre quando si tratta dei nostri problemi e delle nostre cause. Lo fa con i fatti, le sfumature e la passione a portata di mano, un connubio imbattibile. Ana Navarro, che è più alta di qualsiasi uomo sullo schermo. Mi ha dato l'opportunità di presentare il mio documentario sulla crisi in Venezuela ad Harvard nel 2014, il che è stato un grosso problema. Lei apre la strada difendendo il suo punto di vista, ferocemente. Ana capisce cosa vuol dire fuggire dal suo paese d'origine ed essere americana per scelta. Lo trasmette con potenza e arguzia senza precedenti in televisione giorno dopo giorno. Maria Teresa Kumar, che non solo alza la voce in onda, ma si è assicurata di capire che c'è potere nelle nostre voci e nei nostri voti. Lo spazio e la piattaforma che ha creato con Voto Latino sono esattamente il tipo di organizzazione di cui abbiamo più bisogno, soprattutto quest'anno. Joy Reid, che è stata una guida per me in MSNBC e mi ha sempre offerto una piattaforma per parlare e riferire sui problemi di Latinx in modo autentico. Joy mi ha insegnato che abbiamo così tanto da imparare dall'esperienza afroamericana e afro-caraibica e che quando ci uniamo, le nostre comunità sono inarrestabili.

Com'è essere una donna e una latina nel tuo settore?
Quella combinazione è ancora impegnativa, specialmente nei media dove ti rende un bersaglio più grande. Ho sentito: 'Sei troppo bianco; non sei abbastanza marrone; le tue sopracciglia sono troppo scure; i tuoi capelli sono troppo lunghi; il tuo nome è divertente da pronunciare; perché stai rotolando i tuoi rr?; ti occupi troppo di questioni latine; perché non copri di più i latinos?...' queste sono alcune delle cose con cui ho avuto a che fare.

Quali sono alcuni degli ostacoli che hai dovuto superare per arrivare dove sei ora?
Sono venuto negli Stati Uniti senza la carta verde, senza connessioni, un accento e un sogno. Anche dopo che ci sono riuscito, la cosa più devastante è stata perdere mio padre nel mezzo della crisi sanitaria a Caracas. Lavoro sodo per onorare lui e questa terra di opportunità in tutto ciò che faccio.

Quali sono i modi in cui guardi per innovare/cambiare/migliorare il settore in cui ti trovi?
Ho creato 'Golike' insieme al mio partner commerciale perché eravamo frustrati dalla mancanza di contenuti Latinx autentici là fuori. A volte, devi solo rimboccarti le maniche e farlo da solo. Stiamo cercando di creare contenuti e raccontare storie in un modo che sia positivo, bilingue e biculturale. Non stereotipato. Stiamo innovando essendo multipiattaforma e multi-appassionati, perché c'è la tendenza, soprattutto nel giornalismo, a tenerti in una corsia. Cerco di far posto agli altri. Dobbiamo sbarazzarci di questa mentalità del 'Se ce la fai, non posso farcela'. In realtà è il contrario. Più siamo sul tavolo, meglio è. Spesso sono l'unica latina in molte stanze. Ogni volta che succede, sappi: sto facendo tutto il possibile per sistemare le sedie e aprirti la porta.

Brittany Chavez, fondatrice di Shop Latinx

https://www.instagram.com/p/B5jUItWgTlH/


Bretagna Chavez è l'imprenditore dietro Acquista Latinx , il primo sito di e-commerce in assoluto per e dalla comunità Latinx. È stato lanciato lo scorso anno con marchi come Hija de tu Madre e Brujita Skincare, fornendo una piattaforma esclusivamente con marchi Latinx in continua crescita. È anche un terzo di I capi dell'equipaggio con Julissa Prado e Patty Delgado, il trio lavora per responsabilizzare ed educare i giovani imprenditori su come orientarsi nel mondo degli affari.

Chi sono le latine che ti hanno ispirato negli anni?
Mia madre è stata la mia ispirazione numero uno. Era incinta di me a diciassette anni e si è davvero affrettata a darmi una vita fantastica. Sono la sua resilienza e la sua natura empatica che mi hanno portato dove sono oggi.

Qual è il tuo più grande successo professionale finora?
Creazione di un negozio: è davvero spinto a nuovi limiti; ci sono così tante pietre miliari che ho raggiunto negli ultimi anni che non sapevo nemmeno fossero raggiungibili. Quindi conoscere davvero me stesso in questo viaggio, sfidare me stesso, è stato fantastico.

Chi sono alcune delle donne del tuo settore che ammiri e perché?
Ammiro tutte le donne che tengono la porta aperta per il successo della prossima donna. Ammiro le donne che riconoscono di condividere e restituire alle loro comunità. Ammiro le donne audaci e altruiste, donne che sono di natura impenitente e che rappresentano qualcosa di più grande di loro stesse.


Com'è essere una donna e una latina nel tuo settore?
Essere latina è il mio superpotere. È ciò che mi ha permesso di far crescere organicamente la community di Shop Latinx perché provengo dalla community che serviamo. So cosa vuole il nostro pubblico perché lo sono io.

Quali sono alcuni degli ostacoli che hai dovuto superare per arrivare dove sei ora?
La sindrome dell'impostore è stato uno dei maggiori ostacoli. Ho passato anni a bloccare le mie stesse benedizioni. Con crescita, maturità, autocoscienza e circondandomi di persone che vogliono che io abbia successo, ora so di essere capace di tutto. Non sono arrivato così lontano per arrivare solo così lontano. Anche quando sorgono altri ostacoli, so che sarò bravo.

Quali sono alcuni modi in cui guardi per innovare/cambiare/migliorare il settore in cui ti trovi?
In Shop Latinx, la nostra missione è connettere i creatori di Latinx a un pubblico di persone che cercano esattamente i prodotti che stanno vendendo, prodotti che parlino con loro. Voglio che le persone vengano sul nostro sito Web e si sentano orgogliose e ispirate, perché, se un giorno decideranno di diventare un imprenditore, avranno anche una comunità disposta a supportarle.

Stiamo anche cambiando il modo in cui viene rappresentato il consumatore Latinx. Non siamo un monolito; siamo multiculturali, multietnici, multigenerazionali, ci piacciono le cose belle e siamo appassionati di tutto ciò che accade nelle nostre comunità. Dalla presentazione dei nostri marchi indie Latinx preferiti alla difesa dei diritti dei neri e dei Queer Latinx, alla discussione di questioni mondiali, alle tendenze della cultura pop latina, Shop Latinx si sforza di rappresentare quanto sia davvero colorata e ricca di sfumature la Latinidad.

Diosa Femme, co-fondatrice e produttrice di Locatora Radio

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Diosa (@diosafemme)


Peruana-Mexicana Diosa Femme è metà del podcast femminista con sede a Los Angeles Localizzatore radiofonico insieme a Mala Muñoz. È una scrittrice e sostenitrice della salute mentale il cui lavoro è incentrato sulla giustizia sessuale e riproduttiva e sulla femme come politica e prassi. Il podcast è appena entrato nella sua quarta stagione ed è uno dei più popolari e ha elogiato i podcast Latinx .

Chi sono le latine che ti hanno ispirato negli anni?
La mia comunità mi ha ispirato. Le donne intorno a me stanno facendo un lavoro incredibile per ritagliarsi spazio per se stesse e per gli altri. Ho seguito anche Alexandria Ocasio Cortez per il mio ultimo inspo.

Qual è il tuo più grande successo professionale finora?
Sono orgoglioso di tutto ciò che Locatora Radio ha fatto dal suo lancio nel 2016. Siamo cresciuti così tanto in modo organico mantenendo lavori a tempo pieno in diversi settori.

Chi sono alcune delle donne del tuo settore che ammiri e perché?
Patty Rodriguez è una persona a cui guardo come latina in radio che ha rappresentato e creato opportunità per le latine a tutti i livelli. Lala Romero è un'innovatrice e tutto ciò che fa per indossarla per la comunità è stimolante e qualcosa che cerco di seguire. Monica Style Muse è nel settore della bellezza ma è un'artista e creatrice di contenuti così brillante. Tutte queste donne sono innovatrici a modo loro.

Com'è essere una donna e una latina nel tuo settore?
A volte può essere davvero scoraggiante e scoraggiante apprendere che i guardiani sono uomini bianchi che non capiscono l'importanza delle nostre storie. Si sentono cose del tipo, beh, abbiamo già uno spettacolo sulla cultura. Quando la realtà è c'è spazio per tutte le nostre storie.


Quali sono alcuni degli ostacoli che hai dovuto superare per arrivare dove sei ora?
Essere indipendenti e autofinanziati può essere scoraggiante, ma ci ha anche dato l'opportunità di possedere i nostri contenuti, produrre ciò che vogliamo, nel modo in cui vogliamo.

Quali sono alcuni modi in cui guardi per innovare/cambiare/migliorare il settore in cui ti trovi?
Il podcasting può esistere al di fuori dello spazio dello studio. Stiamo innovando creando qualcosa di più dei contenuti audio. Produciamo eventi/spettacoli dal vivo, workshop, cortometraggi e stiamo lavorando a una graphic novel.

Adriana Alejandre, fondatrice di Latinx Therapy

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Adriana Alejandre, LMFT (@latinxtherapy)

Adriana Alessandra è un terapista autorizzato e fondatore del Terapia Latinx podcast e la directory del terapista Latinx. La directory bilingue consente agli utenti di cercare terapisti Latinx in base alle loro esigenze, posizione e budget. Lavora nel suo ufficio nella San Fernando Valley a Los Angeles ed è specializzata in traumi e ansia legati ad aggressioni sessuali, violenza domestica.

Chi sono le latine che ti hanno ispirato negli anni?
Nel corso degli anni le latine che mi hanno ispirato sono state mia madre per la sua forza e mia sorella per avermi insegnato come essere gentile e educata. Un'altra latina che mi ha ispirato è stata la mia insegnante di prima elementare, la signora Maria Grimes, una persona che non dimenticherò mai. Ha creduto in me e mi ha detto che un giorno sarei diventata qualcuno. Ricorderò per sempre i suoi atti di gentilezza nei miei confronti di 6 anni e le sue parole: un giorno andrai al college.


Qual è il tuo più grande successo professionale finora?
Ce ne sono molti, ma il mio più grande successo professionale è la laurea con mio figlio di due anni. Questa è stata di gran lunga la fase più difficile di tutto il mio viaggio. L'ho avuto dopo il mio primo anno di college e ho dovuto programmare le mie lezioni consecutive per due giorni in modo da poter studiare all'UC Santa Barbara, quindi dopo la mia ultima lezione, guidare per 2 ore per tornare a casa per stare con lui e lavorare . Ho fatto il pendolare settimanalmente per 3 anni. Lasciarlo indietro per i due giorni è stato difficile, ha avuto le sue conseguenze ma è stato anche il motivo per cui ho iniziato ad andare in terapia per guarire e mi ha portato dove siamo io e mio figlio oggi.

Chi sono alcune delle donne del tuo settore che ammiri e perché?
Ammiro davvero Dra. Olga Mejia, ha fondato il programma Ánimo presso CSUF (a Fullerton), che è un programma di consulenza per laureati unico, bilingue e per studenti che vogliono aiutare la popolazione Latinx dopo la laurea. La ammiro perché ha spinto a realizzare la sua visione per aiutare la comunità a diventare realtà, anche quando altri potrebbero non averla supportata. Ammiro profondamente la dottoressa Thema Bryant-Davis, è specializzata in traumi e decolonizza la psicologia in una questione molto reale e unica, che anche alcune persone potrebbero non supportare, ma continua a condividere le sue conoscenze perché sa che il nostro campo ha bisogno di questo. La sua voce è così necessaria nel mondo della salute mentale e sono così onorato di aver potuto studiare con lei durante il mio corso di laurea.

Com'è essere una donna e una latina nel tuo settore?
All'interno del regno della salute mentale, le latine sono ancora una minoranza, tuttavia, la comunità sta riconoscendo la necessità di servizi di salute mentale e il mio carico di lavoro di solito è molto prenotato, sicuramente mi rende orgoglioso che molti latini vogliano guarire. Dato che sono una giovane latina, la vecchia generazione di latini ha difficoltà a connettersi con me. Quando si tratta di essere una latina negli eventi di networking sulla salute mentale, ho imparato che le persone più anziane nel campo sono considerate più sagge e che è più facile per i miei colleghi non POC ottenere clienti in uno studio privato.

Quali sono alcuni degli ostacoli che hai dovuto superare per arrivare dove sei ora?
Ho dovuto superare la fissazione di più limiti al mio programma e accettare aiuto. Ho assunto un assistente personale per aiutarmi con le attività settimanali come l'imballaggio e la spedizione dei prodotti, la risposta alle e-mail, la correzione di problemi di directory e altre attività amministrative per Latinx Therapy. Sono cresciuto essendo molto indipendente e con la mentalità che posso fare qualsiasi cosa da solo. Questa è stata una realtà difficile, ma sono sollevato di aver lasciato andare [di]. Un altro ostacolo è stato la fiducia nel mio intuito. Sono cresciuto in modalità sopravvivenza per gran parte della mia vita a causa di traumi sia diretti che indiretti e recentemente mi sono reso conto che non sono più nella mia minaccia percepita. Mi sono dato il permesso di correre dei rischi, come firmare un contratto di locazione per una suite di consulenza con cinque uffici e la sede della Latinx Therapy. Senza questo, sicuramente non sarei prospero al punto che lo sono ora.


Quali sono alcuni modi in cui guardi per innovare/cambiare/migliorare il settore in cui ti trovi?
I miei sforzi includono la costruzione di una comunità tra terapisti Latinx che lavorano in vari contesti e anche tra individui Latinx che vogliono ridurre lo stigma tra la salute mentale nelle loro famiglie. Ho anche in programma di creare materiale bilingue da pubblicare un giorno in modo che i professionisti possano avere accesso a più risorse cliniche poiché i programmi di laurea non hanno molte informazioni per noi gente bilingue.

Joanna Cifredo, attivista trans e organizzatrice di comunità

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da JOANNA CIFREDO (@joannacifredo)

Attivista trans portoricana, organizzatore di comunità e comico Giovanna Cifredo è il direttore del programma / visionario principale per Camp Albizu a Porto Rico , un campo giovanile per bambini per il quale sta attualmente raccogliendo fondi.

Chi sono le latine che ti hanno ispirato negli anni?
Sicuramente le donne della mia famiglia. Mia nonna era un'orfana con un'istruzione di terza elementare che viveva in una povertà così profonda che da piccola dormiva sotto le case di legno. A 15 anni ha dato alla luce il suo primo figlio ea 21 si è sposata con 3 figli. Dopo essersi liberata da mio nonno donnaiolo, è andata a lavorare come cuoca in un carcere minorile dove è diventata una figura materna per i giovani. Alla fine si è ritirato dopo aver gestito la cucina per 32 anni. Mia nonna ha sopportato molte difficoltà e lotte per tutta la vita, eppure mantiene una visione positiva. Indossa con orgoglio le sue cicatrici da battaglia. Trasuda sicurezza e ride con tutto il suo corpo. Dà l'amore come fosse una caramella. È bellissima oltre misura e ispira da morire.

Qual è il tuo più grande successo professionale finora?
A 20 anni ho lavorato molto sulla politica sanitaria. Uno dei miei più grandi successi è stato lavorare con una task force di altri attivisti per aiutare a far passare le protezioni sanitarie trans-inclusive. Da allora, innumerevoli persone trans hanno potuto accedere ai servizi sanitari di cui hanno bisogno per la transizione medica e per affrontare altre esigenze sanitarie.

Chi sono alcune delle donne del tuo settore che ammiri e perché?
Al momento, sto lavorando per aprire un'organizzazione senza scopo di lucro. Quindi ammiro qualsiasi donna che abbia mai diretto un'organizzazione. Sono costantemente ispirato dai leader della comunità come Jessica Gonzalez-Rojas che dopo aver guidato il National Latina Institute for Reproductive Health è ora in corsa per l'assemblea statale a New York. La leadership di Jessica nei diritti riproduttivi ha aiutato a riformulare completamente il modo in cui discutiamo della giustizia riproduttiva da un quadro veramente intersezionale. Ho sempre ammirato il suo impegno nel servire i più vulnerabili tra noi e nell'elevare i leader di base.


Com'è essere una donna e una latina nel tuo settore?
È frustrante ed esauriente. Fare qualsiasi cosa che abbia a che fare con il governo, qui a Porto Rico, è una sfida. Abbiamo una burocrazia su quest'isola come nessun'altra. Gli uffici governativi non rispondono mai al telefono e raramente le informazioni online sono disponibili o aggiornate, quindi a volte capire da che parte stare è una sfida. La mia lotta è aggravata dal fatto che sono una latina transgender in una città molto conservatrice di Porto Rico, quindi è sempre un'avventura divertente, sarcasticamente parlando. Vorrei che trattassimo i leader senza scopo di lucro come trattiamo i leader aziendali. Concedere la scrittura sarebbe molto più facile se potessi semplicemente andare in uno spettacolo come Shark Tank e presentare la tua idea.

Quali sono alcuni degli ostacoli che hai dovuto superare per arrivare dove sei ora?
Come molti giovani LGBTQ, durante la mia giovinezza ho subito un notevole bullismo che è diventato una molestia da adulto. Come molti dei miei fratelli LGBTQ, ho dovuto fare i conti con povertà, senzatetto e mancanza di assistenza sanitaria. Ho la fortuna di beneficiare di un privilegio passeggero. Questo mi ha dato la capacità di navigare nella maggior parte degli spazi più facilmente rispetto ad altre persone che potrebbero avere un'ipervisibilità associata alla loro transità. Inoltre, ho beneficiato del fatto di conoscere l'inglese, di essere cittadina, di carnagione chiara e di essere carina. Dobbiamo riconoscere i nostri privilegi in modo che le persone non usino le nostre storie individuali di trionfo per dirlo e così è perché non possono. Ancora più importante, dobbiamo riconoscere i nostri privilegi in modo che noi stessi non cadiamo in quel tropo fin troppo familiare di averlo fatto, perché non possono.

Quali sono i modi in cui guardi per innovare/cambiare/migliorare il settore in cui ti trovi?
Il mio obiettivo è sostenere i giovani leader che si stanno organizzando e svolgere un lavoro straordinario nelle loro comunità e incoraggiarli a candidarsi. C'è questa idea che le élite aziendali e l'establishment politico siano gli unici a capire come funzionano le cose. Non siamo stupidi. Quelli di noi che sono stati in prima linea nell'organizzazione di comunità conoscono molto bene il gioco che si gioca qui. Lo capiamo, lo vediamo e deve finire.

Julissa Arce, scrittrice e attivista per i diritti degli immigrati

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Julissa Natzely Arce Raya (@julissaarce)

Giulio Acero era un'immigrata senza documenti che si è fatta strada fino a diventare vicepresidente di Goldman Sachs prima di rivelare il suo status e da allora è diventata un'attivista vocale per i diritti degli immigrati. Negli ultimi tre anni ha pubblicato due libri di successo, Il mio sogno americano (underground). e Qualcuno come me . Lei ha fondato Ascend Fondo Educativo , un programma di tutoraggio/borsa di studio universitario per studenti immigrati e figli di immigrati indipendentemente dallo status. Ha recentemente partecipato alla discussione sul Sporcizia americana polemica su Oprah's Book Club su Apple TV.

Chi sono le latine che ti hanno ispirato negli anni?
Mia madre, le mie sorelle, mis amigas! Sono molto fortunato ad avere così tante latine potenti nella mia vita. Non devo guardare lontano per trovare ispirazione.

Qual è il tuo più grande successo professionale finora?
Non riesco a pensare a un singolo risultato che sia il più grande. Mi piace celebrare ogni vittoria, grande o piccola che sia. Ogni successo e fallimento mi ha aiutato ad arrivare qui.

Chi sono alcune delle donne del tuo settore che ammiri e perché?
Tanti di loro! Ecco un elenco molto incompleto: Nely Galan, Patty Rodriguez, Bricia Lopez, Reyna Grande, Erika Sanchez e Maeve Higgins.


Com'è essere una donna e una latina nel tuo settore?
Ho avuto due carriere nella mia vita. In primo luogo, ero a Wall Street, un'industria molto bianca e molto maschile. Ora, come scrittore, sono in un settore editoriale che è per l'80 percento bianco. Ciò può rendere difficile essere ascoltati e compresi. Ma non ho mai lasciato che nessun ostacolo mi fermasse.

Quali sono alcuni degli ostacoli che hai dovuto superare per arrivare dove sei ora?
Sono stato senza documenti per più di un decennio, ma la cosa incredibile degli immigrati è che non ci arrendiamo mai.

Quali sono alcuni modi in cui guardi per innovare/cambiare/migliorare il settore in cui ti trovi?
Di recente ho partecipato all'Oprah's Book Club sfidando l'industria editoriale e la stessa Oprah ad affrontare il modo in cui hanno ignorato il nostro lavoro. Penso che parlare apertamente, anche contro i più potenti, sia di fondamentale importanza in qualsiasi settore. Abbiamo tutti una voce importante e potente.

Zoila Darton, Fondatrice di WORD

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Zoila Darton (@zoiladarton)

Zoila Darton è un'ebrea panamense-giamaicana di New York City diventata Angeleno che ha sviluppato una carriera decennale lavorando come direttrice creativa, collegando persone di diversi settori e comunità. Nel 2017 ha fondato Zoila Agenzia WORD , dove costruisce da zero campagne di marketing ed esperienze di consumo che si concentrano sul racconto delle storie delle donne e di altre comunità emarginate attraverso la lente della creatività.

Chi sono le latine che ti hanno ispirato negli anni?
Sono sempre stato ispirato da Celia Cruz, è pura sazon e ha sempre rappresentato l'aspetto di una donna impenitente. Giudice Sonia Sotomayor per aver battuto le probabilità. Il ruolo iconico di Rosario Dawson nel film Bambini e la sua dedizione alle ragazze di New York tramite il Lower East Side Girls Club è fonte di ispirazione.


Qual è il tuo più grande successo professionale finora?
Iniziare una nuova carriera e la mia agenzia creativa mentre allevo anche un bambino: un vero atto di giocoleria. Ma onestamente, sto lavorando non per misurare il mio valore in base ai guadagni professionali, ma in base a quante persone posso toccare e aiutare a sentirmi visto attraverso il lavoro che svolgo.

Chi sono alcune delle donne del tuo settore che ammiri e perché?
Sono sbalordito da Mimi Valdez, che è il direttore creativo di, I am OTHER e Melina Matsoukas che ha diretto Regina e magra. Il loro lavoro mi ricorda di continuare a spingere i miei confini creativi. Yaya Mazurkevich, è una delle donne più dure e intelligenti del settore. C'è una certa tenacia che viene con le donne dal cappuccio. Lo condividiamo ed è bellissimo vederla volare.

Com'è essere una donna e una latina nel tuo settore?
Onestamente, io sono tante cose diverse da Latina. Ho imparato a usare il mio background eclettico e la mia esperienza unica come superpotere. Gestire un'agenzia creativa da solo è impegnativo, ma so che la mia prospettiva è ciò che mi sta aiutando a prosperare nel settore creativo. Ho appena iniziato!

Quali sono alcuni degli ostacoli che hai dovuto superare per arrivare dove sei ora?
Sono l'unica cosa che mi ha mai ostacolato. Una volta che ho deciso di scommettere completamente su me stesso, gli ostacoli sono diventati parte del viaggio.


Quali sono alcuni modi in cui guardi per innovare/cambiare/migliorare il settore in cui ti trovi?
Sono relativamente nuovo nel settore del marketing creativo, ma spero che la mia traiettoria professionale ispiri le persone a credere che anche loro siano creative e che la loro storia sia importante. Viviamo in un momento in cui non solo sono necessarie prospettive uniche, ma vengono raccontate in prima linea nell'industria creativa. Spero che le persone mi guardino e siano semplicemente ispirate a creare.

Articoli Interessanti