By Erin Holloway

25 pezzi di moda con origini latine o ispaniche

Foto: Unsplash/@grievek1610begur


Ogni giorno indossiamo dei vestiti senza davvero pensare alla provenienza storica di questi singoli pezzi. Dopo decenni, a volte secoli, alcuni capi e accessori vengono semplicemente assorbiti dalla cultura americana/mainstream e spesso le loro radici li accompagnano. Questo è il momento in cui è necessario fare e condividere una buona ricerca sulla storia della moda.

Ci sono così tanti capi di abbigliamento e accessori che milioni di persone acquistano e indossano (e che probabilmente possiedi) che provengono dall'America Latina e dalla Spagna (o da entrambe). E questa provenienza non è segnalata o celebrata quanto dovrebbe. Dovremmo conoscerli, e così dovrebbe essere il resto del mondo. Quindi, condividiamo 25 pezzi di stile di cui dovremmo assolutamente prenderci il merito.

Poncho

Visualizza questo post su Instagram

Promemoria: usa tutti i talenti che hai: la foresta sarebbe molto tranquilla se solo gli uccelli che cantano meglio cantassero. -Henry Van Dyke. .[email protetta]#ecuador #ranti #rantiecuador #model #modelposes #poncho #babyalpaca #riobamba #quito #emmanuelle #henryvandyke #photoshoot #catalogmodel #ecuadorianfashion

Un post condiviso da Emmanuelle Treviño Hlavenka (@emmanuelle.tre) il 15 gennaio 2020 alle 17:23 PST

Un indumento che potresti sapere che è di origine latinoamericana è il poncho. Gli indigeni di quello che oggi è Perù, Ecuador, Bolivia e Cile indossavano questi indumenti esterni, realizzati con un unico pezzo di tessuto con un foro per la testa prima del contatto spagnolo. Da allora sono emerse diverse opzioni, in tutti i tipi di colori, motivi e stili.

Cappello panama

Visualizza questo post su Instagram

GIVEAWAY @maestrotejedor Voglio che TU e il tuo Partner facciate debuttare un Cappello Panama Autentico @maestrotejedor, ecco perché vi invito a questo incredibile Giveaway che io e @maestrotejedor abbiamo preparato per TE!!!. Per partecipare: MI PIACE a questo post. Lascia un COMMENTO taggando 1 amico. Segui @maestrotejedor e @giomaraorellana. Iniziamo oggi 9 luglio e il vincitore sarà selezionato domenica 21 luglio alle 18 da instastory. Dovrai ritirare i premi dal 23 al 24 luglio presso @maestrotejedor. .. partecipa quante volte vuoi… Buona fortuna!!! . . #cappello #sombrero #pananahat #regalo

Un post condiviso da GIOMARA ORELLANA (@giomaraorellana) il 9 luglio 2019 alle 16:20 PDT


Quindi sappiamo che il cappello Panama è di origine Latinx, ma c'è un problema. Anche se prende il nome dal paese centroamericano di Panama, il cappello a tesa di paglia e tessuto proviene dall'Ecuador. Negli anni '30 dell'Ottocento lo spagnolo Manuel Alfaro vi avviò un'attività; i suoi cappelli furono poi esportati nel Golfo di Panama. Era qui che quelli diretti alla corsa all'oro avrebbero afferrato i cappelli panama per proteggersi dal sole.

Huarache

Visualizza questo post su Instagram

TUTTE queste bellezze sono ora in VENDITA su www.modernlatina.etsy.com Fare spazio a ciò che verrà quest'anno, quindi acquista fino a esaurimento scorte! . . Puoi anche fare clic sul link nella mia biografia per acquistare. . #ModernLatina #Fashionista #Mules #Huaraches #fashionable #etsyshop ##Etsy #EtsyShop #EtsyShoes #Handmade #MexicanHuaraches #HuarachesArtesanales #InstaFashion #ShoesForSale #Shoemaker #Fashion #FashionBlogger #FashionShoes #HuaracheMules #LeatherMules #SummerShoes #OneOfAKind #FallVibes #ShopLocal # GirlGang #WomenSupportingWomen

Un post condiviso da Acquista la Latina moderna (@shopmodernlatina) il 15 gennaio 2020 alle 13:46 PST

Le Huaraches sono state copiate per secoli, e persino Nike ha chiamato alcune sneakers in onore delle calzature dei corridori di Tarahumara come ispirazione per le loro scarpe. Ma la loro origine è proprio a Guanajuato, Michoacan, Yucatan e Jalisco, in Messico. Infatti la parola kwarachi, dalla lingua tarasca che parlano i Purépecha di Jalisco, significa sandalo. Questi sandali sono iniziati in modo semplice ma si sono evoluti nella versione in pelle intrecciata che vediamo oggi (sebbene anche la versione originale sia ancora indossata).

Bolero

Visualizza questo post su Instagram

Mi sento molto avventuroso. Ci sono così tante porte da aprire e non ho paura di guardarmi dietro. — Elizabeth Taylor⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀ .⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀ .⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀ Quale sarà la tua grande avventura questo #weekend? ….. La splendida #elizabethtaylor è pronta! Foto di Sanford Roth, 1956. . . Interessato a questa #fineartprint? Vai alla nostra in bio o acquista @chairishco⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀

Un post condiviso da arredamento MTV (@mptvdecor) il 13 settembre 2019 alle 8:12 PDT

Ispirandosi alle chaquetillas che indossavano i matador spagnoli, le giacche bolero sono giacche corte realizzate in tessuto rigido e spesso aperte sul davanti (o allacciate solo in un punto). Questo capospalla è nato intorno al 1850 in Spagna e da allora è stato utilizzato nella moda.

Cappello da cowboy

https://www.instagram.com/p/B7RTJHoJXOc/

Anche se al giorno d'oggi è vista come una cosa tutta americana, l'idea del cowboy, insieme al suo cappello, è per lo più di origine messicana. Non ci sarebbero cowboy senza i vaqueros del Messico settentrionale (il vaquero è originario della Spagna, e la tradizione di radunare il bestiame sui cavalli è stata portata nella zona, dove si è poi diffusa negli Stati Uniti), che indossavano cappelli a tesa larga come scudo i loro volti dal sole.

Stivali da cowboy

Visualizza questo post su Instagram

Two-Step in Dolly 2.0 in più in arrivo! ⁠⠀ @ggfieldshop @gardenandgun

Un post condiviso da Miron Crosby (@mironcrosby) il 14 gennaio 2020 alle 13:40 PST


Come i cappelli da cowboy e le camicie occidentali, anche gli stivali da cowboy possono essere fatti risalire ai vaqueros del Messico settentrionale. Questo è un fatto di moda interessante che è stato quasi cancellato dalla storia americana. Ci viene insegnato ad associare elementi della cultura del cowboy con gli americani del sud e mai con i latinoamericani a sud del confine.

Huipil

Gli huipils sono tuniche ricamate che sono state indossate da secoli dalle donne indigene nel Messico centrale, in Guatemala e in altri paesi dell'America centrale. Nel 2015, la designer Isabel Marant ha deciso di appropriarsi della cultura messicana, vendendo una camicetta che era un'imitazione delle camicette huipil indigene Mixe di Santa Maria Tlahuitoltepec, Oaxaca, per $ 290. Per aggiungere la beffa al danno, il marchio Antik Batik ha citato in giudizio Marant per aver utilizzato il design, sostenendo di avere un copyright su di esso!

Pettine

https://www.instagram.com/p/B7OLRgQCkOj/

Popolari nella Spagna del XIX secolo (sebbene ci siano alcune prove di un uso precedente) le peinetas sono grandi pettini decorati che venivano indossati con un'acconciatura a crocchia e sotto una mantiglia. L'accessorio per capelli ha viaggiato in altri luoghi come le Filippine, dove è conosciuto come peyneta, e il Cile, dove è chiamato peinetas a los peines.

pettine

Visualizza questo post su Instagram

Anonimo #peineton #tortoiseshell #modelling #draft #1830-1840 #museohistoricalcorneliosaavedra #crisologolarralde #CABA #tortoiseshell #photocamiloracana

Un post condiviso da Camillo Racana (@racana.camilo) l'8 gennaio 2020 alle 17:19 PST

La peineta è diventata ancora più grande quando paesi come Argentina, Brasile e Perù se ne sono impadroniti. Conosciuti come peineton, questi accessori per capelli diventerebbero grandi quanto quattro piedi di larghezza ! Questo è un perfetto esempio di come i paesi Latinx abbiano preso l'influenza spagnola e aggiunto il proprio sapore.

Guaiabera

Visualizza questo post su Instagram

Per me mi chiamano Cuba!!! #alexanderabreu @alexander_abreu_manresa_ #havanadprimera #cantordelpueblo #guayabera @djmelao @pafataofficial #timba #lavueltaalmundo #medicencuba #tresdias #trompeta #estangozando@yaberaclothing

Un post condiviso da L'Avana D'Primara (@havanadprimera) il 25 ottobre 2019 alle 9:11 PDT


Si discute sull'origine della guayabera, una camicia leggera abbottonata con quattro tasche e due file di pieghe pieghettate. Alcuni credono che fosse un'invenzione filippina, derivata dal barong tagalog, che fu introdotta in Messico e poi a Cuba. In Messico, la maglietta è conosciuta come camisa de Yucatán e si crede che provenga dalla penisola dello Yucatán o Veracruz. Ma la versione più creduta sembra essere che la guayabera sia puramente cubana, o una camicia su cui una moglie cuciva le tasche in modo che suo marito potesse trasportare guaiave (guayabas in spagnolo), o si riferisse alle persone che vivevano lungo il fiume Yayabo a Cuba.

Increspature

Visualizza questo post su Instagram

Grande fan della tendenza ruffles, in particolare questa @karen_walker affronta #fashion2018 #karenwalker #karenwalkerclothing #ruffles #rufflestrend #karenwalkerskirt #karenwalkershirt #karenwalkertop #2018fashiontrends #2018trends

Un post condiviso da Cleospra (@cleoshopra) l'8 marzo 2018 alle 19:44 PST

Le balze possono essere viste su così tanti capi, dalle gonne drammatiche, alle borse divertenti e alle camicette femminili. Ma lo sapevate che questo dettaglio festivo viene dalla Spagna? E dagli uomini? Durante il XVI secolo, i soldati spagnoli tagliavano lo strato superiore delle maniche per rivelare il tessuto sottostante. Ciò ha portato a realizzare abiti in modo simile, con l'aggiunta di un filo che avrebbe fatto arruffare il tessuto. E così è nato il dettaglio senza tempo ed eterno di volant.

Serape/Sarape

L'aggiunta di una stampa serape a un capo aggiunge strisce audaci e colori intensi con un effetto che molti considererebbero boho. Ma mentre molti cooptano il look, i serapes (noti anche come sarapes) sono puramente indigeni messicani (c'è anche una versione guatemalteca dello stile messicano). È uno scialle simile a una coperta con legami a Saltillo, che presenta diverse tonalità e motivi. Per la collezione Resort 2020 di Carolina Herrera, Wes Gordon si è preso una vacanza in latino, secondo il Tweet dell'azienda. Ciò ha portato a capi costosi che utilizzano la tradizionale stampa serape Saltillo, copie di ricami messicani indigeni e nessun credito a coloro che hanno creato questa ispirazione per secoli.

Carrozza

Visualizza questo post su Instagram

#lasanta #carriel #Gerico

Un post condiviso da La Santa Vera Pelle (@lasantagenuineleather) il 15 gennaio 2020 alle 3:57 PST

Una borsa che è unicamente colombiana è la carriel. Il capo popolare di Antioquia, che originariamente era indossato solo dagli uomini, prende l'idea di una bisaccia e la trasforma in una moda indossabile. Quello che una volta era usato per la funzione ora è un accessorio cool del guardaroba indossato anche dalle donne.

cappello charro

https://www.instagram.com/p/B7SNUE5Hy4m/


I sombreri spesso ricordano un cappello particolare, ma il nome si riferisce a qualsiasi cappello a tesa larga che ha lo scopo di proteggere dal sole. Il sombrero de charro è lo stile messicano del cappello che si immagina automaticamente quando si sente il termine sombrero. Si ritiene che abbia avuto origine con i charros nel Messico centrale e può essere visto indossato sia dai musicisti mariachi che dai charros (cavalieri tradizionali messicani).

Pantaloni Gaucho

Visualizza questo post su Instagram

@JLo sembra una gorg mortale nelle nostre culotte rosa F21 in Marocco #F21Spotted (link al negozio in bio)

Un post condiviso da per sempre 21 (@forever21) il 29 maggio 2015 alle 10:15 PDT

Probabilmente hai sentito parlare del pantalone gaucho corto e a gamba larga, ma potresti non conoscere l'origine dello stile e il suo nome. I gaucho sono abili cavalieri, alias cowboy della pampa sudamericana, che fungono da simboli culturali sia dell'Argentina che dell'Uruguay (sono presenti anche nel Brasile meridionale). I gaucho indossano pantaloni a gamba larga chiamati bombachas, che sono affusolati sulla gamba e spesso infilati negli stivali. Questa silhouette ha ispirato il pantalone gaucho, che ha avuto un grande momento di moda negli anni '70.

succhialo

Visualizza questo post su Instagram

#chupallahat #chupallastyle #chupalla #hat #chapeudepalha #sombrero #manstyle #winetime #wine #chapeau #cappello

Un post condiviso da Fernando Avila (@fernandoavila.acordeon) il 13 gennaio 2020 alle 17:14 PST

Un chupalla è un altro accessorio Latinx legato all'equitazione. Il cappello di paglia intrecciata è originario del Cile, dove lo indossano i cavalieri (huasos), così come le popolazioni rurali del centro del paese. È usato come parte del costume popolare mentre si balla la danza nazionale della cueca.

Mantiglia

Visualizza questo post su Instagram

Bellissima foto che @rocio0sorno ha condiviso oggi con una mantiglia nel giorno del suo matrimonio nella cattedrale di Siviglia #sevilla wedding #weeding #rocio0sorno #rocioosorno #bodarocioycoco #novia #mantilla #novias #novias2019 #bridal #bridaldress

Un post condiviso da 55bellezza (@55cosasbonitas) il 1 luglio 2019 alle 5:28 PDT

Un altro accessorio spagnolo antico che è ancora in uso oggi, in Spagna e oltre, è la mantiglia. Realizzato in pizzo o seta (o entrambi), è un copricapo e spalle, risalente al XVI secolo, che veniva spesso indossato con una peineta. Oggi vedrai le mantiglie come parte di cerimonie religiose formali, come i matrimoni o durante la Settimana Santa. Tradizionalmente, le mantiglie bianche sono indossate da donne giovani e/o non sposate e nere da quelle sposate o vedove.

Chullo

https://www.instagram.com/p/B2boVY3DsKA/


Quando le temperature scendono, potresti vedere molte persone che indossano cappelli di maglia con paraorecchie e lacci penzolanti. Questi sono in realtà chullos peruviani (o loro imitazioni). I cappelli caldi sono fatti di lana e sono originari delle montagne andine (c'è chi crede che abbiano l'influenza di cappelli spagnoli simili).

Rebozo

Visualizza questo post su Instagram

[…] La mia volontà è grande, la mia volontà resta. […] Diario di Frida Kahlo. Fotografia: Nickolas Muray. #FridaKahlo #ElDiariodeFridaKahlo #friducha #fridakahlolife #fridakahloinspired #fridakahloinspired #fridakahloquotes #fridakahlostyle #fridakahlolove #fridakahlolovers #fridakahlolove #fridakahlofans #rebozo #enaguas #faldalarga #mujeresmexicanas #pintorasmexicanas #mexicanwoman #mexicanartist #nickolasmuray # FridaesMéxico #FridaenPlaya #MuseoFridaKahloRivieraMaya

Un post condiviso da Museo Frida Kahlo Riviera Maya (@fridakahlomuseo) il 20 dicembre 2019 alle 14:09 PST

Il rebozo è un lungo pezzo di tessuto rettangolare con frange indossato tradizionalmente dalle donne messicane (è sinonimo di Frida Kahlo e della sua estetica). Questo multitasker può essere indossato e utilizzato in vari modi: come sciarpa, fascia, fascia per la testa, come modo per trasportare un bambino, come aiuto per la gravidanza e/o il travaglio, come top e altro ancora.

Bande di Chola

Visualizza questo post su Instagram

- - #chicana #lowrider #lowriders #oldies #cholabands #oldschool #oldskool #oldskoollove # 90's #payasa #cholamakeup #sandiego #chicanamakeup #xicana #payasa #clown #cholaclown #chola #chicanoarte #firmerwow #oldies #cholabands

Un post condiviso da (@dollfacecollectionz) il 13 novembre 2019 alle 14:09 PST

Un altro esempio di oggetto non latino dato il tocco latino sono le bande di chola. I giovani Chicanas, a partire dagli anni '70 e '80, hanno preso braccialetti di gelatina nera e li hanno intrecciati in tutti i tipi di disegni intricati che assomigliavano a ragnatele sulle mani, che sono state poi chiamate fasce Chola o braccialetti chola.

Veste cubana

Visualizza questo post su Instagram

#centrohabana #cuba #cubanladies #traditionalcubandress #batacubana #flowerseller

Un post condiviso da Luisa Usignolo (@lula_nightingale) il 25 febbraio 2018 alle 12:36 PST

Il bata Cubana, noto anche come abito da rumba cubano, è un indumento cubano indossato per le esibizioni. Originario del 19° secolo, è il risultato di influenze africane, francesi, rom, Taino e spagnole, caratterizzato da balze, pois, colori vivaci, pizzi e altro, e indossato con un copricapo in stile africano. Celia Cruz è nota per aver indossato bata Cubanas per molte delle sue esibizioni.

gonna

Visualizza questo post su Instagram

SRM. Karol Anabel Vergara @karolvergara_2019 con i suoi signori @luis_armuelles e @rubenmeto #folkloreespanama #sanjose #lastablas #festival #tambor #pollera #turismo #momenti indimenticabili

Un post condiviso da ACCADEMIA DI TECNICHE E DANZE (@folkloreespanama) il 13 dicembre 2019 alle 10:47 PST


Quando vedi le danze tradizionali in tutta l'America Latina e vedi enormi gonne che vengono sventolate e volteggiate nei balli, molto probabilmente stai guardando le pollere. La pollera è ciò che le donne spagnole indossavano durante il periodo coloniale e che è stato integrato nelle culture indigene di paesi tra cui Panama, Bolivia e Colombia. Ogni paese avrà il proprio stile di ricamo, colori e motivi per i propri pollera, che vengono indossati con top abbinati.

Ruana

Visualizza questo post su Instagram

{CONTEST} La primavera si avvicina già, con essa la voglia di uscire e godersi l'aria aperta… proprio per questo abbiamo voluto fare un #contest dato che ci siamo ispirati ahahah. . Vogliamo conoscere i tuoi panorami ideali per la primavera e questo 21 settembre, equinozio di primavera, sorteggeremo 1 Ruana ocra per te e una sciarpa per chi taggherai! I premi sono totalmente unisex, quindi tutti possono partecipare! . . Come partecipare Parlaci di un luogo in Cile in cui ami trascorrere la primavera e tagga con chi andresti e perché! …Entrambe le persone devono seguirci nell'account per vincere il premio .. . Così lasceremo molte opzioni di bei posti da scoprire. . buona fortuna.. li leggiamo tutti!!. . . **PS: se vince qualcuno della regione, la spedizione è a tue spese e faremo il sorteggio attraverso le domande mostrando il processo quindi non ci sono dubbi **. . . . #chomba #ruana #concurso #primeravera #unisex #photography #streetwear #streetstyle #womanfashion #menfashion #landscapes

Un post condiviso da Chomba (@_chomba) il 14 settembre 2019 alle 12:58 PDT

La ruana colombiana è simile a un poncho messicano, in quanto è un indumento quadrato/rettangolare simile a una coperta con un foro per accogliere la testa. Tuttavia, ha uno spacco che corre lungo la parte anteriore fino all'orlo. È un simbolo nazionale del paese sudamericano ed è stato tradizionalmente indossato nella più fredda regione andina.

espadrillas

Visualizza questo post su Instagram

Alpargata va tutto bene, comodissimo per i tuoi piedi! . . www.pilcheria.com.br (54) 99114-4834 Passo Fundo Shopping – Loja 1054, 1º andar (54) 3310-1375 . . #Pilcheria #RS #EstiloSulino #Tradição #Cultura #Gaúcho #MeuJeitoDeSerGaúcho #Alpargatas

Un post condiviso da Pilcheria (@pilcheriaoficial) il 15 gennaio 2020 alle 9:15 PST

Molte persone indossano le TOM, optando per le loro scarpe di tela leggere e immediatamente riconoscibili, disponibili in una varietà di colori e stampe. Ma queste scarpe iconiche risalgono a molto prima che l'azienda fosse anche solo un pensiero. Sono un'interpretazione di alpargatas argentine, scarpe di tela e suole di corda che possono essere fatte risalire alla Spagna (derivate dai sandali egizi migliorati dai romani).

Zaino Arhuaca

https://www.instagram.com/p/BJLgpTch3Ob/

Tessuti dalle donne indigene Arhuaco della Sierra Nevada della Colombia, i mochila Arhuaca sono borse che presentano disegni speciali, realizzati in colori neutri. Questo simbolo nazionale della sinistra del paese sudamericano ha iniziato a lasciare il suo luogo di origine negli anni '60, diffondendosi in altre parti della Colombia e poi nel mondo.