By Erin Holloway

3 latine si rendono conto di ciò che alla fine ha curato la loro acne

Foto: Unsplash/@armedshutter


Come qualcuno che è aveva l'acne cistica dall'età di 12 anni , è stata una lezione amara e deludente apprendere che non sarebbe scomparso non appena avessi superato l'adolescenza. La parte divertente dei miei primi vent'anni è stata oscurata dal fatto che ho passato anni a provarci per curare le mie macchie rosse ostinate che erano il risultato della mia acne. Ho provato più e più volte a sbarazzarmi della mia acne, ma nulla sembrava funzionare.

Ecco solo un assaggio di alcuni dei strategie di cura dell'acne che ho provato in vari momenti della mia vita: eliminare latticini, zucchero e alcol, Differin, ogni antibiotico sotto il sole, diffondere pensieri positivi nell'universo, maschere in tessuto, olio detergente, non truccarmi, integratori di vitamina D, integratori di ferro, dormire con i capelli raccolti, cambiare costantemente la federa del cuscino e bere litri d'acqua.

È stato solo quando il mio dermatologo mi ha prescritto lo Spironolattone, un farmaco per abbassare la pressione sanguigna che è anche usato off-label per curare l'acne ormonale, che una mattina mi sono guardato allo specchio e ho visto una faccia chiara e senza imperfezioni che mi fissava. Ora, mi occupo di brufoli occasionali, ma sono molto meno e più lontani di prima. Detto questo, recentemente ho dovuto abbandonare Spiro per motivi di salute: sto incrociando le dita dicendo che i miei brufoli sono spariti per sempre.


So di non essere sicuramente l'unico a capire la frustrazione di avere a che fare con l'acne testarda. In effetti, l'acne adulta nelle donne è così comune che l'anno scorso, il New York Times ha scritto di aver raggiunto proporzioni epidemiche . A rendere le cose più frustranti è che alcune prove suggeriscono che le latine lo siano effettivamente Di più suscettibile all'acne adulta rispetto alle donne di altre etnie, secondo Cosmopolita. Il colpevole, secondo il dermatologo di New York Dennis Gross, sono i nostri geni. Disse Cosmo nel 2013 gli stessi geni che ci rendono meno sensibili all'esposizione al sole e ai danni del sole rendono anche la nostra pelle più grassa e soggetta a sfoghi. Vabbè, vabbè.

Tutto questo per dire che se hai lottato con l'acne, sei tutt'altro che solo! Di seguito, tre latine condividono ciò che alla fine ha curato la loro acne per sempre. Non dimenticare di prendere appunti.

Maria A., 26

Visualizza questo post su Instagram

il miglior anno di sempre #happybirthdaytome

Un post condiviso da Maria Azua (@mariaazua_) il 17 ottobre 2018 alle 20:03 PDT

Non appena ho compiuto 12 anni, ho iniziato a lottare con l'acne cistica. La mia acne era davvero brutta per qualcuno della mia età: non era solo un brufolo qua o là prima di un grande evento. Ho avuto gruppi di acne che hanno causato cicatrici e ho provato tutto ciò che potevo, dalla leggenda metropolitana del dentifricio a ogni trattamento spot Neutrogena che è uscito. Anche se sapevamo che l'acne proveniva dalla famiglia di mio padre, pensavamo che fosse qualcosa da cui sarei cresciuto alla fine. Stavo fuori a fare shopping con mia madre e delle signore a caso si avvicinavano a mia madre e le chiedevano della mia acne e perché mi lasciava mangiare cibi grassi. Praticamente tutti quelli che abbiamo incontrato avevano qualcosa da dire sulla mia acne o avevano una sorta di consiglio su come affrontarla, dal cercare di venderci prodotti Herbalife al sostenere che potevano portarmi una sorta di olio essenziale dai loro paesi d'origine. Anche il dermatologo che la mia famiglia frequentava da anni non era di grande aiuto e credeva persino che il cioccolato e caramello fossero la fonte dei miei problemi di pelle.

Ho imparato a conoscere Accutane per la prima volta leggendo il romanzo per giovani adulti di Judy Blume Ecco a te, Rachel Robinson . Ero abbastanza esperto di Internet quando ero in terza media e in realtà ho trovato un dermatologo online che aveva risorse su Accutane. Sono andato con mia madre dal mio dermatologo abituale e ho chiesto un rinvio a un altro dermatologo. [Quel] dermatologo era aperto a me usando il trattamento. Ho dovuto fare gli esami del sangue ogni mese durante la dose e avevo anche tutti i sintomi nel libro: la mia faccia si sbucciava in modo orribile, avrei mal di testa se fossi stata al sole troppo a lungo e occasionalmente sanguinavo dal naso. Ho terminato il mio trattamento con Accutane quando avevo circa 16 anni e 10 anni dopo non ho ancora sblocchi.

Posso effettivamente mantenere la mia pelle con alcuni semplici detergenti e idratanti, ma amo comunque giocare con maschere e sieri diversi. La cosa più importante che mi ha aiutato è stata essere proattiva e trovare un dermatologo che non mi mandasse a casa con l'ennesimo tubetto di crema. Sono così grato di non aver avuto paura di chiedere al mio dermatologo di rivolgersi a [un altro] dermatologo quando ho capito che non saremmo andati da nessuna parte. Accutane è stato piuttosto controverso nel corso degli anni, ma penso che uno dei fattori importanti [sia] lavorare con un esperto che fornisca opzioni e suggerimenti che funzionino per te.

Sari R., 39


Ora ho 39 anni, ma ho sempre avuto problemi con i breakout. Di solito accadevano circa la settimana prima del mio ciclo mestruale, quindi dopo un po' mi ci sono abituata e l'ho accettato per quello che era... Intorno al periodo in cui ho compiuto 37 anni, i miei sfoghi iniziavano a peggiorare, quindi ho deciso di fissare un appuntamento con un nuovo dermatologo.

Si preoccupava davvero della mia pelle e mi ha detto che se mi avesse prescritto un retinoide con prescrizione medica sarebbe stato estremamente costoso, ma che hanno appena approvato o stavano per approvare un nuovo farmaco da banco per la pelle incline all'acne chiamato Differin e che io dovrebbe fare un tentativo. Ho dovuto aspettare circa due mesi prima che fosse disponibile, ma quando è arrivato CVS ero entusiasta di acquistarlo e wow, che differenza ha fatto nella mia vita.

La mia pelle è molto più affidabile mentre prima era così imprevedibile. [Ora] Non ho i pazzi breakout casuali intorno alla mia zona T, che è sempre stato il problema.

Mi lavo il viso ogni mattina con un normale lavaggio del viso e dopo applico una piccola quantità di gel Differin sul viso. È stato davvero il mio salvatore! Lo consiglio vivamente a chiunque e indovina un po': non mi sta facendo crollare! La mia pelle non è perfetta, ma è molto meglio di prima.

Andreina C., 30

Ho iniziato a scoppiare quando avevo 12 anni. Usavo roba da banco come Neutrogena, e qualunque cosa trovassi in farmacia, qualunque cosa trovassi per curarla.Ma poi quando ho compiuto 15 anni, è diventato davvero, davvero brutto - non erano solo normali sfoghi qua e là, era l'acne cistica - e ho dovuto iniziare a vedere un dermatologo. Abbiamo provato prodotti topici ma nulla ha aiutato, quindi mi ha messo su Accutane.


È stato terribile: ha reso la mia pelle super secca e ha peggiorato i miei sfoghi. Ho anche sofferto di depressione, che è un effetto collaterale. Ero solo questo quindicenne che aveva una pelle orribile, frequentava il liceo e si sentiva depresso. Non sapevo cosa fosse, ma sapevo che avrei voluto piangere tutto il tempo.

Il dermatologo ha detto che era un effetto collaterale del farmaco e ha detto: 'Sembra che questa sia una scelta che dovrai fare - se vuoi continuare a prenderlo, ne vale la pena?' E io ero tipo ' Mi sento così male e non funziona nemmeno – la mia faccia è ancora orribile – ma nient'altro funzionava, e nemmeno questa pillola che doveva essere così sorprendente non ha funzionato.

Mi sentivo come se fossi in un vicolo cieco e quando sei un adolescente, c'è molto da affrontare. Infine, il medico mi ha suggerito di provare un'altra pillola, lo Spironolattone. Avevo sentito molte altre persone a cui era stata prescritta anche quella pillola e quella era la pillola che mi ha aiutato. La mia faccia iniziò a schiarirsi lentamente. Ogni tanto mi veniva ancora un brufolo, ma non era come quando avevo 15 anni con queste enormi bolle che facevano solo male e non andavano via.

Il college è stato un periodo interessante perché sono andato a scuola e quindi ho vissuto con altre persone. Vedevo queste ragazze che andavano a dormire con tutto il trucco e si svegliavano il giorno dopo senza un solo brufolo, e io pensavo, 'Non posso farlo mai. Se mi addormento dopo una notte passata senza togliermi il trucco, sapevo che ci sarebbe stato un inferno da pagare al mattino.'


Ho preso [Spironolactone] per tutto il college, poi mi sono laureato e me ne sono andato. Non avevo un dottore perché mi ero trasferito fuori dallo stato ed ero tipo, 'Non prenderò più questa pillola, perché non posso andare da un dottore così facilmente e anche perché non lo faccio voglio essere dipendente da questa pillola per il resto della mia vita – non so quali siano gli effetti collaterali.' E a questo punto, avevo poco più di vent'anni, quindi stavo pensando che forse invecchiando i brufoli sarebbero scomparsi .

A 25 anni lavoravo come giornalista televisivo, quindi essere davanti alla telecamera ogni giorno e dovermi preoccupare per la tua pelle è molto da affrontare. Devi truccarti a causa delle luci, ma mettere tutto questo trucco ostruisce i pori, quindi c'è molta ansia.

Ho provato a gestirlo con prodotti da banco, sai detergente, tonico, idratante, esfoliante, leggendo molto su come gestirlo, ma mentre continuavo la mia carriera e iniziavo a fare più soldi, ho iniziato a ottenere trattamenti per il viso. Ho iniziato a vedere un'estetista e questo mi ha aiutato molto. Sono ancora in crisi, ma mi ha aiutato a gestirlo e avere qualcuno che lavora con la mia pelle ogni mese è davvero utile. Non sono mai stato così male come quando avevo 15 anni, ma ogni anno, spero, 'Ho un anno in più e sto per entrare nei miei trent'anni e questo sarà l'anno in cui finalmente mi sveglio e avere la pelle perfettamente chiara.'

Articoli Interessanti