4 cose da sapere su cosa sta succedendo a Cuba e come aiutare

Cuba protesta contro il coronavirus

Foto: Twitter/@MaElviraSalazar


cubano i residenti sono scesi in piazza L'Avana e altre città per protestare contro una dittatura decennale, la carenza di cibo e una crisi economica mentre i casi di Covid-19 continuano a crescere. I live streaming mostrano i manifestanti che cantano Freedom! Abbasso il comunismo ! e Patria y Vida (Patria e vita) con almeno 50 proteste in diverse località dell'isola, secondo Inventario, un sito Web di tracciamento dei dati a Cuba . La polizia è stata chiamata alle proteste anche se molti l'hanno descritta come una manifestazione pacifica mentre la stampa ufficiale, l'unico media sull'isola, scredita la causa. Un cartello pubblicato su Twitter recita: Quando le persone sono costrette a protestare nel mezzo di una pandemia, è perché la tirannia è peggio del virus. Continua a leggere per capire cosa sta succedendo a Cuba e come puoi aiutare.

C'è un picco di casi di Coronavirus e la mancanza di cure adeguate.

Cuba ha ufficialmente segnalato 6.750 casi e 31 morti domenica, anche se i gruppi di opposizione affermano che è probabile che le cifre reali siano molto più alte, ha riferito la BBC. I cubani hanno documentato sui social il crollo del sistema sanitario nella provincia di Matanzas, epicentro della pandemia di COVID-19 sull'isola, Il Miami Herald r eportato. Ciò ha portato a chiedere al governo di accettare gli aiuti umanitari poiché i pazienti Covid-19 continuano a vivere senza le cure di base e le necessità. La BBC ha riferito la scorsa settimana che alcuni cubani che hanno intervistato hanno detto i centri medici non hanno alcuna aspirina e ci sono stati focolai di malattie infettive inclusa la scabbia.

Cuba ha prodotto il proprio vaccino contro il COVID-19 e non hanno acquistato iniezioni da altri paesi, ma hanno riscontrato ritardi nell'immunizzazione della popolazione. Mia madre è appena morta. Siamo stati in isolamento per quattro giorni. Quattro giorni chiamando il SIUM (Sistema Integrato delle Emergenze Mediche) per venire a cercarla. Quattro giorni e il SIUM non è arrivato, ha detto Magdiel Matos fuori da un ospedale di Matanzas, secondo quanto riportato da NBC News.

L'economia ha continuato a deteriorarsi.


La pandemia ha causato la chiusura degli aeroporti, rallentando il turismo dell'80%, il che ha influenzato drasticamente l'economia in quanto è il la seconda fonte di reddito dell'isola . All'inizio del 2021 il governo ha proposto un nuovo pacchetto di riforme economiche che ha aumentato i salari ma anche i prezzi. Pavel Vidal , della Pontificia Javeriana University di Cali in Colombia, stima che i prezzi potrebbero aumentare tra il 500% e il 900% nei prossimi mesi, ha riferito la BBC.

Il presidente cubano Miguel Diàz-Canel ha attribuito le questioni economiche alle sanzioni degli Stati Uniti, che il presidente Biden deve ancora affrontare. L'amministrazione Trump ha messo in atto alcune delle più dure operazioni economiche misure contro Cuba da decenni , l'amministrazione Biden deve ancora revocarli, ha riferito la CNN. Tuttavia molti sui social media hanno affermato che le sanzioni non includono forniture umanitarie.

Siamo con il popolo cubano e il suo fervido appello alla libertà e al sollievo dalla tragica morsa della pandemia e dai decenni di repressione e sofferenza economica a cui è stato sottoposto dal regime autoritario di Cuba, ha affermato Biden in una nota.

Il governo censura i social media

I cubani non sono in grado di sensibilizzare sulla situazione online a causa del governo che ne blocca l'accesso e impedisce la diffusione di qualsiasi informazione dall'interno del paese, ha condiviso l'utente cubano di Twitter @pangolins, facendo eco alle critiche per la censura del governo sulla copertura dei social media delle manifestazioni . L'hashtag #SOSCuba ha dominato i canali dei social media con i cubani con sede negli Stati Uniti che cercano di aumentare la consapevolezza di ciò che sta accadendo sull'isola.


I politici cubani e la stampa ufficiale , l'unico consentito dalla legge a Cuba, comunemente scredita gli oppositori sostenendo di sostenere gli interessi degli Stati Uniti e di ricevere finanziamenti per opporsi, ha riferito la NBC. La censura dei media è stata comune sull'isola sin dal regno di Fidel Castro con molti compagni cubani che non erano a conoscenza della più grande protesta che Cuba avesse visto dalla rivoluzione di Castro avvenuta nell'agosto 1994 sulla diga del Malecón dell'Avana. Il Il governo cubano afferma i social media le piattaforme sono utilizzate dai nemici della rivoluzione per creare strategie di destabilizzazione che seguono i manuali della CIA.

Con l'avvento dei social media ora, le proteste sono cresciute solo quando i cubani stanno scoprendo cosa sta succedendo per mostrare il loro sostegno e molti negli Stati Uniti stanno sostenendo la causa anche amplificando la causa sui social. Giornalista Abraham Jimenez Enoa ha scritto in un editoriale che d'ora in poi Cuba non sarà più la stessa dicendo che questa rivolta ha aperto il cuore del regime.

La polizia starebbe usando la violenza contro i manifestanti.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da AP (@apnews)

In tutta la capitale sono state avvistate jeep delle forze speciali con mitragliatrici montate sul retro e la presenza della polizia è forte anche dopo le 21:00. coprifuoco ancora in vigore a causa della pandemia, Reuters segnalato. La pubblicazione riportava che i testimoni in L'Avana ha visto le forze di sicurezza , aiutato da presunti agenti in borghese, arresta circa due dozzine di manifestanti. Hanno anche usato spray al peperoncino e colpito alcuni manifestanti e il fotografo di AP Ramon Espinosa è rimasto insanguinato dopo un alterco con la polizia mentre copriva le manifestazioni. Ci sono state segnalazioni di manifestanti che hanno lanciato sassi contro auto della polizia vuote e le hanno chiamate repressori.

Per sostenere il movimento puoi amplificare le loro preoccupazioni attraverso l'hashtag #soscuba sui social media e la condivisione di contenuti dall'isola. Segui i giornalisti che hanno seguito le manifestazioni, tra cui Elaine Díaz @elainediaz2003, Lorena Cantó @lorenacantoEFE e Abraham Jiménez Enoa @JimenezEnoa su Twitter.

Articoli Interessanti