By Erin Holloway

5 Lotte di apprendimento virtuale che colpiscono le famiglie Latinx

Apprendimento virtuale

Foto: Unsplash/Kelly Sikkema


L'apprendimento virtuale è stata una sfida, per dirla alla leggera, per molte famiglie in tutta la nazione. Ma il modo in cui ha colpito le famiglie nere e latine è ancora più grande. L'ho visto nella mia stessa famiglia, dal dover usare spesso confusione app per l'istruzione, al puro esaurimento di fissare uno schermo per ore e ore, alla mia incapacità di completare sempre il mio lavoro dovuto essenzialmente al lavoro come assistente didattico per mio figlio (riducendo così le mie entrate).

Sono uno dei fortunati, però, e riconosco che le lotte di molte altre famiglie Latinx (e famiglie di immigrati Latinx) sono molto più grandi delle mie. Mentre molti di noi continuano in questa lotta (al fine di proteggere noi stessi e gli altri nella comunità), la mia speranza è che le scuole in tutta la nazione inizino ad affrontare più dei seguenti problemi che stanno interessando Latinx virtual apprendimento famiglie a prezzi sproporzionati.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Pris Blossom (@prisblossom)

Accesso a tecnologia, Internet e attrezzature

Anche se questo non è strettamente un problema solo per le famiglie Latinx, molti studenti hanno lottato per trovare l'equità quando si tratta delle risorse di cui hanno bisogno per imparare virtualmente. Molte famiglie Latinx stavano già lottando con l'avere accesso a un laptop o computer o anche accesso regolare al wifi prima della pandemia. Ma questi problemi sono stati portati in primo piano una volta che il COVID ha chiuso le scuole, con alcuni studenti che hanno finito per svolgere compiti tramite lo smartphone di un genitore o dover parcheggiare fuori dalle attività commerciali e biblioteche con wifi gratuito per connettersi alle riunioni. E mentre alcune scuole hanno lavorato per cercare di offrire laptop, non sono sempre veloci e affidabili come quelli acquistati e utilizzati dalle famiglie più benestanti.

Maggiori barriere linguistiche e culturali


Come molti di noi cresciuti in famiglie di prima generazione sanno, spesso spetta agli studenti diventare traduttori per i loro genitori che non parlano inglese. Anche se questa può essere una sfida, non è mai stato così difficile come adesso nel mezzo della pandemia. Questo perché sempre più studenti richiedono ulteriore aiuto con i compiti a causa della mancanza di accesso diretto e immediato ai loro insegnanti. Questa responsabilità ricade quindi sui genitori che potrebbero dover inizialmente farlo tradurre i compiti prima di poter tentare di spiegarlo ai propri figli. Navigare nella tecnologia è un altro ostacolo per questi genitori, alcuni dei quali non sono cresciuti usando il computer, altri che non hanno completato la propria istruzione. Tutti questi fattori mettono in svantaggio alcuni studenti virtuali.

Più probabilità di essere colpiti da COVID-19

A un anno dall'inizio della pandemia, resta il fatto che la gente di Latinx viene infettata in modo sproporzionato da COVID-19 in tutta la nazione. Rispetto ai bianchi non ispanici, stiamo vedendo tassi di infezione a 1,3 volte, ricoveri a 3,2 volte e decessi a tassi 2,3 volte superiori. Ora immagina di essere un bambino il cui genitore prende il COVID e deve essere messo in quarantena lontano da loro durante l'apprendimento virtuale. O un bambino il cui cugino è morto a causa del COVID e ha dovuto partecipare a un funerale su Zoom? Non importa quanto genitori e tutori cerchino di proteggere questi bambini, molti di loro devono affrontare malattie e decessi nelle loro famiglie e ciò influisce sulle loro prestazioni nelle classi virtuali.

Disparità nell'accesso al trattamento di salute mentale

Non c'è dubbio che c'è stato un salto significativo salute mentale problemi dall'inizio della pandemia. Ma mentre alcuni genitori potrebbero essere in grado di ottenere servizi di salute mentale per i propri figli, molti altri potrebbero non essere in grado o addirittura non volerlo. C'erano già delle disparità quando si trattava di chi riceve cure per la salute mentale, con i Latinx che non erano disposti a chiedere aiuto (a causa di stigma culturale ) o incapaci (a causa della mancanza di assicurazione, mancanza di finanze o altri ostacoli) e quelli le disparità permangono durante la pandemia . Inoltre, si teme che gli studenti di gruppi di minoranze razziali ed etniche (come i bambini Latinx) possano avere maggiori difficoltà con l'apprendimento virtuale a causa della loro precedente dipendenza dai servizi di salute mentale di persona ricevuti a scuola, a causa di pregiudizi impliciti da parte degli insegnanti, e altro ancora.

Affrontare le difficoltà economiche legate al COVID

Le famiglie nere e latine sono state duramente colpite finanziariamente dalla pandemia. Secondo l'Istituto di politica economica, tassi di disoccupazione sono saliti alle stelle per i lavoratori Latinx rispetto ai lavoratori bianchi, con le maggiori perdite di posti di lavoro che hanno colpito i lavoratori latini in generale. Con maggiori difficoltà economiche arrivano cose come l'insicurezza alimentare. Secondo il National Research Center on Hispanic Children and Families, attualmente una su cinque famiglie latine e nere cibo insufficiente, il che significa che hanno difficoltà ad accedere a cibo a sufficienza da mangiare nelle loro case. Ora immagini di provare a partecipare a 4 lezioni o riunioni Zoom al giorno con pochissimo da mangiare?


Nonostante tutto questo, la risposta non è necessariamente rimandare tutti gli studenti, o tutti gli studenti Latinx, nelle scuole. Piuttosto, ciò che è veramente necessario è continuare ad affrontare le disuguaglianze che già esistevano, e che continuano ad allargarsi, tra studenti latini e neri rispetto ai loro compagni di classe bianchi e alle loro famiglie.