By Erin Holloway

7 fatti che dovresti sapere per celebrare il giorno dei tre re

Foto: Unsplash/@ugurarpaci


Con Natale e Capodanno finiti, potresti ritrovarti in una crisi post-vacanze da cui non puoi uscire. Ci sono sempre quei buoni propositi per il nuovo anno su cui lavorare, ma ciò non fa che consolidare ulteriormente il fatto che l'allegria delle vacanze è nel passato. Sebbene per molti in America Latina e nel resto del mondo, il periodo natalizio stia proprio ora raggiungendo il suo apice, con l'Epifania o il Giorno dei Re Magi ( Il giorno dei re ) il 6 gennaio. E anche se questa celebrazione per te è radicata come una tradizione familiare annuale, ecco alcuni fatti divertenti e una storia sorprendente di cui potresti non essere a conoscenza.

Il dodicesimo giorno di Natale è arrivato

C'è un motivo per cui potresti aver sentito ripetere la canzone dei 12 giorni di Natale durante il mese di dicembre: le vacanze di Natale culminano il 6 gennaio con dodicesimo giorno di Natale , il giorno in cui i tre re, Gaspare, Melchiorre e Baldassarre, terminarono finalmente il loro lungo viaggio verso Betlemme. Chiamato l'Epifania, deriva dalla parola greca per manifestazione: vedere Dio in forma umana per la prima volta.

C'è un significato multiculturale di cui potresti non essere a conoscenza.

Sicuramente hai sentito parlare dei tre re che vengono a visitare il neonato Gesù Bambino, ma lo sapevi che provenivano ciascuno da diverse parti del mondo e si sono riuniti per celebrare l'evento? Viaggiando dall'Europa (Melchior), dall'Africa (Balthasar) e dal Medio Oriente (Caspar), ogni re portò un dono della loro patria da elargire . In un momento in cui le guerre hanno devastato gran parte della civiltà, l'unità simbolica di questo evento è piuttosto impressionante, indipendentemente da qualsiasi sfumatura religiosa.

Carnevale, inizio


Giusto. Il Giorno dei Tre Re in realtà dà il via al Stagione di Carnevale . Quindi non preoccuparti se pensavi che la festa fosse finita, c'è dell'altro dietro l'angolo! Nel 1783 i francesi soprannominarono il periodo compreso tra l'Epifania e il Mercoledì delle Ceneri carnevale , inteso come un periodo di celebrazione prima del pentimento durante il periodo quaresimale.

Pane per giorni

Il tradizionale filo dei re il pane è apprezzato in tutta l'America Latina, un pane in stile dessert con una statuetta di Gesù bambino cotta all'interno. Chiunque sia bloccato con il pezzo contenente la statuetta è incaricato di ospitare la prossima celebrazione il 2 febbraio— il giorno delle candele —facendo tamales per l'intero gruppo. Ma il Messico è davvero noto per le sue celebrazioni esagerate. Il zocalo a Città del Messico ha tenuto festeggiamenti con una pagnotta lungo più di un miglio con centinaia di migliaia di partecipanti per provarlo. Auguro a chiunque trovi la statuina di Gesù bambino in quel pane buona fortuna nella preparazione di tutti quei tamales...

Appello internazionale

Le festività del Giorno dei Tre Re non si limitano alla Spagna e all'America Latina. In Germania, gli alberi di Natale di solito rimangono in piedi fino al 6 gennaio (conosciuto lì come Epifania ) e i caroler vanno di casa in casa a raccogliere fondi per progetti di beneficenza. Conosciuto come La Befana in Italia i bambini italiani appendono le calze e aspettano che vengano riempite dalla vecchia fuligginosa, la Befana. La chiesa greco-ortodossa getta in acqua una croce per celebrare l'Epifania ( Teopania ) e il sacerdote locale benedice ogni casa del paese.

Festeggiando negli Stati Uniti

Se pensavi che la vacanza non faccia scalpore al di fuori delle comunità Latinx negli Stati Uniti, ripensaci. Disneyland ospita una celebrazione di quattro giorni , iniziata già il 4 gennaio, per onorare la festa. E anche New Orleans ha la sua versione del filo dei re , chiamato torta reale . Sebbene di solito non venga apprezzato fino al Mardi Gras alla fine della stagione di carnevale, riconosce i tre re con tre diversi colori di glassa: oro (potere), verde (fede) e viola (giustizia). Simile al filo dei re , chiunque trovi il bambino di plastica infornato nella torta è incaricato di ospitare la festa e di cuocere la torta l'anno successivo.

Tradizioni provate e vere


Probabilmente hai capito questa parte: dal lasciare il fieno per i cammelli dei tre re, allo scrivere lettere ai tre saggi, al lasciare gli stivali fuori dalla porta invece delle calze sul camino, ci sono un sacco di tradizioni provate e vere era solito celebrare in tutta l'America Latina. Condividi con noi il tuo preferito, o anche meglio, il più stravagante o sorprendente.