By Erin Holloway

9 attivisti latini che portano avanti l'eredità di Martin Luther King Jr

Foto: Instagram/msladyjustice1

Le nostre vite iniziano a finire il giorno in cui diventiamo silenziosi sulle cose che contano.- MLK Jr.


Tra cinquant'anni da oggi, il dottor Martin Luther King Jr. è stato ucciso a colpi di arma da fuoco sul balcone del Lorraine Motel a Memphis, nel Tennessee. Avrebbe avuto 89 annie mentre ricordiamo la sua vita, è facile sorvolare su tutte le difficoltà che lui e i suoi colleghi attivisti per i diritti civili hanno subito e saltare al risultato finale. Contrariamente al quadro roseo dipinto nei libri di storia e da film simili Selma , dobbiamo ricordare che il dottor King non era ben voluto dal governo, e nemmeno da tutti i leader e attivisti per i diritti civili. Come la maggior parte delle persone che cercano di cambiare, lui e la sua famiglia sono stati molestati dalla polizia, nel 1963 ha trascorso 11 giorni in una prigione di Birmingham ed è stato descritto come un violento agitatore nonostante i suoi appelli alla non violenza – suona familiare? Ciò che stava proponendo al sud segregato era considerato una follia assoluta, una follia che vediamo ancora nella resistenza del Southern State alla rimozione delle statue dei confederati, nella loro propensione per le leggi sulla soppressione degli elettori e nella volontà di votare per i molestatori di bambini.

La memoria del dottor King è diventato un punto di orgoglio e un punto di partenza per le relazioni razziali negli Stati Uniti, che hanno lottato tremendamente nell'ultimo anno grazie a voi sapete chi. È facile guardarsi intorno e sentire che nulla è cambiato, soprattutto perché i neri e i marroni americani stanno ancora lottando ogni giorno per i loro diritti umani fondamentali e la loro dignità. Ma gli insegnamenti del dottor King continuano a informare la missione degli attivisti sociali in tutta questa nostra grande nazione e oltre, ecco nove attivisti latini che stanno portando avanti la sua eredità combattendo per le cose che contano.

Silvia Mendez

Nel 1855, il legislatore dello Stato della California stabilì che i consigli scolastici non potevano utilizzare fondi pubblici per educare studenti non bianchi. Quando pensiamo ai casi di segregazione, la maggior parte delle persone pensa a Brown contro The Board of Education non Mendez contro Westminster ( Il caso di Silvia ), che è stata confermata nel 1947 per desegregare le scuole in California. Nel 1943, cinque famiglie messicane americane portarono in tribunale quattro distretti scolastici (Westminster, Santa Ana, Garden Grove ed El Modena, ora Eastern Orange) nella contea di Orange, sfidando le scuole messicane separate ma uguali a cui erano sottoposti i loro figli. Mendez vs. Westminster è diventato il primo caso nella storia degli Stati Uniti a regola a favore di desegregazione, una sentenza che è stata utilizzata anche come precedente in Brown vs. The Board of Education. Mendez ha continuato l'eredità dei suoi genitori, sostenendo i diritti dei latinoamericani e l'istruzione. Nel febbraio del 2011 il presidente Barack Obama le ha conferito la Congressional Medal Freedom per il suo attivismo per i diritti civili durante tutta la sua vita.

Monica Ramirez


Monica Ramirez è una pluripremiata avvocato, sostenitrice e autrice dei diritti civili che ha creato un movimento per elevare la Giornata della parità di retribuzione di Latina il 2 novembre. Ramirez è la sostenitrice del più grande movimento per la parità retributiva latina negli Stati Uniti e ha fondato il primo progetto con sede negli Stati Uniti dedicato a rappresentare le lavoratrici agricole vittime di discriminazione di genere e violenza sessuale sul posto di lavoro. Ha continuato a guidare diverse iniziative su larga scala, prima di conseguire il Master in Pubblica Amministrazione presso la Harvard Kennedy School. Ramirez è anche vicedirettore del Labour Council for Latin American Advancement (LCLAA). Puoi controllare il suo Twitter qui , collaborare con la LCLAA qui e fatti coinvolgere con Latina Equal Pay qui .

Isa Noyola

Isa Noyola, nata in Texas e cresciuta a Cali, è una translatina e attivista per i diritti degli immigrati. È una leader nazionale nel movimento per i diritti degli immigrati LGBTQ e vicedirettore del Transgender Law Center. Con le sue radici indigene di Comitán, Chiapas e San Luis Potosí, Messico, Noyola lavora a lungo per il rilascio delle donne transgender dalla detenzione ICE e la fine di tutte le deportazioni. Lei fa parte del #Non1di più team della campagna e siede nei comitati consultivi di coalizione TAJA , Lui/Lei per Translatinas , e Famiglia: Trans, movimento di Liberazione Queer . Ha organizzato la prima trans nazionale in assoluto convocazione antiviolenza che ha riunito oltre 100 attivisti, per lo più donne trans di colore, per affrontare l'epidemia di violenza che le comunità trans stanno affrontando. Puoi controllare il lavoro che fa con il Transgender Law Center qui e seguili su Twitter qui .

Orgoglio di positività di Nalgona

Gloria Lucas, tiene seminari sul perché i disturbi alimentari nelle donne marroni e indigene sono una questione di giustizia sociale. Ti farà pensare al motivo per cui le conversazioni sull'immagine corporea non affrontano il colorismo ereditario e il razzismo all'interno del trucco - nessun gioco di parole - dell'industria della bellezza tradizionale. Perché troviamo capelli biondi, occhi azzurri e corpi magri come l'apice assoluto della bellezza? Perché ci siamo convinti ad amare ciò che siamo non più di ciò che siamo? È necessaria l'entocritica marrone/indigena sull'esperienza stratificata che i loro corpi affrontano, puoi supportarla Patreon qui . Puoi controllare i suoi seminari e gruppi di supporto qui .

Nancy Morejon

Il lavoro di Nancy Morejón sulle questioni contemporanee di etnia, genere, storia, politica e identità afro-cubana è stato direttamente influenzato dal Movimento di liberazione nero negli Stati Uniti. Morejón è in prima linea nell'esperienza afro latina all'interno del pensiero rivoluzionario cubano e nell'eredità di essere un figlio della cultura spagnola e africana. Morejón è il più conosciuto e la più ampiamente tradotta poetessa della Cuba post-rivoluzionaria. È la prima poetessa nera ad essere pubblicata ampiamente e ad essere accettata come scrittrice, critica e traduttrice professionista. Morejón è il vincitore del Premio della Critica (1986) e del Premio Nazionale di Letteratura di Cuba (2001). Attualmente dirige il Caribbean Studies Center a Casa delle Americhe , L'Avana, epicentro dell'intellighenzia cubana e latinoamericana. ( bombmagazine.org ) Puoi comprare i suoi libri qui .

Carmen Perez

Visualizza questo post su Instagram

Riguardo la notte scorsa! Grazie @iamjamalscott per avermi truccato e acconciato i capelli! Amici, seguitelo e prenotatelo per il vostro prossimo evento! Lui è tutto! tu #GlamourWomenofTheYearRecipient #glamourawards2017 E un ringraziamento speciale a @jaxcee per il mio colore! #Regole Capelli

Un post condiviso da Carmen Perez (@msladyjustice1) il 14 novembre 2017 alle 6:21 PST


Carmen Perez è la direttrice esecutiva di The Gathering for Justice, un'organizzazione no-profit fondata dall'artista e attivista Harry Belafonte. Attraverso il suo ruolo, Perez ha viaggiato per il mondo come sostenitrice dei diritti umani e civili, promuovendo la pace e lavorando con funzionari statali e federali per sviluppare alternative alla carcerazione e alla violenza. Ha organizzato eventi educativi, spirituali e culturali per giovani incarcerati in tutto il mondo, da New York a El Salvador e Venezuela.Carmen è anche co-fondatrice di Justice League New York e fondatore di Justice League CA, due task force statali per il progresso giovanile e programma di riforma della giustizia penale .Più recentemente è co-presidente nazionale della marcia delle donne a Washington.Puoi dare un'occhiata al suo lavoro qui e continua a seguirla Facebook , Instagram , e Twitter .

Giovanna Toruno

Visualizza questo post su Instagram

Quest'anno è stato coerente autodisciplina, dedizione e un sacco di cose da fare per conto mio. Nel 2018 e così via, questa serie continuerà a smantellare i confini e rivendicare spazi per noi e da noi. Grazie a @nowthisnews @tortiachips.jpg per questa piccola intervista in estate. Il prossimo anno sarà ricco di workshop, eventi e incontri con la nostra comunità come la vena del cuore di tutta la nostra operazione. Grazie per il vostro incrollabile supporto - per ogni filo che io e te seminiamo, prometto che copriremo questo mondo con noi stessi. @johannareign

Un post condiviso da Serie di strada impenitente (@theunapologeticstreetseries) il 25 dicembre 2017 alle 16:31 PST

Johanna Toruno è la creatrice del Serie senza scusarsi marrone , un progetto di street art in corso che si concentra sull'empowerment delle donne marroni in spazi che si sentono ostili o presi in prestito. Quello che è iniziato come volantini di fiori nel Queens ha assunto una vita completamente propria mentre le lettere d'amore di Turino alle ragazze Brown continuano a risuonare con noi a livello spirituale. Oggi ha tenuto una conferenza alla New York University, ne ha parlato GST in poi National Public Radio, Radio Pubblica , è stato presentato su Ora questo , Raffineria 29 , e qui a HipLatina . Toruno continua a parlare pubblicamente della necessità di una rappresentanza positiva e dei diritti degli immigrati. Puoi seguire il suo lavoro qui.

Cassandra di @Xicanismo_

https://www.instagram.com/p/BbfZIdODxZX/?hl=it&taken-by=xicanisma_

Ana Castillo ha detto: È il nostro compito come xicanisti , non solo per rivendicare il nostro indigenismo, ma anche per reinserire il femminile abbandonato nella nostra coscienza. Cassandra si è impegnata a fornire commenti sociali sul modo persistente in cui noi come società - e come persone sistematicamente svantaggiate - ci aggrappiamo così strettamente agli 'ismi' che servono solo a rafforzare quegli stessi sistemi di gerarchia e svantaggio. Affronta argomenti come l'abilismo, il sessismo, il femminismo bianco, le strutture capitalistiche, il machismo e come sono così deliberatamente rafforzati e trascurati nel quotidiano. Puoi seguirla su Facebook, Twitter @gringatears , e Instagram, sostenerla Patreon e ascolta @bitterbrownfemmes, il podcast di cui è co-conduttrice qui .

Bambi Salcedo

Visualizza questo post su Instagram

#newlook per gentile concessione della mia cara #sis @johanna_saavedra_ si prepara a portare il mio #TransLatinaPower a #sanfrancisco con il mio caro amico @kj_exigente e la conferenza #lgbtqhealth a #ucsf

Un post condiviso da Bambi Salcedo (@labamby) il 23 febbraio 2017 alle 18:33 PST

Bamby Salcedo è il fondatore della [email protetta]Coalizione , un'organizzazione con sede a Los Angeles il cui visione è di amplificare l'istruzione e risorse per promuovere l'empowerment dei leader trans, nonché per sostenere i bisogni specifici della comunità trans [protetta tramite posta elettronica] che risiede negli Stati Uniti e per pianificare strategie che migliorino la nostra qualità di vita.Salcedo ha ricevuto diversi premi per il suo lavoro in comunità ed è stata oggetto del documentario del 2013, TransVisible: La storia di Bamby Salcedo . Puoi seguire il suo lavoro qui , in poi Facebook , Twitter e Instagram .

Articoli Interessanti