Alexandria Ocasio-Cortez confronta lo scandalo delle frodi universitarie con l'acquisto di un ufficio politico

Foto: Unsplash/@charlesdeloye


Il scandalo delle frodi universitarie che si è rotto questa settimana ha diversi parallelismi con la vita reale. Il concetto è piuttosto semplice: i soldi possono farti quello che vuoi. Una persona senza abilità, talento o merito è fuori questione. Arrivare ovunque nella vita, se il successo è essenziale per te, non è solo una questione di chi conosci, ma di quanto sei disposto a pagare per arrivarci. Quest'ultimo concetto di arrampicata si applica infatti a tutte le questioni della vita, non solo la forza lavoro, non solo la scuola, ma anche le casalinghe che vogliono stare al passo con i Jones. Pagare la tua strada in un livello potente riguarda le apparenze e non la dimostrazione di come ci sei effettivamente arrivato.

Diciamo tutto questo per illustrare un punto che il rappresentante Alexandria Ocasio-Cortez ha notato in risposta a un tweet sull'azione affermativa e sulla politica. Dovremmo prima aggiungere che l'azione affermativa, un sistema che aiuta a promuovere l'istruzione e l'occupazione di membri di gruppi noti per aver precedentemente subito discriminazioni è stato a lungo confutato dai tipicamente bianchi perché affermano di trovare un lavoro o di andare a scuola senza merito è ingiusto. Ma sto divagando.

Il co-fondatore di Bitch Media Andi Zeisler ha sollevato un punto importante riguardo allo schema di frode del college. Ha rotto l'ironia di come i ricchi siano in grado di pagare i loro figli nelle migliori scuole nonostante sia illegale, eppure l'azione affermativa è ancora disapprovata.

Forse questo è un buon momento per parlare di tutti i modi perfettamente legali in cui i ricchi sono autorizzati e ci si aspetta che manipolino i sistemi di ammissione all'università mentre insegnano ai loro figli a denigrare le 'azioni affermative'. Zeisler ha twittato .


In risposta, Rep. Ocasio-Cortez twittato : Immagino che l'ammissione al college non sia così diversa dalle elezioni, dove anche un sacco di soldi possono comprare il tuo posto. Inoltre, un [ambiente] in cui si sospetta che coloro che ce la fanno nonostante le probabilità non l'abbiano 'guadagnato', non appartengano veramente o si presume che non siano in grado di esibirsi allo stesso livello.

Ocasio-Cortez tocca le innumerevoli volte in cui i conservatori l'hanno rimproverata per non aver lavorato abbastanza duramente per guadagnarsi un posto al Congresso. Questa linea di pensiero è oltraggiosa quando, ad esempio, prendiamo in considerazione Jared Kushner, il principale consigliere della Casa Bianca del presidente Donald Trump. Kushner, un laureato di Harvard, le cui credenziali alla Casa Bianca sono state messe in discussione molte volte, è stato accettato nella scuola della Ivy League perché suo padre ha promesso alla scuola 2,5 milioni di dollari.

Secondo a Rapporto 2016 in ProPublica , il passato di Kushner al liceo non avrebbe in alcun modo potuto portarlo ad Harvard.

Non c'era modo che qualcuno nell'ufficio amministrativo della scuola pensasse che nel merito sarebbe andato ad Harvard, mi ha detto un ex funzionario della Frisch School di Paramus, nel New Jersey. Il suo GPA non lo giustificava, i suoi punteggi SAT non lo giustificavano. Pensavamo per certo che non sarebbe successo niente. Poi, ecco, Jared fu accettato. È stato un po' deludente perché all'epoca c'erano altri ragazzi che pensavamo dovessero davvero entrare nel merito, e non l'hanno fatto.

Eppure, Kushner ha un comodo lavoro alla Casa Bianca e la rappresentante Ocasio-Cortez, che ha lavorato a fondo per andare a scuola, essere eletta e farsi un nome solo in un paio di mesi dopo essere stata confermata in carica, ottiene merda per non essere qualificato. Il club dei vecchi è un concetto quasi ridicolo se non fosse così irritante.