By Erin Holloway

Il ballo della salsa non determina quanto sei latinoamericano

Foto: Unsplash/@frank_romero


Sono cresciuto nell'ultima famiglia Latinx. Parlo spagnolo a casa, in frigo trovi sempre diversi pacchetti di tortillas aperti e la mia famiglia osserva religiosamente Univision e Telemundo. Che fosse la mia pelle abbronzata oi capelli ricci, la mia latina è innegabile. Una delle cose che mi ha sempre legato profondamente alla mia cultura latina è la musica. Essendo una latina cresciuta a Bushwick (prima della gentrificazione), la musica Salsa è sempre stata intorno a me e ho sviluppato un amore per essa. Eppure, imparare a ballare la salsa è stato qualcosa che non è mai successo. Sembrava essere scivolato attraverso le fessure. Come è successo? Perché, lasciatemelo ribadire, sono cresciuto nell'ultima famiglia latina! Ciò significava che il sabato mattina mi svegliavo al suono delle canzoni di Oscar de Leon mentre Mami puliva la casa. Ma da qualche parte, in qualche modo, immagino di essermi perso una lezione di Growing up Latina 101 e non ho mai imparato a ballare la salsa.

Sapevo come doveva essere la salsa, ma non ho mai imparato il gioco di gambe. Era perché ero diventato troppo americanizzato lungo la strada? Avevo scambiato Joe Arroyo con troppo Jay-Z? Divenne un pensiero che periodicamente indugiava nella parte posteriore della mia testa. Nel corso degli anni, questo pensiero mi avrebbe fatto sentire come se fossi stato trattenuto dal vivere la mia migliore vita latina. Un pensiero che alzerebbe la sua brutta testa durante i matrimoni o le funzioni familiari. Mi sedevo sempre con riluttanza fuori dal set di salsa, scegliendo di fare un piccolo movimento di spalla dalla mia sedia, mentre ammiravo tutti gli altri che ballavano da lontano.

Nelle rare occasioni in cui avrei raccolto il coraggio di dire a un amico che non sapevo ballare la salsa, avrebbero pensato che stavo minimizzando le mie abilità di salsa o la mia mancanza. Saprai cosa fare, segui il flusso, direbbero. Ma a volte, con mio orrore, mi davano una faccia scioccata seguita da un Cosa? Non sai ballare la salsa? Immagino sia stato un po' imbarazzante, ma sì, davvero, non sapevo come farlo.


Alcuni mesi fa, mentre sfogliavo casualmente alcuni video di YouTube mi sono imbattuto in alcune esibizioni sbalorditive di Karen y Ricardo nello show Mondo della danza .Sono rimasto sbalordito dalle loro abilità e coreografie stellari di salsa. È stato proprio lì che ho preso una decisione esecutiva. Finalmente stavo per farlo. Stavo per imparare a ballare la salsa.

Dopo alcune ricerche su Internet, mi sono iscritta a corsi di salsa per principianti al Nieves Latin Dance Studio a Williamsburg, Brooklyn, vicino a dove vivo. Una volta alla settimana per le successive quattro settimane imparavo le basi della salsa.

All'inizio ero un po' terrorizzato. Sono cresciuto prendendo lezioni di danza classica e hip-hop, ma non avevo mai pagato di buon grado per imparare balli latini. Nella mia testa, la salsa era qualcosa che avrei dovuto nascere sapendo ballare. Ma eccomi qua.

Ho deciso di seguire queste lezioni da solo. Ho pensato di essere probabilmente l'unica persona che conosco che ha bisogno di seguire queste lezioni e non stavo cercando di mettermi in imbarazzo ulteriormente dovendo andare dai miei amici e spiegare loro che quando si trattava di salsa, non avevo idea di cosa Stavo facendo sulla pista da ballo.

Una volta entrato nello studio di danza e scansionato la stanza, sono stato piacevolmente sorpreso di vedere altri latini nella mia classe per principianti. Eravamo sulla stessa barca.


Il nostro istruttore Wil, è stato davvero paziente e in grado di scomporre i passaggi in un modo facile da seguire. Essendo i principianti che eravamo, ci ha insegnato il passaggio di base. Avrebbe chiamato uno, due, tre; cinque, sei, sette mentre ci mostrava i passaggi da rispecchiare. Il numero quattro e l'otto tornavano a casa, scherzava. Dopo che il primo mese di lezione di ballo era alle mie spalle, ero molto contento dei miei progressi. Mi sono anche iscritto alla seconda parte del corso per principianti. Verso la fine di ogni lezione, ci associavamo ed esercitavamo i passaggi che avremmo imparato. È ora di mettere alla prova il mio passo fondamentale. Avanti, avanti, indietro; indietro, indietro, avanti. I miei piedi si stavano muovendo nella giusta direzione, alla giusta velocità e tempo. Non troppo malandato ho pensato tra me e me, sono davvero qui e sto imparando a farlo!

Ogni settimana che passava, la mia fiducia cresceva un po'. Abbiamo iniziato a imparare le svolte di base, i passaggi laterali e i pettini. Mi esercitavo con alcune delle mosse davanti allo specchio mentre mi cambiavo per andare al lavoro la mattina. Otto settimane dopo e guardami mentre faccio una Susie Q! Mi chiedevo perché non mi fossi iscritta alle lezioni anni fa. Ma come si suol dire, il senno di poi è 20/20.

Non sarò mai brava come Karen y Ricardo. Ma ho deciso che avrei continuato con le lezioni. Ho trovato qualcosa che mi piace e sono riuscito a fare un po' di cardio durante la settimana, quindi è una vittoria per me. Alla fine voglio arrivare al punto in cui sono davvero bravo. Ma la lezione più grande per me in tutto questo non sono stati i passi di salsa che avevo imparato. Era che qualcosa non andava in me per non aver mai imparato a ballare la salsa. Non ero la ragazza che ballava con l'emoji del vestito rosso, ma questo non mi rendeva meno latina. Quella parte era tutta nella mia testa.