By Erin Holloway

Bricia Lopez sta portando la cucina casalinga di Oaxaca dalla sua famiglia alla tua

Foto: Sarah Ellefson tramite Pineapple Collaborative


Nella soleggiata Los Angeles, nel cuore di Koreatown, troverai Guelaguetza, un ristorante vincitore del premio James Beard che è stato l'epicentro della cucina e della cultura di Oaxaca negli ultimi 25 anni. In zapoteco, Guelaguetza significa offrire. È una festa annuale che celebra sia la dea del mais, Centeotl, sia la festa cattolica di Nostra Signora del Monte Carmelo. Ma Guelaguetza descrive anche l'offerta che ogni persona in una città o villaggio di Oaxaca condividerebbe con i vicini per celebrazioni come i giorni dei santi, i battesimi o i matrimoni.

Proprio come la tradizione di condivisione festiva che Guelaguetza rappresenta, la famiglia Lopez è diventata anche un'istituzione di Los Angeles responsabile della diffusione e della conservazione dello spirito di Oaxaca. Bricia, Paulina e Fernando Lopez Jr. hanno assicurato il continuo successo del loro amato ristorante, lanciando allo stesso tempo i loro fiorenti progetti collaterali — Amo Michelada e il Podcast di Super Mama che è diventato un social annuale, ospitando centinaia di ospiti.

Foto per gentile concessione di Bricia Lopez

Al timone degli affari e degli sforzi culturali della famiglia Lopez c'è Bricia Lopez, una donna impegnata che si è fatta un nome come esperta di cucina di Oaxaca e ambasciatrice delle tradizioni di Oaxaca. Questo mese ha lanciato il suo libro di cucina Oaxaca: cucina casalinga dal cuore del Messico , che abbastanza sorprendentemente è il primo libro di cucina sulla cucina di Oaxaca scritto da un autore di Oaxaca o raccontato attraverso l'obiettivo di una famiglia di Oaxaca.


Penso che sia una storia così importante perché non è solo la nostra storia, è la storia di tanti famiglie immigrate e solo ricette che siamo cresciuti mangiando. Penso che ci siano stati libri di cucina di Oaxaca qui negli Stati Uniti ma non ce ne sono stati di nativi di Oaxaca e mi fa impazzire il fatto che ci sia voluto così tanto tempo, dice Lopez a HipLatina. Sono così orgoglioso che dovevamo essere noi, penso che sarà così importante per ogni famiglia di immigrati leggerlo e cucinarlo.

Visualizza questo post su Instagram

Gli odiatori diranno che è Photoshop. #OaxacaIl Ricettario scende il 22-10-19 . Link per il preordine in bio

Un post condiviso da Bricia Lopez-Maytorena (@bricialopez) il 10 ottobre 2019 alle 7:39 PDT

Il ricettario svolge due funzioni, una come storia della famiglia Lopez e due, come registrazione di ricette tramandate di generazione in generazione. I lettori impareranno tutte le prove e le difficoltà che la famiglia Lopez ha dovuto affrontare come immigrati che cercavano il loro posto, cercavano di gestire un'impresa e crescevano i bambini nel processo.

Le prime pagine del libro sono la storia di come ci siamo trasferiti a Los Angeles [e] la vera storia della mia famiglia di come siamo qui, quando abbiamo vissuto a Oaxaca, crescendo, [e] come abbiamo quasi perso tutto quando abbiamo preso sopra il ristorante. Poi entra in queste ricette che siamo cresciuti mangiando, dice. È di tutto, dai frijoles de la olla agli huevos rancheros a cose che immagino si possa dire più di Oaxaca. Ci sono tutte le nostre ricette di talpa, il pollo frito con origano è un grande alimento base di Oaxaca - e tutte queste bellissime ricette tramandate da mia nonna che non vogliamo mai perdere. Penso tra me e me, un giorno mio figlio li cucinerà e si ricorderà di me.

La cosa più bella di questo libro, a parte la storia e la fotografia, è l'impronta che lascerà nel futuro. In quanto immigrata messicana, imprenditrice, chef, madre e ora autrice pubblicata, Lopez non ha perso la gravità di essere il primo ed essere visibile. Avere la storia della sua famiglia rilegata in un libro consolida la loro eredità e apre le porte a chiunque sia il prossimo. È qualcosa che Lopez dice si perde quando la storia della loro cultura viene raccontata da coloro che ne sono al di fuori. Penso che ciò che si perde quando arriva dall'esterno della comunità è la speranza che tu possa farlo anche tu. Penso che ogni ragazza che mi somiglia crede che un giorno potrà farlo perché qualcuno come lei l'ha fatto prima. Le persone che sono là fuori a farlo, devi vederti in loro, dice.


Quest'anno Lopez ha anche contribuito a portare un piccolo pezzo di Oaxaca a Las Vegas con l'apertura di Mamma Coniglio , un bar di mezcal e tequila che ha curato al Park MGM. Era davvero una visione collettiva tra me e Park MGM, e assicurarsi che la cultura fosse rappresentata e che tutto fosse fatto nel modo giusto. Siamo andati ben oltre per ottenere molti dei mezcal e delle tequila che volevamo ottenere e dare al posto uno spirito. Quando entri in un luogo può essere solo un luogo o puoi entrare in un luogo e sentirti come se fossi arrivato da qualche parte. Penso che sia quello che ha Mama Rabbit, quell'essenza: sembra di essere a casa, ha affermato Lopez

Anthony Bourdain una volta ha detto che impari molto su qualcuno quando condividi un pasto insieme. Con Guelaguetza, Mama Rabbit e ora il libro di cucina, tutti potranno conoscere Oaxaca, Los Angeles e la famiglia che li ama entrambi.

Puoi ordinare Oaxaca: ora la cucina casalinga dal cuore del Messico .

Articoli Interessanti