By Erin Holloway

Cancro al seno 101: tutto ciò che devi sapere sulla prevenzione

Foto: Unsplash / @ jxk


È ottobre e probabilmente sai già che lo è Mese nazionale di sensibilizzazione sul cancro al seno . È difficile uscire senza vedere la miriade di prodotti adornati con un nastro rosa e le aziende che promettono di donare una parte del ricavato per la sensibilizzazione, la prevenzione o la ricerca sul cancro al seno. Ma la consapevolezza del cancro al seno dovrebbe essere qualcosa di più del semplice acquisto di uno yogurt, uno smalto per unghie o una maglietta.

Ma per combattere davvero il cancro al seno, devi essere consapevole del tuo rischio, di come potresti prevenire la malattia e quali sono le tue opzioni per gli screening (inclusa la frequenza con cui dovresti eseguirli). Secondo i Centers for Disease Control , l'11% di tutti i nuovi casi di cancro al seno negli Stati Uniti interessano donne di età inferiore ai 45 anni. È anche il secondo tumore più comune nelle donne americane.

Se hai meno di 45 anni, potresti essere a maggior rischio di cancro al seno, secondo il CDC, se:

  • Hai parenti stretti a cui è stato diagnosticato un cancro al seno o alle ovaie (in particolare all'età di 45 anni o meno).
  • Hai cambiamenti in alcuni geni del cancro al seno (BRCA1 e BRCA2).
  • Hai un'eredità ebraica ashkenazita.
  • Sei stato trattato con radioterapia al seno o al torace durante l'infanzia o la prima età adulta.
  • Hai avuto un cancro al seno o altri problemi di salute del seno come carcinoma lobulare in situ (LCIS), carcinoma duttale in situ (DCIS), iperplasia duttale atipica o iperplasia lobulare atipica.

Il più grande rischio di cancro al seno per le donne più giovani è la genetica. Se sei a rischio, devi parlare con il tuo medico, che potrebbe indirizzarti a un consulente genetico, consigliarti di sottoporti a screening prima e più frequenti e prendere in considerazione medicine o addirittura interventi chirurgici che possono ridurre il rischio. Chi può dimenticare La mia scelta medica di Angelina Jolie dettagliare la sua decisione di sottoporsi a una doppia mastectomia preventiva?


Tuttavia, anche se non sei a rischio genetico, ciò non significa che sei completamente al sicuro. Il CDC raccomanda che, se sei a rischio medio di contrarre il cancro al seno, sai come appare e come si sente normalmente il tuo seno. Se ci sono cambiamenti evidenti, ne parli con il medico.Oltre ai fattori di rischio elencati dal CDC, il National Cancer Institute del Dipartimento della salute e dei servizi umani degli Stati Uniti elenca altri fattori di rischio, come bere più alcol, avere le mestruazioni prima dei 12 anni, avere una gravidanza a termine dopo i 30 anni, il peso corporeo (essere in sovrappeso o obesi) ed essere fisicamente inattivi per tutta la vita.

Pensi ancora di essere in chiaro? Bene, ripensaci prima di rinunciare all'esame medico annuale o all'autoesame mensile. Lo screening e la diagnosi precoce è uno dei modi migliori per combattere il cancro al seno. Nel caso ve lo foste perso: Sofia Vergara, che ha compiuto 45 anni all'inizio di quest'anno, di recente ci ha ricordato l'importanza delle mammografie .

Secondo la Fondazione Susan G. Komen , i test di screening vengono utilizzati per trovare il cancro al seno prima che tu possa manifestare segni di sintomi. La diagnosi precoce significa che le possibilità di sopravvivenza di una donna sono al massimo, motivo per cui è importante sottoporsi regolarmente a test di screening come un esame clinico del seno (in genere eseguito da un medico durante il normale controllo medico) e mammografia (una radiografia che crea immagini della mammella per consentire al radiologo uno sguardo più da vicino).

Le mammografie sono uno strumento di screening particolarmente importante, poiché sono il modo più efficace per trovare il cancro al seno nella maggior parte delle donne. Anche se potrebbero non essere la procedura più divertente nello studio del medico (anche se, esattamente, cosa c'è mai di divertente lì?), possono trovare tumori in una fase precoce, il che, ancora una volta, significa che il cancro è stato catturato quando le possibilità di sopravvivenza sono al loro massimo. Se hai un rischio medio di cancro al seno, dovresti iniziare le mammografie ogni anno, a partire dai 40 anni, purché tu sia in buona salute, secondo la National Comprehensive Cancer Network .

https://www.pinterest.com/pin/233131718196997851/


L'Affordable Care Act (ACA, o Obamacare) richiede che tutte le compagnie assicurative coprano il costo delle mammografie. Tuttavia, se hai bisogno di opzioni a basso costo o gratuite, puoi metterti in contatto con la Susan G. Komen Foundation, Planned Parenthood, la American Breast Cancer Foundation o il National Breast Cancer and Cervical Cancer Control Program.

Oltre a essere consapevole del rischio di cancro al seno e fare i controlli regolari, dovresti anche conoscere i segni e i sintomi del cancro al seno. Secondo l'American Cancer Society , il sintomo più comune del cancro al seno è un nodulo o una massa. Tuttavia, altri sintomi di cui dovresti essere a conoscenza includono: gonfiore di tutto o parte del seno (anche se non si avverte un nodulo distinto), irritazione o fossette della pelle (a volte assomigliano a una buccia d'arancia), dolore al seno o al capezzolo, retrazione del capezzolo (rivoltandosi verso l'interno), arrossamento, desquamazione o ispessimento della pelle del capezzolo o del seno e/o secrezione del capezzolo (altrorispetto al latte materno).

È anche importante sapere che le mammografie non rilevano tutti i tumori al seno e, inoltre, a volte il cancro al seno può diffondersi ai linfonodi sotto il braccio o intorno alla clavicola causando un nodulo o gonfiore (anche prima che il tumore originale sia grande abbastanza per farsi sentire). Questo è il motivo per cui è fondamentale che le donne siano consapevoli dei cambiamenti del loro seno, in modo che tu possa parlare con il tuo medico nel caso in cui uno di questi sintomi si presenti. Sebbene possano anche essere indicatori di qualcosa di diverso dal cancro al seno, è meglio essere controllati non appena si presentano sintomi per aiutare nella diagnosi precoce.

Se trovi un nodulo al seno, tuttavia, cosa fai? La prima cosa: niente panico! Secondo la rivista Salute , il primo passo è controllare il calendario perché, se è una settimana prima del ciclo, il nodulo potrebbe essere solo una piccola sacca piena di liquido della cista.La seconda cosa che dovresti fare, ovviamente, è chiamare il tuo medico. Il medico ti porterà a sottoporti a tutti i test corretti (come un'ecografia e una biopsia, se ne hai bisogno). E poi vai da lì. Se il nodulo è un cancro, dovrai discutere le opzioni per la chirurgia e il trattamento con il tuo specialista.


La cosa più importante quando si tratta di onorare il mese nazionale di sensibilizzazione sul cancro al seno ogni ottobre è assicurarsi di essere istruiti su questo argomento e fare tutto il possibile per rimanere in salute. Secondo la Mayo Clinic , puoi ridurre il rischio di cancro al seno limitando l'alcol, non fumare, controllando il tuo peso, facendo attività fisica, allattando ed evitando l'esposizione alle radiazioni e all'inquinamento ambientale.E, come ci ha ricordato Sofia Vergara , ricevendo proiezioni regolari.