Personaggi LGBTQ invisibili sulla televisione in lingua spagnola

Foto: Unsplash/@sharonmccutcheon


Se sei cresciuto come un ragazzo LGBTQ negli anni '90, come ho fatto io, probabilmente ricorderai quanto poco ti vedevi in ​​televisione all'epoca rispetto a quanta rappresentazione hanno oggi i personaggi lesbiche, gay, bisessuali, transgender e queer. Da Stephanie Beatriz Rosa Diaz su Brooklyn 99 recentemente uscito come bi alla bisessuale di lunga data di Sara Ramirez, la dottoressa Callie Torres Grey's Anatomy (che era sposata con una donna e ha lasciato lo spettacolo per perseguire una relazione con la sua ragazza), la rappresentazione è più diffusa che mai. Anche se possiamo celebrare alcuni progressi nel vederci rappresentati in TV, i numeri diminuiscono drasticamente quando parliamo di televisione in lingua spagnola.

Secondo un nuovo studio di GLADD , solo il tre percento dei personaggi della televisione in lingua spagnola in prima serata con sceneggiatura era LGBTQ. Sono solo 19 personaggi su 698, 13 dei quali sono uomini e un enorme 30 percento di quei personaggi vengono uccisi.

Il rapporto, che è intitolato Ancora invisibile e co-autore di Monica Trasandes, direttrice dei media e della rappresentanza in lingua spagnola e latina presso GLADD, e Janet Quezada, responsabile della campagna dell'organizzazione, hanno dato un'occhiata a Univision, UniMás e Telemundo e hanno notato che le statistiche erano le stesse ultimo l'anno precedente. Fondamentalmente, non c'è stato alcun progresso nella rappresentanza.


La buona notizia, se così possiamo chiamarla, è che GLADD si impegna a migliorare la situazione della rappresentazione LGBTQ nei media in lingua spagnola. Hanno avviato la campagna #PantallaInclusiva con l'aiuto dell'attrice bisessuale Sara Ramirez, che ha creato un video per la campagna e chiede una rappresentazione più diversificata.

Avrebbe significato così tanto per me crescere se io e la mia famiglia avessimo potuto vedere insieme storie LGBTQ significative, specialmente in spagnolo, una delle lingue che parlavamo spesso a casa, dice nel video. Abbiamo bisogno di una rappresentazione più inclusiva delle persone LGBTQ Latinx e ispaniche che vada oltre gli stereotipi obsoleti e rifletta il mondo in cui viviamo. E ne abbiamo bisogno sulla televisione in lingua spagnola e inglese.

In quanto persona LGBTQ Latinx, sono profondamente legato al messaggio di inclusività di Sara. Forse se la mia famiglia avesse visto i personaggi LGBTQ crescere, non sarebbe stato così difficile per me fare coming out. E sembra che non sia l'unico grato per la campagna #PantallaInclusiva:

https://twitter.com/RetroCalzona/status/943204615620841475