Cardi B afferma che le artiste hip-hop femminili non sono incluse nel movimento #MeToo

Foto: Wikimedia Commons/Frank Schwichtenberg


Cardi B non ha mai avuto paura di parlare e parlare delle cose che contano per lei. Non solo lei completamente impenitente su chi è ma non ha nemmeno paura di puntare i piedi per le questioni che contano. Ora la migliore nuova artista latina (grazie agli iHeartRadio Music Awards) sta parlando di come le artiste hip-hop non abbiano la stessa libertà di condividere le proprie storie di molestie sessuali nel mondo #MeToo di oggi.

Di recente, Jennifer Lopez si è aperta Harper's Bazaar su tutto, dal motivo per cui non ha intenzione di sposare il fidanzato Alex Rodriguez in qualsiasi momento al suo stesso incidente con un regista che le dice di togliersi la maglietta e mostrare le sue tette. Anche Salma Hayek ha parlato contro Harvey Weinstein , chiamandolo il mio mostro in a Il New York Times Op-Ed lo scorso dicembre. Nonostante queste latine condividano le loro storie, Cardi B non pensa che le donne come lei abbiano la stessa libertà.

https://www.instagram.com/p/BftMLl9B4zE/?taken-by=iamcardib

Un sacco di video volpi ne hanno parlato e a nessuno frega un cazzo, ha detto in una recente intervista a Cosmopolita , spiegando perché le donne nei video musicali hip-hop non fanno parte del movimento #MeToo. Quando cercavo di essere una volpe, la gente diceva: 'Vuoi essere sulla copertina di questa rivista?' Poi tirano fuori i loro d-i. Scommetto che se una di queste donne si alza e ne parla, la gente dirà: 'E allora? Sei un ho. Non importa.'

Ora con molti tizi che intervengono per offrire il loro sostegno alle difficoltà che le donne stanno vivendo da anni, Cardi B esita ad applaudire loro. Questi produttori e registi non si sono svegliati, hanno paura.


È difficile riconoscere che non tutti sono in grado di parlare e che, peggio ancora, non tutti sono inclusi nel movimento #MeToo a causa del loro aspetto o di ciò che rappresentano. La famosa ex spogliarellista formosa diventata rapper non si è mai vergognata della sua chirurgia plastica o della sua attenzione al suo aspetto, ma questo non dovrebbe essere un mezzo per escluderla dal poter parlare di molestie sessuali. Anche la sua storia e le storie di altre artiste e musiciste hip-hop sono importanti.

https://www.instagram.com/p/BgFYs0-BTAq/?taken-by=iamcardib

Una delle cose che Cardi B insiste a fare è continuare a difendere le spogliarelliste. Inizialmente ha fatto ricorso allo spogliarello, prima di diventare una star del rap con successi come Bodak Yellow, per sfuggire a una relazione violenta. Alla fine, ha lasciato quella carriera grazie a sua madre... ma non ha mai dimenticato i suoi giorni al palo. In una cultura in cui la vergogna per le troie è dilagante, è importante che le storie di TUTTE le donne, indipendentemente dalla loro professione o background, siano rappresentate nel movimento #MeToo. E Cardi B continuerà a pretendere il rispetto che meritano per le spogliarelliste.

La gente dice: 'Perché devi sempre dire che eri una spogliarellista? Abbiamo capito.' Perché non mi rispettate per questo, e d'ora in poi rispetterete queste spogliarelliste. Solo perché qualcuno era uno spogliarellista non significa che non abbia cervello.

È impressionante vedere Cardi B parlare a nome di altri artisti e donne come lei. E fa anche una buona osservazione: solo perché sembri in un certo modo o scuoti il ​​sedere non significa che non puoi anche essere vittima di aggressioni sessuali o che la tua storia è meno valida. Speriamo che impariamo questa lezione una volta per tutte.

Articoli Interessanti