By Erin Holloway

Come prenderti cura delle tue piante mentre sei in viaggio

Foto: Unsplash/@katya


per un amante del giardino , partire per un viaggio rappresenta un processo di pianificazione aggiuntivo alla preparazione del tuo bagaglio. Che sia per vacanza o per lavoro, prendiamo in considerazione quanto tempo staremo lontano da casa per sapere cosa faremo con le nostre piante.

Se si tratta di un viaggio breve, di una settimana o meno, siamo sicuri che le nostre piante sopravviveranno senza la nostra costante attenzione. Potrebbero anche avere un aspetto migliore quando torniamo.

La preoccupazione sorge quando siamo via per più di dieci giorni e sappiamo che avremo raccolti in giardino che avranno bisogno di attenzione per la raccolta o per controllare i loro parassiti. Allo stesso modo, con piante da fiore o erbe aromatiche che necessitano di un'irrigazione continua.

Quindi, se stai già programmando le tue prossime vacanze estive, condivido con te Cinque soluzioni per far sopravvivere le tue piante alla tua assenza:

  • Coordinarsi con a badante del giardino . Se riuscissi a convincere qualcuno della tua famiglia a prendersi cura delle tue piante sarebbe fantastico. Ma a volte è meglio liberarli da questa responsabilità per evitare delusioni al loro ritorno.

Se capisci che prendersi cura delle tue piante potrebbe rappresentare una sfida per alcuni membri della tua famiglia, coordinati con amici fidati. Se sono amanti del giardino , meglio. Lascia istruzioni speciali per quelle piante delicate e cosa fare se ci sono frutti pronti per la raccolta o come procedere in caso di parassiti.

  • Metti le tue piante in un lavandino o in un contenitore . Puoi creare un tipo di vasca per ospitare piante piccole o medie che vengono piantate in vasi di terracotta o pietra. Sul fondo della vasca, posizionare la ghiaia e sopra di essa un terreno umido o torba . Disporre le pentole. Le piante assorbiranno l'acqua attraverso i pori dei vasi poiché hanno bisogno di umidità.
  • Allontanare le piante dalle finestre. Spostali fuori dalle zone soleggiate e in un'altra parte della casa che è fresca e ombreggiata per la maggior parte del tempo. Eliminate le foglie appassite e i boccioli dei fiori. Le piante senza gemme avranno bisogno di meno acqua.
  • Crea una serra per piante grandi. Usa la plastica da dove provengono i vestiti puliti dalla tintoria ( lavanderia ) e crea un effetto serra. Versa dell'acqua sulla pianta e mettila all'interno del sacchetto. Usa un paletto o un bastoncino per evitare che la borsa cada sulle foglie e ti aiuti a fissare subito la chiusura con un cordoncino. In questo modo l'acqua non potrà evaporare e manterrà la pianta umida.
  • Assorbire attraverso cannucce di stoffa . Per le piante che si trovano in vasi di plastica, usa un filo di panno assorbente. Potrebbero essere le strisce del mocio o mop (pulito), inumidirlo e seppellire una delle estremità nella pentola. L'altra estremità, mettila all'interno di un contenitore pieno d'acqua. Le piante assorbiranno attraverso quel cavo.

Nei garden center troverai prodotti speciali per mantenere le tue piante idratate per lunghi periodi. Prima di partire, dai a ogni pianta un'acqua profonda. Rimuovi le piante appassite, raccogli il più possibile e metti al sicuro i tuoi vasi e contenitori per eventuali intemperie che potrebbero verificarsi mentre sei via.

E, naturalmente, buon viaggio!

Fonti consultate: Crescilo! Una guida al giardinaggio indoor/outdoor per bambini di Erika Markmann

Articoli Interessanti