Come Selena Quintanilla mi ha accolto in America

Selena Quintanilla

Foto: Flickr/hellboy_93

I primi mesi del 1995 furono piuttosto strazianti per i fan della superstar di Tejano Selena Quintanilla-Perez.


Il 26 febbraio, Selena si è esibita allo Houston Astrodome di fronte a più di 65.000 persone in quello che sarebbe stato il suo ultimo concerto, caratterizzato principalmente dalla musica del suo ultimo album spagnolo intitolato Amore proibito . Poco più di un mese dopo, il 31 marzo, la futura star di 24 anni sarebbe morta a causa di una sparatoria mortale da parte della sua manager del fan club, Yolanda Saldívar.

Waving Selena Quintanilla GIF di Hispanic Heritage Month - Trova e condividi su GIPHY

Mentre milioni di fan di vecchia data l'hanno addolorata in tutto il mondo, io ero un'immigrata di 9 anni che era arrivata in America meno di un anno prima.

La mia famiglia ha messo piede a Miami nell'aprile del 1994. Non conoscevo l'inglese ma, fortunatamente, la comunità cubano-americana ci ha abbracciato rapidamente e ho potuto appoggiarmi al mio spagnolo per saperne di più sul mio nuovo paese. Quasi istantaneamente, sono stata presentata a Selena e alla sua musica.

Visualizza questo post su Instagram

La mia famiglia cubano-russa è venuta in America il 6 aprile 1994. Eccoci in una delle nostre prime foto a Miami... Sono passati 24 anni. . . . . #Writer #writerslife #freelancewriter #freelancewriting #yearofwriting #freelance #author #writing #amwriting #memoir #moscowchica #memoirauthor

Un post condiviso da Irina González (@msirinagonzalez) il 9 aprile 2018 alle 12:45 PDT

Uno dei primi ricordi che ho della mia nuova casa americana è una cassetta Amore proibito , che ho ascoltato così tanto che alla fine l'ho consumato. La sua musica mi ha parlato e, come ho scoperto con piacere, il suo sogno americano è diventato presto il mio sogno.

Proprio come la maggior parte dei suoi fan, la sua tragica morte mi ha colpito profondamente, ancora di più perché avevo appena scoperto la sua musica pochi mesi prima che se ne andasse.


Perché ci hai lasciato così presto? Ricordo di aver pensato, senza capire bene come qualcuno così gentile, bello e talentuoso - la prima icona della cultura pop americana con cui mi sono connesso al di fuori dei film Disney - non fosse più con noi.

Durante un periodo di tumulto nella mia vita, la musica di Selena mi ha parlato. Le sue canzoni di amore, devozione e crepacuore hanno commosso il mio giovane cuore. Ma non è stato solo il suo carisma a conquistarmi, è stata anche la sua storia e il modo in cui teneva profondamente ai suoi fan.

Visualizza questo post su Instagram

Oggi è il 20° anniversario di questo film che ha significato MOLTO MOLTO per me da bambino, da bambina nuova in questo paese e anche bloccata tra le culture. #SelenaForever #Selena20

Un post condiviso da Irina González (@msirinagonzalez) il 21 marzo 2017 alle 18:44 PDT

Anni dopo, quando ho visto per la prima volta il Selena film biografico con protagonista Jennifer Lopez che è stato rilasciato quasi due anni dopo la sua morte, il 21 marzo 1997, ho imparato ancora di più sulla vita della cantante. Quello che non capivo un paio di anni prima, delle lotte della sua famiglia e della sua eventuale ascesa alla fama, è che la sua storia è anche la storia di ogni immigrato che è venuto in America in cerca di una vita migliore.

GIF messicana - Trova e condividi su GIPHY

Persone come mio padre cubano e mia madre russa, che si sono trovati contro ogni previsione a Mosca, hanno trasferito la nostra famiglia a Cuba e poi negli Stati Uniti e hanno lavorato instancabilmente per darmi ogni opportunità disponibile. E anche se potrei non aver avuto il talento musicale naturale di Selena, i miei genitori hanno sicuramente incoraggiato i miei altri sforzi artistici (dipingere e scrivere) instancabilmente come il padre di Selena, Abraham Quintanilla Jr., l'ha incoraggiata.


Conoscendo il mio amore per la star, i miei genitori alla fine lo hanno persino sostituito Amore proibito nastro con la versione CD dell'album, insieme ai CD del resto del suo catalogo. Quello che non sapevano, tuttavia, era quanto la star significasse per me.

Ascoltandola cantare del ragazzo carino nell'appartamento 512 o del modo in cui il suo cuore le salta fuori dal petto quando la sua cotta le passa accanto, il mio io preadolescente potrebbe capire. Ma oltre a ciò, ascoltando un artista di lingua spagnola di successo, abbracciato da così tanti, ho visto quanto fosse davvero diversa l'America. La superstar latina era un fulgido esempio di come una famiglia potesse lavorare insieme per migliorare la vita qui, e la sua musica ricordava costantemente quanto lontano fosse arrivata in poco tempo.

https://www.instagram.com/p/mdABaZSa69/?taken-by=msirinagonzalez

Le sue parole spagnole e la sensibilità americana mi hanno aiutato a integrarmi in America. Nel 1994, quando la mia famiglia è venuta negli Stati Uniti e ho scoperto il cantante Tejano, le uniche parole che conoscevo in inglese erano contare fino a 10 e arancione. Un giorno, mentre ascoltavo il suo album pubblicato postumo Sognandoti - quello che sarebbe stato il suo album crossover ufficiale in lingua inglese se fosse vissuta fino a vederne il completamento - ho iniziato a capire le parole.

Le stesse parole commoventi che amavo in spagnolo erano ancora lì in inglese mentre imparavo la lingua e imparavo a integrarmi ulteriormente nella comunità cubano-americana a Miami. Sebbene parlassimo con orgoglio spagnolo, eravamo anche orgogliosamente americani. O, almeno, io e la mia famiglia stavamo cercando di esserlo.


Scoprire la vita e la carriera di Selena dopo la sua morte, sia attraverso il film che attraverso gli amici che avevo reso grazie al nostro amore reciproco per i suoi ritmi Cumbia e le sue ballate morbide, è stato come avere un tappeto di benvenuto srotolato per gli immigrati come me.

Mi piaceva Selena perché la sua musica era bellissima, ma mi innamorai di lei perché mi relazionavo così tanto alla sua vita di messicano-americana. Era costantemente bloccata tra due culture, proprio come lo ero spesso io. Ma ha attraversato senza soluzione di continuità la sua eredità messicana e la sua educazione americana durante la sua carriera e vita personale, e l'ho amata per questo.

Visualizza questo post su Instagram

Non faccio un #TBT da un po', quindi ecco una foto adorabile di me a Cuba con la mia abuela quando avevo circa 3 anni. Vorrei assolutamente avere ancora quell'ombrello rosa!

Un post condiviso da Irina González (@msirinagonzalez) il 9 novembre 2017 alle 14:40 PST

Quando ripenso a quello che sarebbe stato il 47° compleanno della cantante il 16 aprile, la ringrazio per tutto ciò che ha fatto per me nel 1994 e per tutti gli anni successivi. Ascoltare la sua voce quando sono arrivato per la prima volta in America, conoscere la storia di lotta e trionfo della sua famiglia e capire il modo in cui si è trovata a cavallo tra due culture sono state parti strumentali nel formare la mia identità americana.

Da giovane immigrato, mi sono inizialmente sentito perso e confuso su come integrarmi nel mio nuovo paese. Ma con la musica di Selena ho capito che non dovevo rinunciare a nessuna parte del mio passato per formare il mio futuro.


Grazie, Selena, per essere la voce di cui avevo bisogno in un momento difficile. La sua storia, che continua a toccare milioni di persone, è davvero fonte di ispirazione. Almeno mi ha ispirato. Che tu sia un'immigrata, una persona latina, tutte o nessuna delle precedenti, la sua musica rimane senza tempo - e io per primo la sognerò sempre.

Selena Quintanilla GIF - Trova e condividi su GIPHY

Articoli Interessanti