By Erin Holloway

Come toccarmi di più è diventato il mio obiettivo per il 2019

Foto: Unsplash/@anniespratt


Sul podcast che co-condutto, Locatora Radio, ho condiviso che una mia risoluzione del 2019 era quella di trovare il tempo per divertirmi. Non è un'attività a cui partecipo normalmente e non sono proprio sicuro del perché. Non lo sto evitando attivamente, quindi perché non lo faccio? Sostengo pienamente che le donne e le donne provino piacere e ottengano il loro! Mi considero una femminista molto aperta e positiva per il sesso, il che significa che con la giusta comunicazione, parola sicura e conforto sono aperta a esplorare nuove cose in camera da letto. Ma perché non ero disposto a esplorare il mio corpo da solo?

La masturbazione è una parte naturale dell'autoesplorazione e del piacere. È stato dimostrato che ci sono molti benefici per la salute , come riduce lo stress, migliora il sonno, aiuta l'immagine corporea e allevia il dolore mestruale.

Nei miei primi anni '20, usavo giocattoli sessuali solo con ex partner. Anche allora ero davvero riluttante a usare un dildo, ma mi sono rilassato acquistandone uno rosa. L'ultima volta che è stato usato su di me, è stato contro il mio consenso da parte di un ex. È stato davvero traumatico e confuso comprendere che ero stata aggredita sessualmente. Ne abbiamo parlato solo una volta. Da allora non ho più usato un sex toy.

Ho lavorato attivamente alla guarigione da molteplici traumi sessuali, in particolare quelli che coinvolgono ex partner romantici. A questo punto del mio viaggio di guarigione e della conversazione più ampia sulla creazione di una cultura del consenso, comincio a chiedermi come possiamo anche centrare il piacere per i sopravvissuti. Sto scoprendo come considerare il mio corpo e il piacere in relazione a me stesso (non un partner sessuale) in modi per guarire attivamente il mio corpo.


Mi è stato presentato di recente Chakrub , un sex toy al quarzo rosa, inviatomi da I Bloomi. Il Bloomi è un mercato della cura intima e del benessere di proprietà di una latina. Non c'era davvero momento migliore per iniziare a esplorare di adesso.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Diosa (@diosafemme)

Attualmente ho una relazione di fiducia, quindi è sicuro scrivere su questo argomento ora. Nonostante avessimo la masturbazione come obiettivo per il 2019, gennaio e febbraio sono arrivati ​​​​e non avevo ancora usato il giocattolo sessuale e nemmeno mi ero masturbato una volta. Con l'incoraggiamento dei miei amici, ho deciso che era giunto il momento. Non avevo più intenzione di pensarci troppo, ma farlo e basta!

Ho impostato l'atmosfera per me stesso; acceso il mio diffusore di oli essenziali, suonato a Solange Quando torno a casa , afferrò un po' di lubrificante e iniziò a esplorare da sé.

Il chakrub all'inizio era freddo, ma si è riscaldato all'istante fino alla mia temperatura corporea. Sembrava liscio, morbido e persino setoso. Mi sono sentito a mio agio, naturale e divertente nell'esplorare il mio corpo.Ero orgoglioso di me stesso perché ho superato un atto molto naturale che era avvolto da vergogna, trauma e disagio.

La verità è che anche gli orgasmi possono essere politici. Dare piacere a me stesso era il mio grande dito medio per il patriarcato e la cultura dello stupro. Il patriarcato ha socializzato le donne e le femme a non dare la priorità al nostro piacere, ma costruire una cultura del consenso significa dare la priorità a noi stessi. Molti di noi sono anche sopravvissuti a stupri e aggressioni sessuali e procurarsi piacere è un modo per reclamare parti di noi stessi e potere che ci sono stati sottratti. La masturbazione è anche cura di sé e amor proprio e per il resto del 2019 ho intenzione di dedicare più tempo a esplorare il mio piacere.