By Erin Holloway

Come la comunità Latinx è colpita dall'HIV e dall'AIDS

Foto: Unsplash/@rhsupplies


Ieri, 15 ottobre, non è stato solo l'ultimo giorno del Mese del patrimonio ispanico, ma ha anche segnato l'AIDS nazionale latino Consapevolezza Giorno. Sebbene i farmaci e Salute la gestione consente alle persone con HIV o AIDS di vivere una vita relativamente lunga e sana, l'HIV/AIDS è ancora una minaccia, una malattia su cui dovremmo continuare a informarci e su cui educare gli altri.

I seguenti sono nove fatti su HIV e AIDS, a dimostrazione che l'epidemia è ancora molto reale e così importante di cui parlare. Rimuovere lo stigma che circonda la malattia, mantenere un dialogo aperto e la consapevolezza sono tutti passi essenziali verso l'educazione e la prevenzione dell'HIV/AIDS.

Ogni 9,5 secondi, a qualcuno viene diagnosticato l'HIV.

Visualizza questo post su Instagram

La diagnosi di HIV fa paura. E purtroppo, è ancora un evento fin troppo comune in questo paese e in tutto il mondo. Se ti è stato recentemente diagnosticato l'HIV o pensi di essere stato esposto, possiamo aiutarti. I nostri uffici forniscono servizi gratuiti per test, opzioni terapeutiche e gestione dei casi per coloro che vivono con l'HIV. Non devi farlo da solo. Siamo qui per aiutare. #clicklinkinbio per informazioni. #Giovedì Pensiero. . . #hivawareness #livingwithhiv #hiv #hivaids #hivfacts #publichealth #gettested #berkscounty #ReadingPA #stopthestigma

Un post condiviso da Servizi Benessere della Contea (@co_county_wellness_services) il 15 febbraio 2018 alle 14:09 PST

Lo spot televisivo medio, che passa in un batter d'occhio, dura 30 secondi. In quel periodo, a tre persone è stato diagnosticato l'HIV. Prenditi un momento per pensarci.

A 1 latinoamericano su 50 verrà diagnosticato l'HIV nel corso della loro vita.

https://www.instagram.com/p/8414syqwn9/?tagged=nationallatinoaidssawarenessday


Se non vengono apportate modifiche, a uno su 50 maschi latini, a uno verrà diagnosticato l'HIV nel corso della sua vita. Si prevede che verrà diagnosticata una latina su 227. Nel 2015, il tasso di diagnosi di HIV per le latine era più di tre volte superiore a quello delle donne bianche non latine.

1 persona su 7 non sa di vivere con l'HIV.

Visualizza questo post su Instagram

1 persona su 7 non sa di vivere con l'HIV. #gettested #HIVtesting #CDC #DoingIt #health #HIVfacts

Un post condiviso da PROCEDI, Inc.- NCTSTA (@proceednctsta) il 4 ottobre 2018 alle 16:00 PDT

La conoscenza è potere e ti permette di affrontare qualunque cosa ti trovi. Ma non puoi curare qualcosa di medico che non sai di avere. 1 persona su 7 non sa di avere l'HIV. Si prega di fare il test!

I Latinxs costituiscono oltre il 21% delle nuove infezioni da HIV ogni anno.

Visualizza questo post su Instagram

Gli ispanici costituiscono il 16% della popolazione degli Stati Uniti, ma sono il 21% delle nuove infezioni da HIV ogni anno #NLAAD #NationalLatinoAIDSAwarenessDay #Latinx #Latino #Latina #VIH #SIDA #HIV #AIDS #PrEP #GetTested #StopHIV #HudsonPride #DrO

Un post condiviso da Centro dell'orgoglio dell'Hudson (@hudsonpridecenter) il 15 ottobre 2017 alle 20:07 PDT

I Latinxs costituiscono il 17%-18% della popolazione degli Stati Uniti, ma ogni anno rappresentano il 21%-25% delle nuove infezioni da HIV. La trasmissione avveniva attraverso il contatto sessuale da maschio a maschio, il contatto eterosessuale e/o l'uso di droghe per via endovenosa.

Le donne tra i 25 e i 39 anni rappresentano il 40% di tutte le nuove diagnosi di HIV tra le donne.

Visualizza questo post su Instagram

L'HIV/AIDS non discrimina. Giornata nazionale di sensibilizzazione sull'HIV/AIDS delle donne e delle ragazze. Continuiamo la lotta e sensibilizziamo per porre fine a questa epidemia. Unisciti a noi oggi nella nostra missione donando su https://www.diffadallas.org/donate #NWGHAAD #AIDSawareness #HIVawareness #LetsEndAIDS #HIVFacts #AIDSFacts #GetTested #HIV #AIDS

Un post condiviso da Ufficiale DIFFA/Dallas (@diffadallastx) il 10 marzo 2017 alle 11:52 PST

Le diagnosi tra tutte le donne sono diminuite 16 % dal 2011 al 2015. La formazione continua e la sensibilizzazione sono fondamentali per abbassare questo numero. Le donne di età compresa tra 25 e 39 anni rappresentano il 40% di tutte le nuove diagnosi tra le donne, quindi assicurati di fare il test e incoraggia quelle che conosci a fare lo stesso.

Dal 2008, le donne afroamericane = 2/3 di tutte le donne diagnosticate ogni anno.

Visualizza questo post su Instagram

#MercoledìSaggezza – Questa lotta sarà vinta solo con consapevolezza ed educazione. . . . E questi numeri sono semplicemente inaccettabili. Entra a far parte della soluzione. . . . Informati. Mettiti alla prova. E esci e dì a tutti quelli che conosci di #knowyourstatus . . . . . #hivfacts #communityhealth #hiv #hivaids #hivawareness #gettested #stopthestigma #hivpositive

Un post condiviso da Servizi Benessere della Contea (@co_county_wellness_services) il 15 agosto 2018 alle 10:41 PDT


Per ogni anno dal 2008, le donne afroamericane hanno costituito i due terzi di tutte le donne con diagnosi di HIV. Nel 2015, la malattia è stata la quarta causa di morte delle donne afroamericane anziane 35-44 .

Molti latini non ricevono cure mediche per l'HIV/AIDS.

Visualizza questo post su Instagram

LAU è solidale con la missione di @nlaad2003 che cerca di aumentare la consapevolezza dell'impatto sugli aiuti nella comunità latina! Dai un'occhiata al loro sito Web per ulteriori informazioni su come informarti e partecipare! #nlaad #nationallatinoaidsawarenessday #lambdasdotcom

Un post condiviso da LAU – Lambda Alpha Upsilon (@lambdasdotcom) il 15 ottobre 2017 alle 10:39 PDT

La diagnosi precoce, i farmaci e la corretta gestione dell'HIV significano una vita piena e relativamente sana per coloro che sono infetti. Sfortunatamente, però, molti latini HIV+ non ricevono le cure di cui hanno bisogno. UN 2014 l'analisi ha mostrato che circa l'80% è legato all'assistenza, ma solo poco più della metà (54%) è trattenuta in cura. Ancora più preoccupante è che solo al 44% è stata prescritta una terapia antiretrovirale e solo il 37% aveva raggiunto un livello molto basso di HIV nel sangue, l'obiettivo noto come soppressione virale.

La mancanza di cure per l'HIV porta all'AIDS.

Visualizza questo post su Instagram

A 5 giorni dal terzo beneficio annuale di sensibilizzazione sull'AIDS sicuro e sexy! Oggi è il #giorno15 di #20giornidiconsapevolezza. #aidsconsapevolezza

Un post condiviso da Sicuro e sexy (@safens3xy) il 15 dicembre 2015 alle 15:35 PST

Sappiamo che l'HIV non trattato si trasforma in AIDS conclamato. Con tutti i progressi della medicina oggi, non è necessario che ciò accada. Ma, come accennato in precedenza, non puoi curare una malattia che non sai di avere. È meglio affrontare la paura e sottoporsi a test e cure, piuttosto che rimandare e affrontare l'AIDS, che porta solo in seguito a ulteriori complicazioni di salute.

Le persone HIV+ in trattamento possono ridurre il rischio di trasmissione del 96%.

Visualizza questo post su Instagram

#prEP

Un post condiviso da Sicuro e sexy (@safens3xy) il 2 settembre 2015 alle 5:42 PDT

A partire dal 2011 studia ha mostrato che, con coppie eterosessuali, trattando il partner sieropositivo anti retrovirale i farmaci hanno ridotto del 96% il rischio che l'altro partner contrasse il virus. prEP (Profilassi pre-esposizione) può essere somministrata anche a coloro che corrono un rischio maggiore di contrarre l'HIV.