Bad Bunny rivela la battaglia contro la depressione

Depressione del coniglio cattivo

Foto: Instagram/@badbunnypr


L'ultimo album di El Conejo Malo YHLQMDLG è un enorme successo diventando il album in lingua spagnola con le classifiche più alte di tutti i tempi dopo il suo rilascio il 29 febbraio e tuttavia ha recentemente rivelato di aver sofferto di attacchi di depressione. In una recente intervista con il giornalista dominicano Santiago Matías di Alofoke, ha parlato di un momento difficile della sua vita quando ha scritto di voler scomparire per un po': Quel processo era più di quanto potessi gestire, ero sopraffatto... non l'ho fatto Non mi sentivo bene, non ero felice di quello che stavo facendo, mi sentivo infelice - sai - per tutto il successo: realizzare così tante cose, i miei sogni [diventare realtà] ecc., ma non mi stavo godendo nessuno di esso, quindi ho deciso di prendere le distanze da tutto, prendermi del tempo per me stesso ha rivelato.

Visualizza questo post su Instagram

non oggi, nemmeno ieri

Un post condiviso da @ badbunnypr il 24 gennaio 2020 alle 11:44 PST

Bad Bunny, all'anagrafe Benito Antonio Martínez Ocasio, è uno degli artisti Latinx di maggior successo di tutti i tempi con solo due album alle spalle, ma questa vulnerabilità ricorda che il successo, la fama e la fortuna portano i propri fardelli. L'artista portoricano di 26 anni ha anche condiviso che anche se è finanziariamente in grado di prendersi cura di un bambino ( dopo che il suo album ha suscitato voci che si sarebbe ritirato in nove mesi ), non è ancora mentalmente pronto per uno. Ha discusso di essere stato devastato dalla perdita dell'eroe d'infanzia Kobe Bryant e che non ha mai avuto la possibilità di incontrarlo, ma lo ha visto suonare e che è morto l'idolo che lo aveva sempre visto. L'intervista ha trattato molti argomenti personali (ha detto che se fosse mai stato attratto da un uomo ne sarebbe stato aperto) ma è riuscito a riportarlo alla musica dicendo, se vuoi sapere di me, ascolta le mie canzoni.

La salute mentale è ancora stigmatizzata nella comunità Latinx quindi avere una star così famosa che si apra sulle proprie lotte è importante. Uno dei suoi amici e collega artista J Balvin ha anche discusso di recente delle sue lotte con la salute mentale e l'importanza di cercare aiuto. Sebbene Benito non abbia condiviso esattamente cosa lo ha tirato fuori da quel momento difficile, ha sottolineato che ora è in una buona posizione e l'album ne è un esempio.


Tutto quello che mi è successo non è facile da assimilare quindi ogni giorno è imparare e vedere, maturare... capire... sentire, ha spiegato, Ora sono in un posto nella mia carriera e nella mia vita in cui mi sento a mio agio con me stesso e con Tutto quanto.

Articoli Interessanti