By Erin Holloway

CurlFest 2019: Una celebrazione di capelli naturali e #BlackGirlMagic

Foto: Unsplash/ @philipegd


Il Curlfest di quest'anno è stata la mia prima partecipazione e sono eternamente grata che un tale movimento sia stato creato per noi donne di colore dai capelli ricci. Dopo aver camminato dalla stazione della metropolitana tra la 125th e Lexington, un mare di regine melanate è apparso da ogni direzione, mentre la linea del bus navetta per Randall's Island Park a New York City riempiva rapidamente il marciapiede. Un misto di nodi, ricci e stili protettivi accompagnati dall'odore di olio di cocco e burro di karité riempiva l'aria. È stato bello vedere donne nere (e uomini) impenitenti riunirsi per celebrare la bellezza naturale.

Curly Girl Collective è un'organizzazione composta da cinque donne nere che diventano sostenitori dei 'capelli naturali' mentre smantellano le aspettative della società su ciò che è considerato capelli accettabili nella società. Tracey Coleman, Melody Henderson, Charisse Higgins, Gia Lowe e Simone Mair hanno tenuto il loro primo evento annuale di Curlfest al Prospect Park di Brooklyn nel 2014. Con ogni anno che cresce più forte del precedente, Curlfest è diventato un'attrazione mondiale.

Il più grande festival mondiale dei capelli naturali ha celebrato il suo sesto anniversario trasferendosi a Randall's Island, una nuova sede situata tra l'East River e l'East Harlem, con oltre 40.000 partecipanti che esprimevano liberamente se stessi e la consistenza dei loro capelli. Mentre attraversavo il campo, c'è stato un trabocco di donne che riempivano le loro borse con gli ultimi campioni di prodotti per capelli da diversi fornitori e sponsor per l'evento. Shea Moisture e Crème of Nature avevano una profonditàmaschere di trattamento per rafforzare e riparare i capelli danneggiati, mentre DevaCurl ha condiviso suggerimenti per mantenere i ricci naturali.

Visualizza questo post su Instagram

Creme of Nature ha bisogno di farmi un controllo... ma mi sono davvero divertito molto al Curlfest 2019. Un'isola piena di oscurità, che tornerà sicuramente l'anno prossimo. #curlfest2019 #curlygirlcollettiva #cremeofnature

Un post condiviso da (@callherpatience) il 27 luglio 2019 alle 17:44 PDT

Visualizza questo post su Instagram

'More Magic' #Curlfest2019 #Curlygirlcollettiva #afro #estate #natural #beauty #gocurls #myhaircrush #bighairdontcare #beauty #portraitunit : @Ry_Mcfly_

Un post condiviso da Ryan Dario (@ry_mcfly_) il 29 luglio 2019 alle 18:10 PDT

Visualizza questo post su Instagram

'Mo Melanin' No Problems ' #Curlfest2019 #Curlygirlcollective #afro #summer #natural #beauty #gocurls #myhaircrush #bighairdontcare #portraitsvisuals #portraitunit : @Ry_Mcfly_

Un post condiviso da Ryan Dario (@ry_mcfly_) il 31 luglio 2019 alle 11:15 PDT


La Brand Marketing Manager di DevaCurl, Erin Williams, afferma che il Curlfest è una celebrazione per le donne che vogliono sentirsi belle e apprezzate per i loro capelli naturali. Per così tanto tempo le donne di colore sono state socializzate per credere che i loro capelli naturali non fossero belli o ambiziosi e quindi abbiamo manipolato i nostri capelli per creare trecce che potessero essere considerate socialmente accettabili, ha detto Williams. Eventi come Curlfest consentono alle Donne di Colore di essere viste per tutto ciò che sono. È una celebrazione della melanina, della consistenza e di tutta la bellezza che una volta ci era stato detto non sarebbe mai stata lo standard.

Il movimento dei capelli naturali ha avuto più di un motivo per festeggiare al Curlfest quest'anno. New York di recente ha approvato una legge che vieta le politiche che disciplinano i neri in base alle acconciature e alla consistenza dei loro capelli. Vederlo culminare e riunirsi e portare a qualcosa di così importante come una legge sembra potenziante di per sé, ha detto il co-fondatore di Curlfest Melody Henderson Buon giorno America . Ma non vediamo l'ora anche quando non deve essere una legge. Penso che sia ancora un passo nella giusta direzione e spiega perché c'è bisogno di ciò che siamo stati in grado di costruire.

Foto di Jahaira Michelle

Foto di Jahaira Michelle

Foto di Joel Verne cadetto

Foto di Joel Verne cadetto

Sebbene il movimento sia stato un passo positivo nella giusta direzione per le donne di colore, la politica protegge anche gli uomini di colore dalla discriminazione dei capelli. Santos Andres Norales, originario del Bronx con radici honduregne 'Garifuna', afferma che il nuovo disegno di legge è una celebrazione dell'espressione per uomini e donne di colore. Per secoli, le persone di colore, in particolare le donne nere, sono state maltrattate a causa del colore della loro pelle o del modo in cui scelgono di acconciarsi i capelli, ha detto Norales a Hiplatina. Uomini e donne potranno esprimersi senza paura di ripercussioni o di diventare socialmente emarginato.

Nella fase di potenziamento, Ascolta Donne nere di Madame Noire, ha tenuto una tavola rotonda che ha messo in evidenza gli effetti del colorismo all'interno della comunità afroamericana. Mentre ascoltavo queste donne condividere le loro esperienze, ho iniziato a riflettere sulle mie esperienze crescendo come afro-latina a New York. Ho lottato per trovare accettazione all'interno della comunità nera e latina. Il mio aspetto fisico era diverso da quello delle altre ragazze e mi faceva sentire ancora più un'estranea. Le latine mi giudicherebbero in base al colore della mia pelle. Ero considerata un'altra ragazza nera o grinta. Tuttavia, le ragazze nere hanno messo in dubbio la mia oscurità a causa del modo in cui mi vestivo o di come portavo i miei capelli. Purtroppo, colorismo è qualcosa che continua ad affliggere sia la comunità nera che quella latina. Tuttavia, Curlfest è la 'grazia salvifica' di cui avevamo bisogno per aiutare a colmare il divario sul colorismo e sulla mancanza di accettazione di sé con cui molti uomini e donne lottano quotidianamente.

Visualizza questo post su Instagram

Sabato scorso ho avuto il privilegio di ospitare un panel sul colorismo al Curlfest 2019. Non riesco nemmeno a spiegarti quanto fosse surreale. Questo è ed è stato il tipo di lavoro che voglio fare con la mia piattaforma. Ringrazio @curlygirlcollettiva per averci dato l'opportunità di affrontare un argomento così importante. Ringrazio @madamenoire e @mswrightontime per essersi fidati di me per ospitarlo. A @chrishabrown @thebees_knees92 @brescullark e @deshawn.andrea.white grazie per essere così vulnerabili, perspicaci e autentici. Ancora in alto #listentoblackwomen #curlfest #curlfest2019 : @janiewillison

Un post condiviso da leggere (@theconsciouscurl) il 29 luglio 2019 alle 17:01 PDT

Jahaira Michelle (l'autore) nella foto qui.

Articoli Interessanti