Demi Lovato rivela di essere stata violentata all'età di 15 anni in Dancing with the Devil Docuseries

Demi Lovato aggressione sessuale DWD

Foto: Instagram/@ddlovato/Youtube


Demi Lovato è noto per essere aperto sulle sue lotte, inclusa lei sovradosaggio nel 2018 ma nella nuova docuserie Youtube Original condivide dettagli di cui non ha mai parlato prima. Lei ha già discusso di lei lotte per la salute mentale e come la terapia l'ha salvata e ora si sta aprendo sui suoi traumi. Nella prima puntata di Ballando con il diavolo – in uscita il 23 marzo – si è aperta su quando lo era violentata a 15 anni vecchio mentre lavorava per Disney Channel. La cantante 28enne di Sorry Not Sorry ha rivelato che la persona non ha subito alcuna conseguenza e che ha dovuto vedere questa persona tutto il tempo dopo lo stupro.

Stavamo connettendoci ma ho detto – ehi, questo non sta andando oltre, ha detto. E a loro non importava, lo facevano comunque. E l'ho interiorizzato e mi sono detto che era colpa mia perché andavo ancora nella stanza con lui.

Ha condiviso che lo stupro l'ha portata all'autolesionismo e alla battaglia contro la bulimia, così come la sua immagine nei media. All'epoca indossava un anello di promessa nel suo impegno di aspettare fino al matrimonio per fare sesso e all'indomani dello stupro ha sentito il peso di quella narrazione in contrasto con la sua realtà.


E allora, dovrei fare coming out dopo aver detto che ho un anello di promesse? Sei mesi dopo, dovrei dire, beh, ho fatto sesso, anche se è stato uno stupro? Alcune persone non la vedranno in questo modo.

Ma la sua esperienza con la violenza sessuale non finisce qui, purtroppo. Dopo il suo ricovero in ospedale nel luglio 2018 per una denunciata overdose di oppiacei, ha affermato di essere stata aggredita sessualmente e lasciata morta dal suo spacciatore.

Non ho solo overdose. Mi hanno approfittato, ha detto il cantante. Quando mi hanno trovato, ero nudo, blu. Sono stato letteralmente lasciato per morto dopo che si è approfittato di me. Ha condiviso che le ci è voluto un mese dopo quel tempo per rendersi conto di cosa era successo.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Demi Lovato (@ddlovato)

Quando mi sono svegliata in ospedale, mi hanno chiesto se avessimo avuto rapporti consensuali, ha proseguito. C'era un lampo che avevo di lui sopra di me. Ho visto quel lampo e ho detto: 'Sì'. Solo un mese dopo l'overdose mi sono reso conto: 'Non eri in uno stato mentale per prendere una decisione consensuale'. Durante il suo ricovero ha sofferto tre colpi e un infarto ed era legalmente cieca e continua ad avere problemi con la sua vista.

Considerando quanto sia potente e vulnerabile questo primo episodio, non c'è dubbio che il resto della serie sarà altrettanto rivelatore e crudo. Ballando con il diavolo debutterà il 23 marzo su Youtube.

Articoli Interessanti