Donald Trump è il primo presidente nella storia ad essere messo sotto accusa due volte

Donald Trump non lo fa

Foto: Unsplash/@HistoryHD


In un momento storico della politica, Donald Trump è stato messo sotto accusa una seconda volta dopo la rivolta del 6 gennaio al Campidoglio. La Camera dei rappresentanti ha votato mercoledì per accusare Trump di incitamento all'insurrezione per il assedio del Campidoglio che è successo dopo un discorso che ha tenuto 6 gennaio ai sostenitori fuori dalla Casa Bianca. Ha esortato i suoi seguaci a far sentire la loro voce pacificamente e patriotticamente, ma anche a combattere come l'inferno contro un'elezione che continua a ritenere fosse truccata definendola una disgrazia. Più tardi quel giorno I sostenitori di Trump hanno preso d'assalto il Campidoglio mentre i legislatori stavano certificando i risultati elettorali che hanno portato a un blocco e al morte di cinque persone . Trump è stato messo sotto accusa per la prima volta nel dicembre 2019 a seguito di un'indagine sui suoi legami con l'Ucraina.

Il articolo di impeachment afferma che Trump ha ripetutamente rilasciato false dichiarazioni affermando che i risultati delle elezioni presidenziali erano fraudolenti e non dovevano essere accettati. Afferma che il suo comportamento lo rende una minaccia per la sicurezza nazionale e la democrazia se rimane in carica.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da House Democrats (@housedemocrats)

Il presidente Trump ha gravemente messo in pericolo la sicurezza degli Stati Uniti e delle sue istituzioni di governo. Ha minacciato l'integrità del sistema democratico, ha interferito con la transizione pacifica del potere,
e mise in pericolo un ramo coeguale del governo. Ha così tradito la sua fiducia come presidente, a danno manifesto del popolo degli Stati Uniti.


In uno sforzo bipartisan davvero storico, 10 membri repubblicani si sono uniti ai Democratici per mettere sotto accusa Trump entro il 232-197 con nessun democratico vota contro . Due repubblicani latini votarono per l'impeachment e in tutto il R I voti epublican per l'impeachment di Trump sono i più in assoluto dal partito di un presidente. Per due ore i membri della Camera, che è controllata dai Democratici, hanno fatto dichiarazioni a favore o contro il voto. Il deputato Julián Castro, che ha chiesto Trump si assumerà la responsabilità della rivolta , l'ho chiamato l'uomo più pericoloso che abbia mai occupato lo Studio Ovale . I repubblicani Jaime Herrera Beutler di Washington e Anthony Gonzalez dell'Ohio hanno votato per l'impeachment con Herrera Beutler dicendo: non sto scegliendo da che parte stare, sto scegliendo la verità. È l'unico modo per sconfiggere la paura.

Il prossimo passo è un processo al Senato, ma poiché mancano solo sette giorni al mandato di Trump, potrebbe estendersi oltre il suo mandato. Se questo è il caso, il Il Senato può ancora scegliere di condannarlo con un voto di due terzi e gli impedisce di ricoprire qualsiasi carica federale in futuro.