By Erin Holloway

Due sopravvissuti alla sparatoria in un parco si suicidano a pochi giorni l'uno dall'altro

Foto: Unsplash/@laimannung


In una settimana, due studenti della Marjory Stoneman Douglas High School sono morti a più di un anno dal tragica sparatoria di massa a Parkland, Florida. Il 17 marzo Sydney Aiello, sopravvissuta alla sparatoria dell'anno scorso, si è uccisa . Aveva solo 19 anni. Sabato è stato trovato morto anche un secondo studente. Il nome dello studente non è ancora stato reso noto.

Domenica si sono svolti i funerali di Aiello. La sua famiglia ha rivelato che ad Aiello è stato recentemente diagnosticato un disturbo da stress post-traumatico dalla sparatoria che ha ucciso 17 persone della sua scuola. Secondo CBS Miami , la mamma di Aiello ha detto che sua figlia ha lottato con il senso di colpa del sopravvissuto e ha lottato per frequentare le lezioni del college perché aveva paura di essere in una classe ed era spesso triste di recente, ma non ha mai chiesto aiuto prima di uccidersi.

Psicologia oggi definisce il senso di colpa del sopravvissuto come qualcosa che le persone sperimentano quando sono sopravvissute a una situazione pericolosa per la vita e che altri potrebbero non avere. Esempi di persone che hanno la colpa di un sopravvissuto includono sopravvissuti all'Olocausto, veterani di guerra, destinatari di trapianti di polmone, sopravvissuti a incidenti aerei e coloro che hanno vissuto disastri naturali come terremoti, incendi, tornado e inondazioni.


Secondo Il guardiano , il secondo studente morto questa settimana era un maschio, ma la sua morte non è stata confermata come suicidio ed è oggetto di indagine. So che ha frequentato Stoneman Douglas. Non so dirti se è legato alla sparatoria a Parkland. Non sappiamo il motivo dietro. È ancora un'indagine in corso, ha detto Tyler Reik, un portavoce della polizia di Coral Springs Il guardiano .

Il sopravvissuto alla sparatoria di Parkland e attivista per il controllo delle armi, David Hogg, ha twittato Quanti altri bambini devono essere portati via da noi a causa del suicidio perché il governo/il distretto scolastico faccia qualcosa? Strappa 17+2.

Ha anche twittato : Attualmente ci troviamo in un momento in cui gli studenti segnalano livelli record di stress, ansia e depressione. Le nostre scuole hanno bisogno di seri finanziamenti per la salute mentale e di consulenti di orientamento adeguati che non siano solo pianificatori pagati, ma siano veri e propri consulenti di orientamento. SOPRATTUTTO nelle scuole cittadine storicamente sottofinanziate. Quelli che affrontano la maggior parte della violenza armata negli Stati Uniti, ma ricevono poche o nessuna risorsa per affrontare il trauma che porta con conseguente maggiore rappresaglia e violenza.

Amici e familiari hanno lanciato a gofundme pagina per la famiglia Aiello. La sua pagina afferma: Sydney ha trascorso 19 anni a scrivere la sua storia di figlia, sorella e amica amata da molti. Illuminava ogni stanza in cui entrava. Ha riempito le sue giornate facendo cheerleader, facendo yoga e illuminando le giornate degli altri. Sydney aspirava a lavorare nel campo medico aiutando gli altri bisognosi.

Se tu o qualcuno che conosci è in crisi, chiama il National Suicide Prevention Lifeline al numero 800-273-8255 o invia un messaggio TALK al 741741.