Giornata della parità di retribuzione di Latina: cosa ci serve per correggere il divario salariale

Foto: Unsplash/@sharonmccutcheon


Quando si parla di divario salariale, si tende a inquadrare la prospettiva dell'economia e di come pagare salari equi alle donne di colore sia positivo per gli affari. Anno dopo anno, sentiamo la stessa noiosa storia su come dobbiamo appoggiarci e chiedere un aumento e credere in noi stessi. Sfortunatamente, questa è una BS che non arriva al cuore del problema: disuguaglianza strutturale, razzismo istituzionale, sessismo e barriere culturali al successo.

Dobbiamo smetterla di fingere che il divario salariale sia un fenomeno meraviglioso che apparentemente nessuno sa come rimediare. Perché anche questo è un carico di merda. Le persone in posizioni di potere sanno cosa deve essere fatto: semplicemente non gli importa. La consapevolezza non è sufficiente e invece di chiedere all'1% di vederci, è tempo che facciamo le mosse necessarie per farci salire di livello.

Ma cosa sono? Ebbene, il fatto è che non esiste un proiettile d'argento per sistemare ogni situazione. Quello che passa una meticcia di prima generazione è molto diverso da quello che passa una donna Maya di seconda generazione. È anche totalmente separato da ciò che un'immigrata afro-latina sperimenta sul posto di lavoro. Siamo diversi. Ma ciò che tutti abbiamo in comune è che siamo trascurati, sottopagati e stufi.

Ci sono tre ragioni principali per il divario salariale di Latina:

  1. Pregiudizio/razzismo/sessismo sul posto di lavoro
  2. Barriere strutturali per ottenere posizioni più retribuite
  3. Autodifesa e carenze negoziali

Realisticamente, però, non c'è molto che possiamo fare per i primi due. La maggior parte delle conversazioni sul divario salariale si concentra sul convincere i datori di lavoro che assumerci farà loro bene. Perché sì, proviamo a ragionare con razzisti e sessisti perché funziona sempre! Cercare di convincere i ricchi e i potenti a vedere la nostra umanità e a pagarci in modo equo perché fa male agli affari non funziona. E chiunque sia stato abbastanza a lungo nell'America aziendale ti dirà che non puoi smantellare la casa del padrone con gli strumenti del padrone.

Non possiamo cambiare una struttura in cui non abbiamo equità, specialmente quando è l'azienda di qualcun altro. Ma quello che possiamo fare è combattere come un inferno, seguire una road map per le promozioni ed essere sempre alla ricerca di migliori opportunità. Per colmare il divario salariale, dobbiamo occupare posizioni di proprietà, gestione e risorse umane. E una volta che ci arriveremo, avremo il compito non solo occupare spazio ma assumendosi la responsabilità di creare spazio per la prossima generazione.

Sii più che grata Mija

Come latine, rimaniamo troppo a lungo in lavori da nessuna parte perché sono buoni e sicuri. Ci sono un sacco di ragioni per cui lo facciamo, come la necessità di sicurezza finanziaria o la paura dell'ignoto. Ma per salire di livello dobbiamo correre dei rischi. C'è anche la prospettiva culturale di essere grati di avere un lavoro. O come ha detto la consulente delle risorse umane Alma Coronado, [molte volte] le nostre famiglie ci dicono 'ay mija, sii solo grato'. Siamo stati socializzati a credere che il solo essere nella stanza sia sufficiente perché ai nostri genitori non era nemmeno permesso nella stanza, dice a HipLatina. Dobbiamo disimparare che dobbiamo solo essere grati. Abbiamo bisogno di decostruire e decolonizzare il nostro cervello dalla narrativa che ci è stata insegnata. Non basta più. Perché stiamo entrando con lo stesso set di competenze e istruzione. Dobbiamo ricordare a noi stessi che siamo degni e autorizzati come tutti gli altri, aggiunge Coronado.

Possedere lo spazio che occupi è una parte, l'altra è avere una road map per quello che vuoi. La parte più difficile è essere preparati ad andartene se gli obiettivi che ti sei prefissato non verranno raggiunti in quell'azienda. Puoi chiedere più soldi tutto il giorno, ma se la tua azienda non ha soldi per quella posizione, non li otterrai. Si tratta anche di imparare la lingua che le persone usano per parlare di aumenti e promozioni.


Le tecniche di negoziazione sono abilità molto reali. Penso che ci concentriamo troppo sull''appoggiarsi' quando la negoziazione è come qualsiasi altra cosa, afferma Ramona Ortega, fondatrice e CEO della società fintech I miei soldi, il mio futuro . Penso che spesso pensiamo che la negoziazione significhi solo avere più fiducia, ma no, ci sono modi reali per studiarla e praticarla. Devi prendere lezioni e leggere libri. Non solo per negoziare il tuo stipendio, ma per la tua carriera in generale.

Come chiedi quello che vuoi?

La maggior parte di noi non ha solo magicamente le competenze o le conoscenze su come affrontare il mondo aziendale. E non è colpa nostra perché non avevamo nessuno che ci insegnasse. Ma questa è la parte in cui dobbiamo insegnare a noi stessi, trovare le risorse e avviare un piano di sviluppo con il management. È importante iniziare a comunicare le aspettative non appena il tuo primo colloquio. Salta su dove ti vedi tra 5 anni? domanda. Coronado dice che si tratta di sapere come chiedere ciò di cui abbiamo bisogno.

Dobbiamo dire 'Vorrei ricoprire una posizione dirigenziale nei [prossimi] 3-4 anni' o 'Mi vedo come direttore per 3-4 anni'. Di' qualcosa come 'Vorrei lavorare in un'azienda che offre opportunità di crescita e laterali.” Dice. Dobbiamo dire a noi stessi: qual è la famiglia di lavoro in questo dipartimento? Qual è il tempo medio in un posto prima che venga presa in considerazione una promozione? E quali opportunità di sviluppo mi verranno date per raggiungerlo?

Secondo Coronado, c'è una grande differenza tra avere un buon atteggiamento e sapere come promuovere le proprie competenze sul posto di lavoro. Autodifesa significa metterti nelle opportunità per essere visibile e nelle opportunità per influenzare gli altri. Significa anche sostenere te stesso per essere inserito in progetti e attività in cui le tue abilità saranno ottimizzate a vantaggio del tuo dipartimento e della tua azienda, aggiunge.

Il divario di entrate nell'imprenditorialità


Un altro errore della conversazione sul divario salariale è la menzogna secondo cui l'imprenditorialità è un equalizzatore in termini di reddito e opportunità. Sebbene l'imprenditorialità possa sembrare una via d'uscita dalla routine dell'America aziendale, le latine che avviano le proprie attività colpiscono gli stessi muri. Il divario di reddito tra le imprese di proprietà latina e le imprese di proprietà di donne bianche è enorme.

Secondo l'American Express Rapporto sullo stato delle imprese di proprietà delle donne nel 2019 le imprese di proprietà di Latina erano 2.346.200. Il ricavo medio per attività di Latina è di $ 50.900 rispetto ai $ 218.800 guadagnati dalle donne bianche. Non ci sono numeri sulle afro-latine. Ma i numeri per le imprese di proprietà delle donne nere non sono molto migliori. Nel 2019 il ricavo medio per le aziende di proprietà di donne nere è stato di $ 24.000.

La cultura Hussle ha fatto un ottimo lavoro (nessun gioco di parole) nel farci sentire come se dovessimo lavorare ogni secondo su ciò che amiamo. Quando in realtà il lavoro non realizzerà i tuoi sogni più sfrenati, la stabilità finanziaria e la creazione di ricchezza intergenerazionale lo faranno. La quantità di amore che hai per il tuo lavoro non determinerà quanto verrai pagato per questo. Periodo. Se guardi la definizione di passione di Merriam Webster, non troverai una foto di Steve Jobs, Jeff Bezos o Mark Zuckerberg. La passione è una sofferenza obsoleta: è Gesù sulla croce.

Così quello che ora?

Sii orgoglioso. Abbiamo fatto molta strada! Se ci pensi, siamo la prima generazione di donne nella storia ad avere così tanta autodeterminazione. Ciò significa anche che la riduzione del divario salariale probabilmente non accadrà nella nostra vita. Non è realistico pensare che possiamo annullare centinaia di anni di oppressione anche in poche generazioni. Quello che possiamo fare però è trovare alleati, diventare alleati e imparare a parlare la lingua del potere in modo da poter aprire la strada al cambiamento strutturale e all'empowerment.