By Erin Holloway

Gli imprenditori Latinx da conoscere e supportare durante il mese dell'orgoglio

Imprenditori LGBTQ Latinx

Immagine: Instagram/ @biancadesigns @thelemonbyad @palantepara @shopjzd


Il mese dell'orgoglio è in pieno vigore e ci sono molti modi per farlo sostenere la comunità LGBTQ , non solo questo mese ma tutto l'anno. Non solo i membri della comunità LGBTQ difendono ciò in cui credono partecipando a marce e varie organizzazioni, ma stanno diffondendo il loro amore e sostegno reciproco attraverso la loro arte, esperienze personali e imprenditorialità. Nathalie Huerta possiede e gestisce la prima palestra queer negli Stati Uniti e l'allenatore della trasformazione Harry Lopez sta guidando gli altri latini su come avere successo e amare se stessi. In onore dell'orgoglio, abbiamo arrotondato otto Latinx LGBTQ imprenditori da sostenere.

Bianca Negron

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Bianca Designs (@biancadesigns)

Foto: Instagram/@biancadesigns

Bianca Negron è una designer queer Latinx e proprietaria del Bianca's Design Shop nel Queens, New York, nota per le sue spille e accessori smaltati. Ha iniziato la sua attività nel 2017 e continua a essere il più inclusiva possibile durante la costruzione del suo marchio. In una recente intervista a ModCloth , Negron dice che i suoi progetti riflettono chi è come persona e vuole supportare la sua comunità fornendo visibilità e rappresentazione a chi non si sente visto.

harry lopez

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Harry Lopez (@theharrylopez)

Foto: Instagram/@theharrylopez

Harry Lopez è un omosessuale ebreo latinoamericano e allenatore di leadership per BIPOC e fondatore di Avvia Latinx , un programma di coaching per imprenditori e creatori Latinx. All'inizio di quest'anno ha scritto ebreo su com'era uscire alla luce del pubblico e servire in modo specifico la comunità LGTBQ con il suo lavoro.


Tutto è cambiato per me dopo che ho avuto un risveglio personale in cui mi sono reso conto che stavo rendendo la mia comunità e me stesso un disservizio lasciando l'LGBTQ+ fuori dai miei messaggi. Quindi, in risposta a un tweet virale di Attivista LGBTQ, Alexander Leon , mi sono ufficialmente smascherato online e sono 'venuto fuori' e ho iniziato a parlare direttamente delle mie esperienze vissute personali. E wow! è stato catartico e liberatorio farlo... e davvero spaventoso. Lo è ancora.

Nathalie Huerta

Nathalie Huerta

Immagine: thequeergym.com

Nathalie Huerta è la proprietaria di La palestra queer , la prima palestra LGBTQ negli Stati Uniti situata a Oakland, in California. Dalla sua apertura nel 2010 offre programmi di formazione su misura per i membri transgender che si stanno preparando a intraprendere il loro viaggio di conferma del genere. Dispone inoltre di bagni neutri rispetto al genere, senza specchi e tutti i loro istruttori seguono un corso di sensibilità LGBTQI+. Ora, a causa della pandemia, la palestra è disponibile online e offrono una sfida di fitness di 21 giorni per provarla. ha detto Huerta La salute delle donne che la loro missione è creare omosessuali felici e sani .

Joanis Duran

Kalani + Lupo

Immagine: kalaniandwolf.com

Joanis Duran è una strana imprenditrice afro-latina e fondatrice di Kalani and Wolf, un marchio di abbigliamento e accessori sostenibile che è vegano al 100%. Duran, che è nato nella Repubblica Dominicana, è dedito a cambiare la narrativa per porre fine al razzismo sistemico e alla privazione dei diritti civili e a tal fine offre un guida contro il razzismo il suo sito.

Julia Pacheco Cole

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Pa'lante Para (@palantepara)

Foto: Instagram/@palantepara

Pa'Lante Para , un marchio di abbigliamento creato dalla queer latina Julia Pacheco Cole, è stato creato con l'intenzione di fornire un luogo per abiti economici e alla moda per le confraternite latine e multiculturali. È un membro della confraternita Lambda Pi Chi ed è stata ispirata a fondare Pa'Lante a causa della mancanza di opzioni per l'abbigliamento della confraternita. Secondo il suo sito web, è una delle poche attività para queer di proprietà latina che servono quelle confraternite.

Antonio Diaz

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da The Lemon di Anthony Diaz (@thelemonbyad)

Foto: Instagram/@thelemonbyad


Anthony Diaz è il creatore di The Lemon, un piccolo negozio che vende oggetti tra cui arte, vestiti e biglietti di auguri. Diaz è nato e cresciuto a San Antonio, in Texas, e sul suo sito web dice che la mia vita è stata inghiottita dalla mia cultura sin dal primo giorno. È un artista autodidatta e la sua arte include una stampa natalizia di Bad Bunny, una stampa calavera di Topolino e Minnie e un adesivo Nopal Magic Kingdom, quindi sì, sta sicuramente rappresentando la nostra cultura.

Natali González

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da QUEER INDIGENOUS ALCHEMY (@firmearte)

Foto: Instagram/@firmearte

Natali Gonzalez è un genere non conforme, Xicana, indigeno artista omosessuale, strega, e fondatore di Firme Arte. Usano la loro piattaforma per combinare il loro stile artistico originale con i loro modi ancestrali di guarigione offrendo oggetti tra cui un bagno bruja curativo, braccialetti di chakra di cristallo, portachiavi mal de ojo e fagotti di salvia.

Jen e Veronica Zeano

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da JZD (@shopjzd)

Foto: Instagram/@shopjzd

Jen Zeano progetta la fondatrice Jen Zeano ha sposato sua moglie, Vero, ha fondato questo marchio nel 2014 celebrando la cultura Latinx offrendo la sua tipica maglietta Latina Power. Ha detto di recente HipLatina durante un IG Live che hanno creato il marchio per elevare e potenziare la comunità Latinx. Hanno anche discusso di come Vero ha sviluppato le magliette di supporto Bien Gay e Bien per far sentire la comunità LGBTQ e gli alleati.

Kevin Alcaraz e Anthony Diaz

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da PLANTIITAS (@plantiitas)

Foto: Instagram/@plantiitas

Kevin Alcaraz e Anthony Diaz hanno fondato Plantiitas a Long Beach, in California, nel mezzo della pandemia ed è stato tutto a causa di un appendiabiti per macramè realizzato da Kevin. Quello che è iniziato come un pop-up è ora un negozio di piante che non si limita a vendere piante, ma offre anche un modo per incoraggiare i discorsi sulla salute mentale attraverso la cura delle piante.