By Erin Holloway

10 dei migliori libri Latinx per giovani adulti del 2019

Foto: Instagram/ninamoreno


La rappresentazione di Latinx in letteratura è scarsa, ma i seguenti scrittori e libri hanno contribuito a elevare le storie di Latinx quest'anno. Abbiamo incontrato forti eroine latine scritte da forti scrittori latini che amplificano le nostre storie e la nostra cultura nello spazio letterario. I seguenti dieci libri sono alcuni dei migliori libri per giovani adulti che vanno dalla suspense al realismo magico fino alla vita contemporanea con un'angolazione latina. Dalla guida afro-latina di Elizabeth Acevedo Con il fuoco in alto a una omosessuale latina birazziale di Michelle Ruiz Keil Tutti noi con le ali alle femministe latine di Lilliam Rivera Affrontare i sogni , continua a leggere per scoprire dieci dei migliori romanzi per giovani adulti di Latinx del 2019.

La verità è di No Nieqa Ramos

Visualizza questo post su Instagram

Ramos ha creato una voce così autentica che potrebbe sorprendere i lettori abituati ai personaggi adolescenti che suonano e si comportano come adulti... @sljournal Le battute su razzismo, appropriazione culturale, brutalità della polizia e transfobia mostrano la complessità, la genialità e il potere dei giovani attivisti. @kirkus_reviews Ancora un giorno per partecipare al giveaway di @goodreads! #weneeddiversebooks #ownvoicesbooks #latinxwriters #latinxreads #readlatinx #lgbtqiareads #lgtbtqiabooks #bookstagram #authorsofinstagram

Un post condiviso da No Nieqa Ramos (@nonieqa.ramos) il 5 agosto 2019 alle 6:15 PDT

In La verità è di No Nieqa Ramos , Verdad de la Reyna è una queer di 15 anni, portoricana con disturbo da stress post-traumatico che affronta una moltitudine di traumi che travolgerebbero qualsiasi adulto. Mentre naviga tra transfobia, colorismo e omofobia, Ramos mostra abilmente i pregiudizi di Verdad mentre fa i conti con la sua stranezza e l'anti-nero interiorizzato. Questo potente romanzo è carico di momenti strazianti, ma anche di un messaggio di resilienza e di scoperta dell'amore per se stessi che hanno reso tutto ciò molto più significativo con un protagonista così giovane. Ramos è anche una queer portoricana cresciuta nel Bronx e attraverso le sue opere – incluso il predecessore del romanzo The Disturbed Girl's Dictionary – sta amplificando le voci delle comunità emarginate.

Con il fuoco in alto di Elisabetta Acevedo

Visualizza questo post su Instagram

Questa è stata una settimana emozionante e per la prima volta ho visto una copia di WITH THE FIRE ON HIGH. Questa è la storia di Emoni Santiago, una mamma adolescente che vuole diventare una chef ma non è sicura se seguire quel sogno sia la cosa migliore per la sua famiglia. Questo personaggio mi è arrivato completamente formato e sussurrandomi all'orecchio e il 7 maggio sarà nel mondo. Ad essere onesti, THE POET X ha fatto così bene che ho paura che tutto ciò che faccio dopo non sarà abbastanza buono... ma parte dell'essere un narratore e uno scrittore è sforzarmi di raccontare nuove storie e credere abbastanza nel mio talento da non cedere alla paura. Quindi, non ho intenzione di deprimermi dalla gioia e mi fiderò dell'istinto che mi ha portato a scrivere questo in primo luogo. Non vedo l'ora che tutti voi leggiate questo.

Un post condiviso da Elisabetta Acevedo (@acevedowrites) il 17 novembre 2018 alle 15:28 PST

Il cibo è enorme nella cultura latina e per questo seguito al debutto di grande successo Il poeta X , l'autrice dominicana Elizabeth Acevedo prende spunto dall'amato romanzo Come l'acqua per il cioccolato in mostra la storia d'amore di un adolescente con il cibo. Con il fuoco in alto racconta la storia di Afro Emoni Santiago, una mamma single al suo ultimo anno di liceo in equilibrio tra maternità, scuola, famiglia, una storia d'amore in erba e la sua passione per l'arte culinaria. I piatti riflettono sia le sue radici afroamericane che portoricane e attraverso la sua cucina impara a conoscere la sua eredità ma rende anche ogni piatto suo, lasciando trasparire la sua personalità. Spero che i giovani lettori di Latinx, in particolare se lo sono Afro-latino, guarda che possono essere gli eroi , hanno il permesso di vivere rumorosamente, in modo colorato e con tutto se stessi, ha detto Acevedo HipLatina all'inizio di quest'anno.

Diamo fuoco all'oscurità di Tehlor Kay Mejia

Visualizza questo post su Instagram

Ho saltato il quinto giorno perché non sono molto bravo a fare estetica WIP, mi dispiace, ma il sesto giorno del mese di #authorlife è un momento fantastico! a gennaio sono andato per la prima volta a #ALAMW19 e ho avuto modo di tenere la copia in esposizione del mio libro con tutti i suoi gioielli commerciali allo stand di @harpercollinsus! eccomi qui a fare una faccia strana con la STRAORDINARIA copertina di #WithTheFireOnHigh di @acevedowrites come, vegliando benevolmente su di me. Sono stato così colpito da alcune delle risposte a questa storia, ma queste recensioni commerciali sono state probabilmente la parte più sorprendente e umiliante del viaggio finora. Sono così grato a tutti i revisori (quelli con il potere di dare le stelle e altro) che si sono presi il tempo di leggere il libro e condividere i loro pensieri. davvero, sapere che ci sono persone là fuori che si collegano con ciò che ho scritto è stata la sensazione più incredibile di tutte finora. SOLO ALTRI GIORNI!!! #wesetthedarkonfire #authorsofinstagram #letrebellionburn #epicreads #harperteen @katherinetegenbooks #IreadYA

Un post condiviso da Tehlor Kay Mejia (@tehlorkay) il 6 febbraio 2019 alle 17:12 PST


Romanzo femminista distopico Diamo fuoco all'oscurità di Tehlor Kay Mejia è un veicolo per Mejia per sezionare l'oppressione Latinas e faccia queer Latinx intrecciato gli elementi della fantasia per una storia davvero unica di brujeria e resistenza. Il protagonista è Dani Vargas, uno dei migliori studenti di una scuola per ragazze dove vengono addestrate esclusivamente al matrimonio e alla maternità. Dani si ritrova in una relazione amorosa proibita mentre combatte anche con la possibilità che il suo segreto sulla sua identità venga rivelato, rovinandole l'opportunità di rimanere nella prestigiosa scuola. La paura di deludere i suoi genitori - che hanno fatto grandi sacrifici per farla entrare - è evidente in tutto il romanzo come il modo in cui Mejia esplora come quei sacrifici possono influenzare l'autostima e lo sviluppo dell'identità. Mejia, che è messicano-americana, esplora anche il privilegio dei bianchi tra i Latinx e il modo in cui Dani fa i conti con il proprio privilegio che è appesantito dal suo trauma intergenerazionale. Mostrare l'amore queer mentre si esplorano temi più pesanti di privilegio, identità politica e resistenza con uno sfondo fantasy, rende questo un ingresso unico nel genere YA Latinx. Libro II di questa duologia, Scatenamo la tempesta spietata esce a febbraio del prossimo anno.

Affrontare i sogni di Lilliam Rivera

Visualizza questo post su Instagram

Divertiti sempre con il podcast @thenerdout! – Nuovo episodio 101 Badasses con l'ospite Lilliam Rivera Si unisce a noi @lilliamr molto speciale per parlare del suo nuovo libro, Dealing In Dreams, oltre a consigli letterari caldi, @badbunnypr , World Cup e le avventure di @ritzyp su Yelp.

Un post condiviso da Lilliam Rivera (@lilliamr) il 17 luglio 2019 alle 19:31 PDT

Immagina un mondo in cui il machismo non esiste e invece è stato sostituito dalla femminilità tossica e puoi farti un'idea di cosa Affrontare i sogni dello scrittore portoricano Lilliam Rivera è circa. Il romanzo femminista distopico segue la sedicenne Nalah e la sua banda di sole ragazze Las Mal Criadas nel loro viaggio verso le esclusive Mega Torri dove scoprono che raggiungere la vetta non è quello che pensavano sarebbe stato. Rivera esplora come la violenza sia uno stile di vita e possa essere erroneamente vista come uno strumento necessario verso la salvezza, lasciando Nalah a decidere cosa vuole per la sua vita. Questo romanzo fantasy ricco di azione bilancia i momenti più seri con l'azione principale con l'equipaggio di tosti mujeres che possono prendersi cura di se stessi, rendendoli una delle eroine femminili più memorabili nei libri di YA degli ultimi anni.

Non uscire con Rosa Santos di Nina Moreno

Visualizza questo post su Instagram

Felice Equinozio da Port Coral. . . . #DontDateRosaSantos #fallequinox #fall #ireadya #bookishcandles #bibliophile #yalit #portcoral #equinox #mabon #LatinxHistoryMonth #latinxwriters #bookstagram

Un post condiviso da Nina Moreno | YA autore (@ninamoreno) il 23 settembre 2019 alle 16:46 PDT

Non uscire con Rosa Santos di Nina Moreno è una lettura da spiaggia per la bruja che c'è in te, che mescola un po' di romanticismo, cultura cubana ed elementi spirituali. Moreno è un cubano-colombiano cresciuto a Miami. Il biculturalismo fa anche parte del libro con Rosa combattuta tra la sua abuela cubana e sua madre, una presenza irregolare nella sua vita a Port Coral, nel sud della Florida. Rosa teme di essere maledetta quando si tratta di appuntamenti e crede che il mare sia in qualche modo coinvolto, un riferimento al trauma generazionale dell'esilio. Quando inizia a innamorarsi di un uomo bello e misterioso di nome Alex Aquino, la cui famiglia possiede il porto turistico, si ritrova sulla strada per guarire e spezzare la presunta maledizione. Mentre trova la sua strada per Cuba, inizia a imparare chi è attraverso le sue radici e, a sua volta, scopre chi vuole essere, con un po' di romanticismo intervallato che lo rende un'autentica storia di scoperta dell'amore e di te stesso nel processo.

Cara Haiti, con affetto Alaine di Maika & Maritza Moulite

Visualizza questo post su Instagram

Oggi è il giorno! CARA HAITI, LOVE ALAINE è in natura. ⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀ Sono sopraffatto dalla GIOIA! Sono così grato che @maritzamoulite e io siamo stati in grado di scrivere la storia che bramavamo da bambini. ⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀ La nostra storia è fatta di accettazione di sé, legami familiari e sapere da dove vieni. Parliamo della specificità della nostra cultura haitiana, ma tutti potranno vedersi nell'Alaine intelligente, impertinente ed esilarante perché sappiamo tutti cosa si prova a voler appartenere. ⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀ Scrivere un libro è sempre stato un mio sogno. E sono così fortunato di essere stato in grado di farlo con mia sorella, Maritza. Sono così grato a lei e a tutte le persone che hanno contribuito a renderlo possibile: TUTTI a @inkyardpress e @newleafliterary @tashmarcelle @jlstermer @lmariegi @gabbyvice_ @bessbraswell Linette—TUTTI. ⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀ E un ringraziamento speciale alla nostra famiglia che ha ascoltato @maritzamoulite e io parliamo di questo libro negli ultimi 2+ anni. Grazie per non essere stanco di noi e per aver condiviso la nostra eccitazione attraverso questo processo. Vi amo tutti così tanto! ⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀ Questo post è andato avanti molto più a lungo di quanto mi aspettassi, ma è perché il mio cuore è felice. Si prega di ordinare il nostro libro per te, un amico, un cugino, una figlia, tua madre, tuo figlio, ERRRBODYYY! La prima settimana di vendita è fondamentale per noi autori, quindi speriamo che ci supporterai. Puoi ottenere il nostro libro OVUNQUE I LIBRI SONO VENDUTI! ⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀ Va bene. Sta succedendo questo. Non si torna indietro ora!

Un post condiviso da Maika Moulite (@maikamoulite) il 3 settembre 2019 alle 6:50 PDT

Cara Haiti, con affetto Alaine è un'incantevole lettera d'amore ad Haiti da parte delle sorelle haitiane Maika e Maritza Moulite che si tratta di scoprire le tue radici con un po' di realismo magico mescolato. Alaine Beauparlant è una diciassettenne che vive a Miami che ha intenzione di andare in Colombia e seguire le orme della madre giornalista quando le cose andranno male e finirà con un due- viaggio di un mese nella sua terra natale. Con molto cuore e umorismo, questa storia si svolge per rivelare il ritrovato apprezzamento di Alaine per Haiti anche se scopre segreti di famiglia di lunga data. Questo è il romanzo d'esordio della sorella di Moulite e ha immediatamente ricevuto elogi da critici e lettori per la sua rappresentazione onesta delle relazioni familiari e della cultura haitiana.

Tutti noi con le ali di Michelle Ruiz Keil

Visualizza questo post su Instagram

Questo momento. Grazie per lo scaffale amore @powellsbooks! #allofuswithwings #authorlife #dreamscometrue #latinxbooks

Un post condiviso da Michelle Ruiz Keil (@michelleruizkeil) il 16 agosto 2019 alle 13:52 PDT


Il realismo magico e la brujeria sono al centro di Michelle Ruiz Keil Tutti noi con le ali , il suo romanzo d'esordio sulla famiglia, l'amore e la guarigione da un trauma. La storia è ambientata nella San Francisco post-punk, dove la diciassettenne messicana-americana Xochi visse da sola fino a quando non divenne la governante della dodicenne Pallas e si trasferì con la sua famiglia di musicisti pagani. Una notte evocano accidentalmente antichi esseri (Waterbabies) determinati a correggere i torti del passato di Xochi, svelando la vita come la conoscono e mettendola sulla strada della guarigione. Xochi è una messicana-americana bisessuale e birazziale e attraverso la sua storia, Keil mostra cosa possono essere la guarigione e il recupero da un trauma, specialmente per le comunità emarginate. Il libro presenta le prospettive di vari personaggi (incluso un gatto!) e affronta argomenti difficili tra cui stupri, relazioni minorenni, violenza domestica e uso di droghe, ma termina con una nota di potere.

Il custode del dolore di Alessandra Villasante

Questa storia straziante di Alessandra Villasante descrive le tragiche conseguenze quando l'amore e gli esseri umani sono considerati illegali. Il custode del dolore segue il viaggio della diciassettenne Marisol dalla vita in El Salvador al viaggio fino al confine degli Stati Uniti per sfuggire ai pericoli della sua terra natale dopo che suo fratello è stato assassinato e sua madre si è nascosta. Lei e sua sorella minore, Gabi, scappano al confine per chiedere asilo ma con la minaccia di espulsione, accetta di diventare una custode del dolore, utilizzando un dispositivo che trasferisce letteralmente su di lei il dolore di chi soffre di disturbo da stress post-traumatico. Mentre si abitua a questa nuova vita, si ritrova a innamorarsi di Rey, una donna bianca di cui è la custode del dolore. Questo straordinario debutto affronta i sentimenti anti-LGBTQ, il razzismo interiorizzato e la crisi del confine per rivelare il cuore dietro ciò che molti conoscono solo attraverso i titoli. Mentre Marisol lavora per aiutare coloro che soffrono il loro dolore, impara a far fronte e a lavorare da sola per evidenziare come l'amore e le connessioni umane siano catalizzatori per la guarigione e la libertà.

Cinque Mezzanotte di Ann Dávila Cardinale

Visualizza questo post su Instagram

Hai presente quel nipote o quel nipote eccentrico che non sai mai cosa prendere per le vacanze? Quello che veste tutto di nero, preferisce i film horror ai film Hallmark e si tiene per sé alle riunioni? Perché non procurargli una copia di Five Midnights? Ordinalo da @bearpondbooks e lo personalizzerò e firmerò! link nei commenti! #cinquemezzanotte @torteen

Un post condiviso da Ann Davila Cardinale (@andavilacardinal) il 6 dicembre 2019 alle 19:36 PST

Questo thriller ricco di suspense attinge dal folklore di El Cuco con una serie di misteriosi omicidi a Porto Rico. Cinque Mezzanotte è Ann Davila Cardinale debutto e segue le vicende della sedicenne Lupe Dávila, conosciuta come la Gringa-Rican del Vermont, che ottiene qualcosa di più dell'esperienza turistica a Porto Rico quando viene coinvolta in qualche attività omicida. Incontra Javier Utierre, 18 anni, che ha già avuto amici uccisi da questa misteriosa figura e insieme si mettono alla ricerca della verità solo per scoprire che Cuco potrebbe essere il cattivo. Anche se è una versione ricca di suspense del mito popolare, ha anche un messaggio più ampio sulla comunità, l'identità e la battaglia contro i demoni interiori.

Avrebbero potuto chiamarla qualsiasi cosa di Stephanie Jiménez

Visualizza questo post su Instagram

Ho appena tenuto un evento al Bryant Park e ho visto che il mio libro fa parte della biblioteca della città presso la Sala di lettura del parco! Quant'è fico! Chiunque passeggia o si siede a pranzo nel parco può sfogliare le pagine ed essere trasportato nella versione di Maria di New York. Che viaggio. * E ora, mentre celebro la fine di quell'evento (ognuno è diverso e ugualmente snervante, non diventa mai più facile?) mi siedo davanti a un croissant all'ibisco che si abbina stranamente alla copertina del mio libro. * Inoltre: se sei un amico che ha la tentazione di farmi ridere nel bel mezzo dell'evento, non farlo! Resisti alla tentazione! * Evviva per tutte le cose magenta! Ma alla fine ho una domanda… chi mangia un croissant con forchetta e coltello? Non è raffigurato il set di utensili che mi è stato appena servito... * #debutauthor #authorinterview #theycouldhavenamedheranything #novels #bookaholic #bookstack #bookstagram #books #bookworm #author

Un post condiviso da Stephanie Jiménez (@estefsays) il 14 agosto 2019 alle 11:15 PDT

Avrebbero potuto chiamarla qualsiasi cosa di Stephanie Jiménez è una storia di formazione con un giovane protagonista che combatte problemi da adulti che potrebbero scatenare alcuni lettori. Quando la diciassettenne Maria Anís Rosario fa amicizia con il suo compagno di classe Rocky, viene introdotta alla cultura del bougie Upper East Side, ben lontano dalla piccola casa che condivide con la sua famiglia nel Queens. Maria e Rocky hanno ciascuno qualcosa che l'altro desiderava, rispettivamente denaro e una famiglia unita, e sono le loro azioni verso il raggiungimento di ciò che sbroglia la loro amicizia. Dalle questioni del consenso al razzismo, al privilegio e al tradimento, questa storia è uno sguardo potente su come la classe e la razza influenzano la loro amicizia.

Articoli Interessanti