I momenti migliori dei Latin Grammys 2019

Foto: Unsplash/@fabioha


Questa sera si è celebrato il 20° anniversario dei Latin Grammys. Dal tappeto rosso alla performance finale della trasmissione televisiva, noi come Latinxs abbiamo catturato l'attenzione di tutti e non ci siamo lasciati andare. C'era nudità in nome della protesta, icone celebrate per i loro decenni di musica e, naturalmente, esibizioni epiche. Dopo aver visto lo spettacolo, che si è svolto a Las Vegas, abbiamo catturato quelli che ritenevamo fossero i suoi momenti migliori e indimenticabili da condividere con tutti voi. Ecco i momenti più importanti dei Latin Grammys 2019.

Mon Laferte mette a nudo il suo petto e la sua anima per il Cile

Visualizza questo post su Instagram

@monlaferte ha fatto politica stasera ai @latingrammys e ha preso posizione per il Cile #latingrammys2019 #chile #takeastand

Un post condiviso da HipLatina (@hip_latina) il 14 novembre 2019 alle 19:58 PST

L'artista cileno Mon Laferte ha usato il tappeto rosso, solitamente teatro di abiti sfarzosi e look eleganti, per scioccare in nome del cambiamento ispiratore. Si è abbassata il trench per esporre un messaggio scritto sul petto nudo: In Cile torturano, violentano e omicidiano. Ciò è stato in risposta alle violenze subite dai manifestanti nel paese sudamericano.

Introduzione ai Grammy epici

Visualizza questo post su Instagram

La vita è un carnevale @milly_quezada e @olgatanonofficial #LatinGRAMMY

Un post condiviso da L'Accademia di registrazione latina (@latingrammys) il 14 novembre 2019 alle 17:59 PST

Sai che dovevi avere un'apertura epica per il 20° anniversario dei Latin Grammys. Niente di meno farebbe. Ricky Martin, che si è esibito insieme a Celia Cruz e Gloria Estefan all'apertura del primo spettacolo (nel 2000), come parte del tributo a Tito Puente, ha ospitato quest'anno, chiudendo il cerchio. Quest'anno, la trasmissione televisiva si è aperta con un tributo a Celia Cruz (La Vida Es Un Carnaval), interpretato da Olga Tañón, Milly Quezada e Anitta.

Questo è stato seguito da un tributo a Juan Gabriel, in cui Carlos Rivera, Reik e Leonel Garcia hanno interpretato Querida.

Visualizza questo post su Instagram

Omaggio a #JuanGabriel ai #LatinGrammys di #CarlosRivera, #Reik e #LeonelGarcia che cantano #Querida

Un post condiviso da Ecco come sono la TV (@asisoytv) il 14 novembre 2019 alle 20:22 PST

Tre generazioni della famiglia Fernandez che si esibiscono insieme

Visualizza questo post su Instagram

Indietro, Indietro @alexfernandez.g, @_vicentefdez, @alexoficial #LatinGRAMMY

Un post condiviso da L'Accademia di registrazione latina (@latingrammys) il 14 novembre 2019 alle 18:49 PST


Anche se non siamo d'accordo con i suoi commenti omofobici e che fanno vergognare la dipendenza, Vicente Fernandez è un'icona e ha fatto così tanto in termini di musica. Ai Latin Grammys di quest'anno, tre generazioni della famiglia Fernandez – Vicente, il figlio Alejandro e il nipote Alex Fernandez, sono apparse insieme sul palco per cantare canzoni, tra cui il classico Volver Volver.

Performance del personaggio dell'anno di Juanes

Visualizza questo post su Instagram

Vuoi di meglio @juanes @alessiasmusic #LatinGRAMMY

Un post condiviso da L'Accademia di registrazione latina (@latingrammys) il 14 novembre 2019 alle 19:57 PST

https://www.instagram.com/p/B43zczzIxvW/

Il musicista colombiano Juanes è stato nominato Persona dell'anno dalla Latin Recording Academy per il 2019. Ogni anno, il destinatario è onorato, ma mette anche in scena un'esibizione indimenticabile. Juanes ha cantato insieme ad Alessia Cara, Sebastian Yatra e ha intrattenuto il pubblico con canzoni tra cui A Dios Le Pido e La Camisa Negra.

Thalia ottiene il President's Merit Award

Visualizza questo post su Instagram

Che emozione! Premio presidenziale @Thalia #LatinGRAMMY #20YearsOfExcellence

Un post condiviso da L'Accademia di registrazione latina (@latingrammys) il 14 novembre 2019 alle 19:19 PST

Presentata da Emilio Estefan, Thalia è salita sul palco per ricevere il Presidential Merit Award della Latin Recording Academy, per i suoi 20 anni di abilità artistica. Ha ricordato come da bambina avrebbe infastidito sua madre per farla diventare un'intrattenitrice, prima di procedere a ringraziare le persone che hanno reso possibile la sua carriera iconica: la sua famiglia, i suoi collaboratori, gli amici e i suoi fedeli fan.

Jose Jose Tribute di Antonio Aguilar

Visualizza questo post su Instagram

@pepeaguilar_oficial #LatinGRAMMY

Un post condiviso da L'Accademia di registrazione latina (@latingrammys) il 14 novembre 2019 alle 20:05 PST

Una delle cose migliori dei Latin Grammys è che puoi assistere a spettacoli irripetibili che spesso avranno un'icona che ne onora e ne celebra un'altra. Per i Latin Grammys del 2019, uno di questi momenti è stato il leggendario Antonio Aguilar che ha realizzato una bellissima versione di El Triste di José José.

Ricky Martin, Residente, e la potenza portoricana di Bad Bunny

Visualizza questo post su Instagram

Ripubblicato da @inpulsemedia (@get_regrann) – #rickymartin + #residente + #badbunny – #regrann

Un post condiviso da Rm_morales2 (@kate.morales2) il 14 novembre 2019 alle 23:24 PST


I Latin Grammys consentono anche agli artisti di abbandonare la loro ultima musica. Ricky Martin, Residente e Bad Bunny hanno colto l'occasione per eseguire per la prima volta la loro ultima jam, Cántalo. Ovviamente l'esibizione è stata ad alta energia, traboccante di talento, e ha dato vita a qualche grande orgullo Puerto Puertorriqueño e Latino!

La giostra sinfonica di Bad Bunny

Visualizza questo post su Instagram

Callaíta @badbunnypr #LatinGRAMMY

Un post condiviso da L'Accademia di registrazione latina (@latingrammys) il 14 novembre 2019 alle 20:20 PST

Bad Bunny ha anche chiuso i Latin Grammys con la sua fantastica esibizione di Callaita, che lo vedeva rappare con una maschera tempestata di cristalli, circondato da giostre e accompagnato da un'orchestra, tutti con un terzo occhio dipinto sulla fronte.

Articoli Interessanti