Le donne di colore si candidano al Congresso in numeri da record

michelle dell

Foto: Michelle de la Isla


Il 2020 può essere ricordato come l'anno della pandemia di Coronavirus, ma uno dei trionfi storici di quest'anno è il numero di donne di colore che si sono candidate al Congresso. Un minimo di 267 donne di colore sono candidate ai principali partiti per il Congresso di quest'anno, secondo un rapporto del Center for American Women and Politics della Rutgers University. Quest'anno ha battuto il precedente record di 179 donne di colore che hanno corso nel 2018.

Attualmente, il Congresso è il più diversificato che sia mai stato con vittorie storiche tra cui quella della Repubblica portoricana Alexandria Ocasio-Cortez, la donna più giovane eletta al Congresso. Tuttavia, mentre si stanno facendo progressi, le donne quest'anno rappresentano solo il 30% dei candidati alla Camera e il 24% dei candidati al Senato, anche se siamo il 50% della popolazione. Almeno nel 2018 c'erano 41 Latinxs al Congresso . Ecco alcune delle latine che hanno corso e che sono ancora in corsa.

Jessica Cisneros

https://www.instagram.com/p/CBZC2orF0bN/

La democratica progressista Jessica Cisneros è un avvocato di 27 anni di San Antonio, in Texas, che ha corso contro il rappresentante Henry Cuellar. Sebbene fosse una candidata forte e valida, ha perso alle primarie di marzo, ma non prima di aver ottenuto un approvazione da parte dell'AOC . Ha funzionato su una piattaforma di riforma dell'immigrazione, salario minimo di $ 15, accordi di commercio equo, il nuovo accordo verde, riparazione delle scuole pubbliche, diritti delle donne, lotta alla violenza armata e assistenza medica per tutti.

Cristina Tzintzun Ramirez

Visualizza questo post su Instagram

Non credo che John Cornyn rifletta il Texas di oggi. E penso che non ci sia modo migliore per dimostrarlo di me che sono il candidato, ha detto. Trump condurrà la sua campagna facendo il cattivo, prendendo di mira persone che assomigliano e hanno cognomi proprio come me.⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀ ⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀ Questa corsa si farà davvero accesa veloce, e penso che diventerà la gara che riflette davvero chi stiamo diventando come paese e per chi stiamo facendo spazio. ⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀ ⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀ Dai un'occhiata al profilo in prima pagina di Jenna Johnson del Washington Post sulla lotta della nostra campagna per ottenere una vera rappresentanza per il Texas.⠀⠀⠀⠀⠀⠀ ⠀⠀⠀⠀ ⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀ Link al profilo completo nella nostra storia di Instagram! ⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀ ⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀ — ⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀ Texani, non dimenticate di uscire e votare. La votazione anticipata si svolgerà ora fino al 28 febbraio. Il giorno delle elezioni è il 3 marzo!

Un post condiviso da Cristina Tzintzun Ramirez (@cristinafortx) il 25 febbraio 2020 alle 15:01 PST


Cristina Tzintzun Ramirez è un organizzatore e attivista politico e di comunità che ha fondato Jolt, un'organizzazione per i diritti civili che lavora per aumentare l'affluenza alle urne latine in Texas. Ramirez, 38 anni, ha raccolto oltre $ 459.000 nei due mesi della sua campagna senza prendere dollari aziendali. Ha corso contro il repubblicano in carica John Cornyn e si è classificata terza alle primarie democratiche del 3 marzo con il 13,2% dei voti.

Lorena Garcia

https://www.instagram.com/p/B_AvDSmlZtw/

L'attivista queer Lorena Garcia ha lavorato in un'organizzazione no-profit in Colorado per tutta la sua carriera quando è entrata in gara, correndo contro il repubblicano in carica Cory Gardner. La sua piattaforma includeva l'equità salariale per le donne e le persone di colore, il nuovo accordo verde, il salario minimo di $ 15, l'imposta sul valore aggiunto per far pagare alle aziende la loro giusta quota, alloggi a prezzi accessibili, istruzione e riforma dell'immigrazione. All'inizio di maggio la Corte Suprema ha stabilito che non doveva essere inserita nel ballottaggio perché non aveva abbastanza firme. Tuttavia, ha impugnato la decisione L'8 maggio ha annunciato di aver sospeso la sua campagna .

Laura M. Montoya

Visualizza questo post su Instagram

Onorato di essere presentato su American Promise.

Un post condiviso da Laura M. Montoya 4 NM (@lauram4nm) il 20 aprile 2020 alle 23:46 PDT

Nativo del Nuovo Messico Laura M. Montoya si è candidata per il 3° distretto congressuale del New Mexico mentre prestava servizio come tesoriere della contea di Sandoval dal 2012. Ha lavorato a una legislazione che rimuove le scappatoie fiscali, aumenta l'efficienza della riscossione delle tasse, aiuta i veterani, gli anziani e i disabili del New Mexico. Montoya ha lavorato come rappresentante dei servizi costituenti per il senatore degli Stati Uniti Jeff Bingaman e all'epoca era la più giovane latina a lavorare in tale veste negli Stati Uniti, gestendo cinque contee nel New Mexico settentrionale. Ha corso contro altri nove democratici e un repubblicano. Ha corso contro il democratico in carica Ben Ray Lujan e ha perso alle primarie democratiche il 2 giugno.

Shema Hernandez

Visualizza questo post su Instagram

#JohnCornyn ha preso 2,4 milioni dall'#HealthcareIndustry negli ultimi 5 anni. Abbiamo bisogno di un senatore che abbia a cuore la salute di tutti i texani, non solo dei ricchi donatori. @semafortexas #SemaHernandez per il senatore #Sema2020 #Sema4TX #Medicare4All https://secure.actblue.com/donate/sema-for-texas-2

Un post condiviso da Jean Genevie (@jeangenevie) il 14 febbraio 2019 alle 19:09 PST

Shema Hernandez è una messicana-americana di prima generazione ed è diventata la prima latina nella storia del Texas a candidarsi per la nomination democratica nel 2018. Ha lavorato nel settore sanitario per diversi anni ed è stata co-presidente della Texas Poor People's Campaign fino a quando non si è dimessa per candidarsi per il Senato nel 2018. Ha funzionato su una piattaforma socialista democratica di assistenza sanitaria a pagamento unico per tutti, college e formazione gratuiti per tutti, legalizzazione della marijuana, accordi di commercio equo, diritti degli indigeni, cessazione della militarizzazione, riforma della giustizia penale e parità di retribuzione. Ha corso contro l'incumbent John Cornyn e ha perso alle primarie democratiche il 3 marzo.

Candace Valenzuela

Visualizza questo post su Instagram

Mancano poche ore alla scadenza della nostra raccolta fondi! Candace sta lavorando sodo per chiamare persone come te nella nostra comunità. Puoi aiutarla a raggiungere il nostro obiettivo contribuendo con $ 3, $ 10 o $ 24? Donate adesso! Link in bio.

Un post condiviso da Candace Valenzuela (@candacefor24) il 31 luglio 2020 alle 14:39 PDT


L'afro-latina Candace Valenzuela è in corsa per 24° distretto congressuale del Texas , ha avanzato con il 60 per cento dei voti al ballottaggio delle primarie democratiche il 14 luglio. È figlia di genitori messicano-americani e afroamericani e sostenuta da Elizabeth Warren. Nel 2017 ha vinto la sua prima corsa per School Board of Trustees e ha lavorato per espandere l'istruzione STEM, la formazione professionale e le accademie di codifica nelle scuole distrettuali. Se vince il 3 novembre diventerà la prima afro-latina a rappresentare il 24esimo del Texas .

Michele Isola

Michele Isola è stato il sindaco di Topeka, Kansas dal 2018 è la prima latina della città, la prima madre single e la seconda donna a ricoprire la carica di sindaco. La 44enne è nata a New York City ed è cresciuta a Porto Rico e si è laureata alla Wichita State University come mamma adolescente. La sua piattaforma include politiche per l'assistenza sanitaria a prezzi accessibili, il rafforzamento dell'istruzione pubblica, un percorso per la cittadinanza per gli immigrati privi di documenti e l'aumento dei programmi commerciali. Il 4 agosto ha vinto le primarie democratiche e dovrà affrontare il tesoriere del Kansas Jake LaTurner alle elezioni generali del 3 novembre.