'La Negrada:' il primo film di finzione del Messico con un cast interamente nero

Foto: produttore YouTube/TIRISIA CINE


I messicani neri praticamente non esistono, ricordo una donna messicana sulla difensiva che mi disse una volta dopo che avevo tirato fuori le statistiche dimostrando il contrario. La sua argomentazione è stata completamente chiusa nel 2016 quando Il Messico ha finalmente riconosciuto che sono cittadini neri . La discriminazione contro le comunità indigene in Messico è enorme, ma anche peggiore per la cultura afro-messicana del paese, che è praticamente trattata come persone invisibili. Ma allo stesso modo in cui gli afro-latini stanno finalmente guadagnando visibilità negli Stati Uniti e in tutta l'America Latina, vengono finalmente visti anche in Messico e questo nuovo film diretto da Jorge Pérez Solano intitolato La Negrada lo dimostra. È letteralmente il primo film di finzione messicano che riconosce effettivamente la loro comunità nera.

Il film è il primo film messicano a includere un cast messicano tutto nero ed è stato girato nelle città di Oaxaca. In effetti, secondo Remezcla, il film intenzionalmente ha assunto attori locali non professori per interpretare i due personaggi Giovanna e Maddalena. Il trailer da solo racconta come i messicani neri tendono a essere trattati nel loro stesso paese.

Il trailer inizia con un funzionario dell'immigrazione messicana che affronta una donna messicana nera su un autobus e le chiede: non sei messicana, vero? Di dove vieni da negra? dice aggressivo. Il testo appare sullo schermo e dice: Ci sono messicani che nessuno vede, seguito da filmati che seguono i personaggi afro-messicani del film.


Mentre è fantastico vedere un film che mette in evidenza una comunità che è stata alienata dalla società messicana per secoli, il film non è privo di difetti. Remezcla sottolinea che numerosi Le organizzazioni afro-messicane si sono lamentate dell'uso da parte del regista della parola selvaggio nel film e sento anche che attinge molto dagli stereotipi associati ai latini neri rispetto a ritrarli in modo positivo. Questo è certamente un argomento giusto.

Sono curioso di vedere come il regista affronti queste valide preoccupazioni, mentre è molto importante creare film che riconoscano gli afro-messicani e che diano anche opportunità agli attori afro-messicani, è altrettanto importante assicurarsi che non vengano interpretati in modi stereotipati che possono causare loro ulteriori danni. Questo film potrebbe essere l'inizio, ma spingiamo una maggiore visibilità afro-latino nei film su tutta la linea.