Un sondaggio rileva che fino al 40 percento degli elettori è offeso dal termine Latinx

Latino Latino Latino ispanico

Questo mese ha portato nuovo carburante da aggiungere al dibattito decennale nella comunità Latinx: il nome che usiamo per identificarci. Usiamo latino o Latinx o latino? Lo chiamiamo? #LatinxHeritageMese o #HispanicHeritageMonth? chicana o Chicanx ? Lo scorso novembre, un sondaggio è stato condotto da Bendixen & Amandi International, una società di consulenza con sede a Miami utilizzata da organizzazioni non profit e campagne politiche, che ha riscontrato enormi differenze nell'uso e nella percezione della parola Latinx tra un gruppo di 800 elettori Latinx negli Stati Uniti Mentre il 57% dei partecipanti intervistati nel sondaggio non lo è offeso dal termine 'Latinx Fino al 40 percento afferma che questo termine li infastidisce o li offende, ha affermato il CEO dell'azienda Fernand Amandi, secondo Notizie NBC.

Latinx è apparso per la prima volta come termine nel 2004 quando le discussioni sui binari di genere intrinseci in spagnolo stavano diventando più prevalenti online e nel mondo accademico. Non è decollato fino a quando il grande pubblico americano non è diventato più consapevole e ha accettato le identità trans e non binarie, specialmente nelle comunità indigene, nel 2016.

Da allora, ci sono state molte ragioni per cui abbiamo adottato e abbracciato il suffisso -x, incluso il suo legame con la lingua indigena messicana Nahuatl e il suo onorare le persone LGBTQIA+ che resistono ai suffissi maschili -o e femminili -a in spagnolo.


Ma la popolarità e l'uso di Latinx sono stati quasi esclusivamente spinti da persone Latinx più giovani e progressiste. In effetti, il sondaggio ha rilevato che i Democratici, anche se non usavano Latinx per identificarsi, avevano meno probabilità di essere offesi dal termine. Il che lascia le generazioni più anziane e le persone conservatrici arrabbiate, offese e confuse, tanto che l'uso di Latinx potrebbe persino influenzare drasticamente la quantità di sostegno che ricevono dagli elettori di Latinx.

Penso che si debba stare attenti nel dire: 'questo è il motivo d'argento per cui i repubblicani si stanno facendo strada, ha detto Amandi. Ma quello che penso che i dati chiariscano è che questo non sta aiutando i democratici a massimizzare potenzialmente questo blocco di voto critico per questo e le loro possibilità elettorali.

Invece, ispanico e latino rimangono ancora gli identificatori più popolari tra gli elettori sia statunitensi che nati all'estero, con Latinx utilizzato solo dal 2% a livello nazionale. Sebbene una parte significativa possa essere attribuita all'omofobia e alla mancanza di comprensione nei confronti della comunità LGBTQIA+, è anche una questione linguistica. Molti madrelingua spagnoli hanno difficoltà a pronunciare il termine, motivo per cui il latino è diventato più diffuso online e per molti è più accomodante nei confronti della lingua.

Il dibattito non accenna a finire presto, soprattutto a causa di quanto complicato possa diventare basato su ideologie politiche, età e origini di nascita. C'è molto lavoro da fare per disfare gli ideali e l'intolleranza della supremazia bianca associati al termine, e nel chiederci se abbiamo bisogno di un'etichetta collettiva. Perché se non altro, questa polemica dimostra che non siamo un monolito, nonostante cerchiamo di scegliere un nome che ci dipingerà come tale.