Incontra Vanessa Bryant: 6 fatti sulla moglie di Kobe Bryant

Foto: Instagram/kobebryant


Vanessa Bryant ha sempre mantenuto un profilo relativamente basso, ma sulla scia della tragica e prematura morte di suo marito, il leggendario giocatore di basket Kobe Bryant, e la figlia di 13 anni Gianna, le persone in lutto in tutto il mondo hanno lei e le loro tre figlie in mente. Dopo la notizia che Kobe, Gianna (Gigi) e altri sette passeggeri sono morti in un incidente in elicottero domenica mattina presto, i notiziari non solo hanno commemorato la leggendaria carriera di Kobe giocando per i Lakers, ma hanno anche puntato i riflettori sulla sua devozione alla sua famiglia. Secondo quanto riferito, hanno promesso di farlo mai pilotare un elicottero insieme , che sembra particolarmente straziante ora, ma mostra anche come mettono la famiglia al primo posto. Continua a leggere per conoscere Vanessa, 37 anni, che è stata la sua compagna da 20 anni e madre delle loro quattro figlie.

Vanessa è di origine messicana.

Visualizza questo post su Instagram

devi imparare ad amarti, anche se non sai da dove cominciare.. #vanessabryant / segui @fashionistaarabia @fashionistaarabia @fashionistaarabia

Un post condiviso da Fan di Vanessa Bryant (@vanessabryantfanz) il 16 ottobre 2020 alle 19:21 PDT

Vanessa Cornejo Urbieta Laine è nata il 5 maggio 1982. Secondo quanto riferito, la famiglia di Kobe non ha sostenuto la loro relazione in parte perché non era afroamericana. È cresciuta a Orange County e ha frequentato la Marina High School di Huntington Beach. Sebbene ci siano state segnalazioni che è per metà irlandese, entrambi i suoi genitori sono messicani e lei ha preso il cognome Laine in onore del suo patrigno .

Lei e Kobe si sono sposati quando lei aveva 18 anni nel 2001.

Visualizza questo post su Instagram

In questo giorno 20 anni fa ho incontrato la mia migliore amica, la mia regina @vanessabryant ho deciso di portarla ad un appuntamento a Disneyland stasera per celebrare lo stile old school (pre 4princesses) ti amo mia mamacita per sempre

Un post condiviso da Kobe Bryant (@kobebryant) il 27 novembre 2019 alle 22:41 PST

Ha iniziato a corteggiarla mentre era ancora al liceo. La loro relazione ha attirato così tanta attenzione che ha dovuto finire il suo ultimo anno attraverso uno studio indipendente. Si sono sposati nell'aprile 2001 nella chiesa cattolica di St. Edward the Confessor a Dana Point, in California. Secondo quanto riferito, la sua famiglia non ha sostenuto il loro matrimonio e si sono allontanati. Secondo il Los Angeles Times, il suo padre Joe era a disagio con il suo essere latina .

Vanessa gli è stata accanto quando è stato accusato di stupro.

Visualizza questo post su Instagram

Il famoso atleta violenta una ragazza di 19 anni che lavora come receptionist nell'hotel dove alloggia. Le prove sono innegabili, DNA, sangue, lividi. I media la incolpano, dicono che deve averlo chiesto, pubblicano i suoi dati anagrafici, le foto, l'indirizzo. I fan la molestano, la insultano, la minacciano. La ragazza si rifiuta di testimoniare per paura di ulteriori molestie e il caso viene risolto con una transazione civile. L'atleta si scusa pubblicamente, dicendo che pensava che la ragazza volesse, anche se ora ha capito che (quando ha cercato di scappare, ha pianto e ha detto di no) era che non voleva. L'industria lo accetta senza problemi . Continua la sua carriera ricevendo elogi, sponsor e ammirazione. Muore in un tragico incidente e il mondo parla di quanto sia stato meraviglioso e insulta coloro che osano pubblicare sul caso di stupro. È molto triste che qualcuno, famoso o meno, muoia in un incidente in giovane età. Ora, penso che non dovremmo dimenticare questo caso di stupro a cui non è stata data la rilevanza che aveva quando è venuto alla luce in un momento in cui si prestava poca attenzione agli abusi commessi da celebrità e atleti. La fama o il talento di una persona non è una scusa per ignorare i suoi abusi, ma non diminuisce nemmeno il dolore e la tristezza della sua famiglia e dei suoi cari per la sua morte, a loro le nostre condoglianze. Ma quale messaggio mandiamo al mondo quando proclamiamo ammirevole e stimolante una persona che ha violentato, solo perché aveva talento nello sport? La realtà è che se sei un fan di Kobe e pensi che fosse una brava persona, l'unico modo per spiegargli che violentava una ragazza e pensava che non fosse stupro è che era così immerso nella cultura dello stupro che ci circonda , quello che è ancora più forte in alcuni ambienti sportivi che tendono a promuovere una mascolinità tossica, che forse credeva davvero che qualsiasi ragazza avrebbe voluto fare sesso con lui. Forse ho erroneamente pensato che anche quelli che hanno detto di no, pianto, cercato di scappare, hanno davvero solo giocato duro per ottenere... Leggi il resto della nota su ondafeminista.com | Link nella storia e nel profilo #kobebryant #koberape #NiUnaMás #niunamenos #metoo

Un post condiviso da onda femminista (@onda_feminista) il 27 gennaio 2020 alle 12:14 PST


Nel 2003, sei mesi dopo aver dato alla luce la loro prima figlia Natalia Diamante, Kobe è stata accusata di violentare un lavoratore alberghiero di 19 anni del Colorado . Ha affermato l'innocenza dicendo che era consensuale e sebbene l'avesse tradita, lei era al suo fianco. Durante la conferenza stampa ha detto che era disgustato da me stesso per aver commesso l'errore di adulterio, aggiungendo, io amo mia moglie con tutto il mio cuore. Lei è la mia spina dorsale. Ha anche notoriamente regalato a lei un Anello viola da 8 carati, 4 milioni di dollari anche se ci sono alcuni rapporti che l'aveva già acquistato prima dell'incidente. Il caso è stato risolto nel 2005.

Ha subito un aborto spontaneo dopo il caso.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da RIP Kobe e GiGi (@kobehonoring) il 14 ottobre 2020 alle 16:30 PDT

Kobe si è incolpato per l'aborto spontaneo : La realtà è che è successo a causa mia. È qualcosa con cui devo fare i conti, ha detto in un documentario Showtime del 2015. Hanno accolto la figlia Gianna Maria-Onore nel maggio 2006.

Ha chiesto il divorzio nel 2011 e si sono riconciliati nel 2013.

Visualizza questo post su Instagram

'sono state le nostre benedizioni portate via da noi troppo presto'-Vanessa Bryant – – – – #kobebryant#kobe#giannabryant#playgigisway#ripmamba#restinpeace#girldad#mambacita#mambaforever #vanessabryant#biankabryant

Un post condiviso da mambacita (@giggiswrld) il 22 ottobre 2020 alle 11:41 PDT

Siamo lieti di annunciare che ci siamo riconciliati , Vanessa Bryant ha detto sui social media in quel momento. La nostra azione di divorzio sarà respinta. Non vediamo l'ora che arrivi il nostro futuro insieme. Hanno accolto la figlia Bianka Bella nel dicembre 2016, seguita dalla figlia Capri Kobe nel giugno 2019.

È una delle ragioni per cui Kobe sapeva parlare lo spagnolo.

Visualizza questo post su Instagram

Buon compleanno a Mi Reina @vanessabryant Felice di averti nella mia vita. Eravamo solo dei bambini quando ci siamo incontrati ed è incredibile vedere la donna fenomenale che sei diventata. Ti amo #CincoDeMayo #Taurus #Birthday #TimeHasWings

Un post condiviso da Kobe Bryant (@kobebryant) il 5 maggio 2015 alle 23:28 PDT

Secondo quanto riferito, ha imparato lo spagnolo per comunicare meglio con sua suocera e ha imparato da guardando romanzi e Sabato gigante con lei. Pubblicava spesso su Instagram il giorno del compleanno di Vanessa (Cinco de Mayo) scrivendo un messaggio spagnolo o italiano (è cresciuto in Italia ) ed è stato in grado di farlo rilasciare interviste parlando correntemente lo spagnolo .