J Balvin sta destigmatizzando la malattia mentale per i giovani latini

Foto: Instagram/@jbalvin


Nel fine settimana J Balvin ha parlato delle sue lotte per la salute mentale, condividendo che finalmente si sente meglio dopo aver sofferto per due mesi a causa dell'ansia e della depressione. Mentre il cantante reggaeton colombiano di 34 anni è stato aperto sulle sue lotte per la salute mentale in passato, questo particolare tweet ha esortato fan e follower allo stesso modo a valutare le proprie lotte per la salute mentale e pensare di cercare un aiuto professionale se necessario.

Dopo 2 mesi di inferno Mi sento già di nuovo il paradiso, l'ansia e la depressione sono una realtà. Cerca un aiuto professionale, ha scritto.

Non ha condiviso altri dettagli, ma ha ritwittato un commento su come poche persone capiscono come la depressione colpisce il corpo e che solo perché qualcuno ha il motivo per essere felice, non significa necessariamente che ne sia capace.

Storicamente, la comunità Latinx è nota per stigmatizzare la malattia mentale e invece sceglie di affrontare problemi come questo da solo. Ma è importante che artisti (e uomini) di alto profilo come J Balvin si aprano alle proprie lotte.


In precedenza, in un'intervista a Il guardiano, ha condiviso che anche lui inizialmente era riluttante a cercare un aiuto professionale alcuni anni fa, presumendo che fosse per pazzi. Alla fine andò in terapia e prese le medicine di cui aveva bisogno, ma era la sua ultima risorsa, ma era la più importante.

È stato il periodo peggiore della mia vita, ha detto. Mancano informazioni sulla depressione . C'è una cosa - essere tristi - che è emotiva, l'altra cosa è la depressione, che è una cosa chimica nel tuo cervello. La depressione è un tipo diverso di mostro che non puoi affrontare se non hai i farmaci giusti.

I suoi fan su Twitter sono stati di supporto e alcuni lo hanno ringraziato per la sua onestà e supporto chiedere aiuto a professionisti della salute mentale.

Ma molti hanno anche ha twittato come ha tutti i soldi di cui potrebbe mai aver bisogno e altri soffrono senza supporto finanziario e come ciò in qualche modo possa annullare la gravità della sua depressione, un aspetto che ha rapidamente abbattuto durante questa intervista Il guardiano.

Sì, ho tutto. Sì, sono depresso. Non è correlato e comunque dipende da cosa è per te 'tutto', ha detto.

J Balvin ha anche cambiato completamente il suo stile di vita. Si sveglia alle 5 del mattino per meditare, non beve, non fuma e non fa altre droghe. Inoltre, prende i farmaci prescritti e continua a frequentare la terapia.

Al momento dell'intervista all'inizio di quest'estate, J Balvin era al top del suo gioco. Era ufficialmente diventato il artista più visto del pianeta su Youtube , aveva anche pubblicato una collaborazione con l'artista portoricano Bad Bunny. Cosa c'è di più? Ha anche fatto la storia quando è diventato il primo artista Latinx a essere il protagonista di Lollapalooza e questo dopo aver condiviso il palco con Beyoncé al Coachella nel 2018.

Mentre all'esterno, sembra niente positività e successo. All'interno, J Balvin stava lottando con di più.


In un'intervista a Tabellone nel 2014, ha condiviso come stava lavorando così duramente e ottenuto così tanto successo che ha iniziato a sentire la pressione e ha sofferto di attacchi di panico e, ancora una volta, sono state la terapia e la meditazione ad aiutarlo.

È ancora molto stress, dice. Ma non ho paura come una volta. Ora, quando accadono cose brutte, io sono tipo, 'OK, l'ho superato una volta. Lo supererò finché non sarà finito.'

Quando una star Latinx di grande successo come J Balvin si apre sulle sue lotte con la salute mentale, aiuta a sgretolare il stigma che circonda la malattia mentale e ottenere aiuto . Questo è qualcosa di cui la comunità Latinx ha un disperato bisogno.

Visualizza questo post su Instagram

ti guardo

Un post condiviso da J Balvin (@jbalvin) il 17 maggio 2020 alle 10:12 PDT

Articoli Interessanti