Joaquin Phoenix denuncia il razzismo sistemico a Hollywood

Foto: Wikimedia/Harald Krichel


In notizie non così scioccanti, nessuna persona di colore è stata nominata per le categorie di recitazione ai British Academy of Film and Television Arts Awards (BAFTA). Ma con una mossa piuttosto sorprendente, premia la stagione preferita Joaquin Phoenix ha preso il suo momento sul podio per parlare contro il razzismo sistemico a Hollywood.

Mi sento molto onorato e privilegiato di essere qui stasera. I BAFTA sono sempre stati molto favorevoli alla mia carriera e lo apprezzo profondamente. Ma devo dire che mi sento anche in conflitto perché così tanti dei miei colleghi attori che si meritano non hanno lo stesso privilegio, Phoenix ha iniziato il suo discorso di accettazione dopo aver vinto come miglior attore in un ruolo da protagonista per Il burlone. È stato un momento che ha messo visibilmente a disagio gli altri attori (bianchi) tra il pubblico e si sono spostati sui loro posti e noi eravamo qui per questo.

Penso che mandiamo un messaggio molto chiaro alle persone di colore che non sei il benvenuto qui, ha aggiunto. Penso che questo sia il messaggio che stiamo inviando alle persone che hanno contribuito così tanto al nostro mezzo e al nostro settore e in modi da cui traiamo vantaggio. Penso che nessuno voglia una dispensa o un trattamento preferenziale, anche se è quello che ci diamo ogni anno.

Gli Oscar sono stati anche criticati per le sue nomination all-white con #oscarssobianco trend di quattro anni fa e oggi rimane vero con solo uno dei 20 candidati ad agire come POC (Cynthia Erivo per Harriet).


Alcuni dei contendenti le cui esibizioni sono state ritenute degne di un Oscar includono Eddie Murphy dentro Dolemite è il mio nome , Jennifer Lopez a Imbroglioni , Lupita Nyong'o di Noi, e il dramma della giustizia sociale Solo Misericordia con Jamie Foxx e Michael B. Jordan. Inoltre, questi ruoli sono significativi quando POC raramente ottiene ruoli da protagonista in film importanti, tanto per cominciare.

L'anno scorso la dottoressa Stacy L. Smith e la USC Annenberg Inclusion Initiative in collaborazione con la National Association of Latino Independent Producers (NALIP) e Wise Entertainment hanno pubblicato un rapporto che mette in luce la mancanza di rappresentanza Latinx a Hollywood. Lo hanno trovato solo il tre percento dei film vedeva attori Latinx in ruoli principali dal 2007 al 2018 nei 100 film di maggior incasso e J.Lo è stata l'unica attrice latina sopra i 45 anni a recitare in un film negli ultimi 12 anni.

Penso che le persone vogliano solo essere riconosciute, apprezzate e rispettate per il loro lavoro. Questa non è una condanna ipocrita perché mi vergogno a dire che faccio parte del problema. Non ho fatto tutto ciò che è in mio potere per garantire che i set su cui lavoro siano inclusivi. Ma penso che sia più che avere set multiculturali. Penso che dobbiamo davvero fare il duro lavoro per capire veramente il razzismo sistemico, ha continuato Phoenix.

Ha poi chiarito che spetta ai poteri di apportare un cambiamento e che dovrebbe andare oltre il semplice spuntare un elenco di diversità, dovrebbe essere una vera inclusione e una vera diversità per poter apportare qualsiasi cambiamento reale.

Penso che sia obbligo delle persone che hanno creato, perpetuano e beneficiano di un sistema di oppressione essere quelle che lo smantellano. Quindi dipende da noi.