By Erin Holloway

Junot Díaz viene reintegrato nel consiglio del Premio Pulitzer dopo le indagini

Foto: Wikimedia/Christopher Peterson


A maggio, l'autore Junot Díaz si è dimesso dalla carica di presidente del consiglio del Premio Pulitzer dopo che diverse accuse erano state mosse contro di lui. Almeno tre scrittrici hanno accusato Díaz di cattiva condotta sessuale che includeva baci violenti, abusi verbali misogini e molestie. Il consiglio del Premio Pulitzer ha condotto un'indagine attraverso uno studio legale, dal quale è emerso che la loro revisione non ha trovato prove che giustifichino la rimozione del professor Díaz dal consiglio. Ora è stato ufficialmente reintegrato come membro del consiglio del Premio Pulitzer.

A seguito delle accuse pubbliche riguardanti il ​​professor Junot Díaz, il Consiglio del Premio Pulitzer ha deciso di condurre un'analisi approfondita, ampia, equa e indipendente della questione che avrebbe seguito i fatti ovunque potessero portare, diceva la dichiarazione . Di conseguenza, il Consiglio ha incaricato lo studio legale Williams & Connolly di Washington, DC di condurre una revisione indipendente. Il professor Díaz ha volontariamente rifiutato il processo di revisione. Williams & Connolly ha condotto un'analisi approfondita che è durata cinque mesi, ha comportato interviste a dozzine di testimoni e l'analisi di centinaia di pagine di documenti (oltre ad audiocassette, ove disponibili) ed ha esaminato i passi intrapresi da altre istituzioni competenti per indagare sulla questione. La revisione non ha trovato prove che giustificassero la rimozione del professor Díaz dal consiglio. Di conseguenza, dopo un'ampia discussione e considerazione da parte dei membri, il professor Díaz sarà accolto per riprendere le sue piene funzioni di membro del consiglio e per adempiere al suo mandato, che scade nell'aprile del 2019.

In risposta alla decisione del consiglio, l'addetta stampa di Díaz, Nicole Aragi, ha rilasciato la seguente dichiarazione, secondo il New York Times . Díaz ha affermato di aver accolto con favore l'indagine indipendente del Pulitzer ed è stato rincuorato dalla sua accuratezza e determinazione a esaminare ogni dettaglio, aggiungendo che sono grato che l'indagine abbia trovato la verità, afferma la dichiarazione. Non vedo l'ora di tornare sull'importante lavoro del Pulitzer.

A giugno, Díaz è stato autorizzato anche dal suo datore di lavoro al MIT.

Articoli Interessanti