Kim Kardashian West promuove il programma di condivisione delle corse per ex detenuti

Foto: Wikimedia/Vogue Taiwan


Un minuto sta promuovendo un rossetto nudo, quello dopo parla della riforma della giustizia sociale. Kim Kardashian Ovest è una maestra nel multitasking, ancor di più, lei, come sua madre Kris Jenner, sa come ottenere ciò che vuole. Ieri, Kim ha parlato alla Casa Bianca , accanto al presidente Donald Trump, e ha discusso della sua nuova iniziativa per aiutare gli ex detenuti.

La star del reality show era a disposizione per parlare del programma Second Chance Hiring and Re-Entry che collabora con Lyft, la società di ridesharing. Kim ha twittato che l'iniziativa con Lyft avrebbe fornito crediti di condivisione alle persone formalmente incarcerate quando tornano a casa e quando vanno e vengono dai colloqui di lavoro. Questi crediti darebbero agli ex detenuti la tranquillità di sapere che non dovrebbero preoccuparsi di prendere un autobus o di capire come pagare un passaggio.

Anche se sono stata in grado di offrire supporto ad alcune delle persone che ho incontrato, gli ostacoli al successo sono una lotta quotidiana per migliaia e più esigenze da fare, ha detto durante l'evento. Oggi sono onorato di partecipare all'annuncio che l'amministrazione e il settore privato si stanno adoperando per creare opportunità affinché questi uomini e queste donne abbiano successo una volta a casa.


Alla fine dell'anno scorso, Kim e Trump hanno anche unito le forze per approvare il First Step Act che aiuterebbe la riforma carceraria riducendo le condanne e l'espansione dei programmi incentrati sull'assistenza agli ex detenuti a non tornare in prigione ma a trovare un lavoro una volta che sono fuori. Kim è stato anche determinante per ottenere l'ex detenuto Alice Marie Johnson fuori di prigione. Johnson stava scontando l'ergastolo per il primo reato dopo essere stato condannato nel 1996.

Potresti non essere un fan di Kim - sì, lei in un reality show, sì, ha fatto un sex tape e, sì, si appropria della cultura nera - ma non puoi negare che sta facendo qualcosa di straordinario per la riforma della giustizia sociale. Non ha nascosto che lei avventurarsi in diritto è aiutare i meno fortunati, e per questo dovrebbe essere applaudita. E non possiamo fare a meno di rispettarla per aver finalmente utilizzato la sua piattaforma in un modo che aiuta davvero gli altri.

Potrebbe fare un patto con il diavolo, ma in precedenza ha detto che ai detenuti non importa chi sia il presidente. Quello che gli interessa è come possono uscire di prigione e tornare a vivere una vita in qualche modo normale. Mentre le persone sui social media lo erano applaudendo il suo ottimo lavoro , è stata la sua dichiarazione sul presidente che ha fatto rabbrividire le persone.

Ha detto che Trump è davvero dietro questo problema e vedere la compassione che ha davvero avuto per la giustizia penale è stato davvero straordinario. Sappiamo tutti che non è vero. Inoltre, sappiamo che Trump ama un buon servizio fotografico, soprattutto se la persona in piedi accanto a lui è sbalorditiva. Tutto ciò che interessa a Trump è come qualcosa lo fa sembrare bello, ma divaghiamo. Il punto è che Kim sta usando Trump e Trump sta usando lei, ma i veri vincitori sono quegli ex prigionieri che hanno una seconda possibilità. Sebbene sia importante notare che ci sono un certo numero di donne nere che stavano combattendo la giustizia sociale molto prima che Kim decidesse di dare la priorità a questo, come Ava Duvernay, Angela Rye e Deanna Van Buren – tra molte altre – è piacevole vederla usare la sua piattaforma in un modo che aiuta davvero gli altri.