'Hair Love' vince l'Oscar e l'attivista per capelli adolescenti era lì per la notte storica

Foto: Unsplash / @ kalvisuals


Se manifesti la tua verità e manifesti i tuoi desideri affinché il mondo lo sappia, accadrà. Otto anni fa, Matthew A. Cherry ha scritto su Twitter, un giorno sarò nominato per un Oscar. Già rivendicandolo. Poi tre anni dopo, l'ex giocatore della NFL ha twittato: Qualche artista 3D mi segue? Ho avuto un'idea per un cortometraggio da Oscar da abbinare a questa immagine. Raggiungimi. Ieri sera, ha realizzato tutte quelle manifestazioni quando le sue film corto Amore per i capelli, qualeha vinto il miglior cortometraggio d'animazione.

Anche la sua produttrice Karen Rupert Toliver ha reso la serata storica poiché è stata la prima produttrice nera a vincere in quella categoria. Il film è incentrato su una relazione tra il padre e la sua giovane figlia. Il pubblico lo segue mentre capisce come spazzolarle i capelli e anche come mostrarle che i suoi capelli neri sono belli.

Durante il suo discorso di accettazione, Cherry e Toliver hanno parlato dell'importanza della diversità, soprattutto nelle opere d'animazione perché sono i primi film a cui i giovani vengono esposti. Questi film d'animazione sono ciò che modella le loro menti, quindi è essenziale avere una rappresentazione adeguata.


Ci siamo davvero occupati di questo con l'intenzione di aiutare a normalizzare i capelli neri, ha detto. In molti modi, i capelli neri sono controllati e anche al giorno d'oggi non puoi indossare i capelli in un certo modo a seconda del lavoro che fai. Ha anche reso omaggio al compianto Kobe Bryant. Questo premio è dedicato a Kobe, ha detto Cherry. Che tutti noi possiamo avere un secondo atto grande come il suo.

Cherry ha anche preso una posizione commovente invitando Deandre Arnold, uno studente delle superiori di 17 anni del Texas a cui è stato detto che non poteva frequentare il diploma a meno che non si sia tagliato i dreadlocks . Arnold è apparso sul tappeto rosso dell'Oscar e sembrava impeccabile nel suo smoking e nei suoi dreadlocks.

Significa il mondo per noi averlo qui con noi , ha detto Cherry, secondo il Posta di New York . Volevamo che le persone vedessero quanto è bravo come un bambino, ma non c'è motivo per cui le persone dovrebbero controllarci i capelli.

Quindi, a tutti coloro che ispirano i creativi del colore, lascia che Cherry ne sia la prova con determinazione, manifestazione e alcuni Fondi Kickstarter , tutto è possibile, soprattutto se hai una bella storia da raccontare. Non vediamo l'ora di vedere cosa farà Cherry dopo.