L'attrice Laneya Wiles su How 'She's Gotta Have It' La stagione 2 mette in evidenza gli afro-portoricani

Foto: per gentile concessione di Laneya Wiles


Anche nel 2019, non capita spesso Afro-latini evidenziato in film, TV o media mainstream. Ciò che è ancora più raro è vedere un film o una serie ambientata in una parte dell'America Latina composta prevalentemente da afro-latini, nonostante ci sia una grande percentuale di afro-latini in tutta l'America Latina.Ma Spike Lee sta per cambiare le cose nella seconda stagione della sua serie Netflix, Lei deve averlo , ispirato alla commedia drammatica del 1986. La protagonista Nola Darling, interpretata da DeWanda Wise, attraversa un periodo in cui deve decidere se rimanere fedele ai suoi ideali creativi o cedere al mondo aziendale. Attraverso quel viaggio, si ritrova a Loiza, Porto Rico, il cuore della cultura nera di Porto Rico. Resta da essere una delle più grandi popolazioni nere dell'isola e Spike voleva mostrarlo. Ha anche sottolineato l'inclusione degli attori afro-latini nella serie, tra cui l'attrice afro-portoricana Laneya Wiles.

Wiles interpreta il personaggio della signora Jennifer Garcia nello show. È divertente perché in realtà ho fatto un provino per la prima stagione per un ruolo diverso nel 2016, quando stavano facendo le audizioni e hanno detto che avrebbero adattato il film a una serie, dice a HipLatina. Inizialmente ho fatto un provino per quello e sono rimasto deluso dal fatto di non aver ottenuto il ruolo. Ma poi ho fatto un'audizione nel maggio dello scorso anno per il ruolo della signora Jennifer Garcia. È un intero discorso che fa il mio personaggio.

Wiles, che non è spesso scelta per ruoli latini, è stata particolarmente eccitata quando ha appreso che la sua scena sarebbe stata girata a Loiza, Porto Rico e che Spike stava cercando un'afro-latina per interpretare la signora Jennifer Garcia.

Visualizza questo post su Instagram

Molto può cambiare in 18 mesi e molto può rimanere lo stesso.

Un post condiviso da Lei deve averlo (@shesgottahave) il 22 maggio 2019 alle 11:59 PDT

Visualizza questo post su Instagram

Quando @makeupninja e @lawandapierrehair mi stavano agganciando per la mia scena in @shesgotta, Lawanda è sepolta tra i miei capelli folti, ma ricordo che mi ha dato il miglior taglio sul set. Mi aveva innamorato dei miei capelli, peccato che fosse troppo ventoso e tutto quel rimbalzo doveva essere contenuto… Così pronto per il 24 maggio! #sghitoo #shesgottahaveit #netflix #puertorico #nola #setlife #actorslife #pr #loiza #spikelee #spikeleejoint #JenniferGarciaSpeaks

Un post condiviso da Laneya 'LAW' Wiles (@laneyawiles) il 22 maggio 2019 alle 8:12 PDT

Ho adorato il fatto che fosse stato girato specificamente a Loiza e che fosse del tutto intenzionale. Quello che mi è stato detto è che Spike voleva attirare l'attenzione sulla comunità afro-latina a Porto Rico perché gli afro-latini sono spesso ignorati. E sicuramente non c'è abbastanza riconoscimento del fatto che in realtà ci sono molti latini neri a Porto Rico, dice. So che con il mio ruolo stava sicuramente cercando qualcuno che potesse sembrare come se provenisse da Loiza, il che mi ha ispirato come portoricano nero perché non ottengo spesso ruoli o concerti che prendono di mira le latine.


Per quanti progressi abbiamo fatto in termini di luce necessaria sulla comunità afro-latina, nel mondo della recitazione, agenti di casting e registi spesso cercano ancora attrici latine che soddisfino l'idea stereotipata dell'aspetto di una latina , che spesso equivale a pelle chiara, tratti del viso eurocentrici e capelli lisci scuri.

Spike è incentrato sull'inclusività e sull'elevazione delle voci nere, il che è davvero rinfrescante soprattutto perché, nella mia esperienza di recitazione, sono stato a molti casting in cui mi consideravano una persona di colore dalla pelle chiara contro un afro-latina. Ecco perché quando ero più giovane, ho fatto un'audizione solo per i ruoli delle ragazze nere. Avrei casualmente fatto un'audizione per un ruolo latina per uno spot pubblicitario, ma non li avrei mai prenotati perché non avevo quel 'look da latina', dice. È stato solo di recente che ho fatto più audizioni per ruoli latini perché la gente sta finalmente iniziando a rendersi conto che molte latine in realtà mi assomigliano e non solo dominicane o portoricani, ma molte latine di tutta l'America Latina. Ma per anni mi sono presentato all'audizione e non hanno mai pensato che sembrassi abbastanza latina.

Foto: per gentile concessione di Laneya Wiles

Il padre di Wiles è afroamericano e sua madre è afro-portoricana, quindi non avere un cognome spagnolo era un'altra cosa che spesso ostacolava il suo modo di ottenere ruoli latini. abbastanza interessante, non l'ha affatto danneggiata quando ha fatto l'audizione Lei deve averlo .È stata anche elettrizzata quando ha appreso che il personaggio per il quale stava facendo l'audizione è un forte educatore portoricano.

Ero oltremodo felice a causa del messaggio dietro ciò per cui ero stato assunto. Non era come altri ruoli latini per i quali ho fatto un provino in passato, dove avrei dovuto fare la cameriera. Ho fatto un provino per molti ruoli che rientravano ancora negli stereotipi su cosa significhi essere una latina, dice. Ma con questo ruolo il mio personaggio è forte, dà potere ed è un'insegnante. Ho adorato il fatto di dover interpretare quel tipo di personaggio.


Poiché la serie si svolge a Loiza, Spike si è assicurato di includere altri personaggi afro-latini tra cui Anthony Ramos, che è anche lui di origine portoricana e da cui tutti conosciamo Hamilton e recentemente scelto per il Nelle Alture film , così come Santana Caress che interpreta Lulu nello show.

Per me, sembrava che finalmente qualcuno ci stesse mettendo in evidenza perché per anni le nostre voci sono state inascoltate. È anche eccitante perché imparerai molto su Loiza e sulla cultura nera guardando questa serie, dice. Per loro era davvero importante sottolineare l'influenza africana a Porto Rico. È stato anche bello vedere l'isola evidenziata in modo positivo, soprattutto dopo l'uragano Maria. Lo spettacolo tocca sicuramente la storia di Porto Rico e come questo sta influenzando l'isola ora e le cose riguardanti l'uragano sono sicuramente menzionate perché l'abbiamo girato dopo l'uragano.

Visualizza questo post su Instagram

Per la gente!

Un post condiviso da Lei deve averlo (@shesgottahave) il 22 maggio 2019 alle 11:58 PDT

La serie cattura definitivamente la bellezza dell'isola mentre mostra a Nola un periodo di evoluzione in cui sta cercando di esplorare l'arte in modi diversi, che si tratti della fotografia, della pittura o del disegno.Per quanto riguarda il vedere più attori afro-latini nei film e in televisione, Wiles riconosce che abbiamo sicuramente fatto dei progressi, ma ci piacerebbe vedere molto di più.

Sono felice per i progressi che abbiamo fatto in termini di diversità, ma ovviamente abbiamo ancora molta strada da fare. Per anni mi sento come se non fossimo affatto ritratte o riconosciute e quando lo eravamo, spesso era in una luce negativa. Sono anche stanca di vederci coinvolti nello stesso tipo di ruoli di criminali, streghe, cameriere o la calda esuberante latina, dice. Apprezzo decisamente il fatto che finalmente ne vedo meno. Adoro vedere le attrici afro-latine come Tessa Thompson. Mi piacerebbe vederla interpretare più ruoli da latina.


Wiles afferma che, come molti bambini multirazziali e multiculturali, crescere afro-portoricano è sicuramente arrivato con la sua giusta dose di sfide. Per cominciare, ha sperimentato molte persone che cercavano di dirle chi era e che cercavano di scegliere la sua identità per lei.

La mia esperienza crescendo come Black Latina è stata interessante perché, nella mia vita familiare, non sapevo niente di diverso. In effetti, per anni non ero nemmeno consapevole del fatto che essere nero e latino era visto nella società come escludersi a vicenda perché nella mia famiglia essere entrambi era normale. Mia madre è portoricana ma è afro-latina e la sua famiglia a Porto Rico è tutta afro-latina. Ha la pelle scura e i capelli molto ricci come me: è nera e l'ho sempre capito, dice. Ma una volta che ho iniziato ad andare a scuola, è stato allora che ho iniziato a imparare che le persone hanno un'idea molto particolare di come pensano che siano i latini o anche di come siano i neri perché, ad esempio, spesso mi è stato detto che non ero abbastanza nero dalla comunità nera a causa della mia pelle più chiara. Quindi non ero abbastanza latina per i ragazzi latini e non ero nemmeno abbastanza nera per i ragazzi neri. È stato difficile ed è arrivato a un punto in cui mi ero convinto di non sembrare affatto latina fino a quando non ho fatto un viaggio a Porto Rico nel 2001 e ho incontrato la mia famiglia là fuori e ho capito che mi assomigliavano tutti.

Visualizza questo post su Instagram

Buon compleanno a mia madre! Il portoricano più dolce e nero che tu abbia mai incontrato. Possiamo darci sui nervi a vicenda, ma Dio sa che lancerò un martello per te, se necessario! TI AMO DAL FOSSO DELLA MIA ANIMA! Voglio solo farti sorridere! Buon compleanno! #Pesci

Un post condiviso da Laneya 'LAW' Wiles (@laneyawiles) il 15 marzo 2019 alle 15:13 PDT

Visualizza questo post su Instagram

È il compleanno di questa ragazza! #aquarius #oldheadshotday #aquariusseason #80sbaby #compleanno #lanya #laneyawiles

Un post condiviso da Laneya 'LAW' Wiles (@laneyawiles) il 21 gennaio 2019 alle 7:28 PST

Ma le cose stanno finalmente cambiando e Wiles ringrazia celebrità come Tessa Thompson e Lala Anthony per aver esaltato le voci afro-latine. Ringrazia anche Spike per aver usato questa serie come un'opportunità per mostrare Loiza, Porto Rico.

Apprezzo chiunque stia spingendo per far sapere alla gente che esistiamo. Amo LaLa Anthony. Non ha l'aspetto che vedi nelle telenovelas di Telemundo o Univision, ma è al 100% portoricana, al 100% latina e orgogliosa. E ne ha parlato molte volte e della sua identità afro-latina e penso che sia importante, dice. So che tra qualche anno vedremo più di un cambiamento organico, non puoi evitarlo: sta succedendo. Noi esistiamo, chiediamo di essere visti e sempre più latini continuano a migrare negli Stati Uniti.

Non potremmo essere più d'accordo. Lei deve averlo la stagione 2 arriva su Netflix venerdì 24 maggio. Guarda il trailer qui sotto!

Aggiornamento: Laneya Wiles è stata tagliata da Lei deve averlo Stagione 2.