La potente risposta di questo latino a Trump che chiama gli immigrati 'animali' è tutto

La risposta di questo latino a Trump che chiama gli immigrati

Foto: Twitter/@NavarroDanny9


Da quando ha fatto una campagna per la presidenza, Trump ha inviato un messaggio molto chiaro sulla sua posizione su razza e immigrazione. Ha fatto riferimento I messicani come stupratori e criminali. All'inizio di quest'anno, ha chiamato Haiti e paesi dell'Africa, paesi di merda . Lui ha ha cercato di chiudere il programma Deferred Action for Childhood Arrivals (DACA), un programma originariamente progettato per legalizzare gli immigrati privi di documenti che venivano portati negli Stati Uniti da bambini. E lui di recente chiamava animali immigrati in uno sfogo . Come molti di noi, Danny Navarro , un colombiano-americano che attualmente vive a Washington e che da allora è diventato virale dopo aver pubblicato una sua foto insieme ai suoi genitori immigrati, ne ha avuto abbastanza.

Navarro era stufo della retorica anti-immigrati di Trump e della sua amministrazione e ha condiviso la sua risposta personale a tutto ciò, twittando una foto del diploma di lui in piedi con i suoi genitori immigrati. Nella foto Navarro è in posa con un cappello e un abito e indossa un cartello che recita: I miei genitori non sono animali, Trump. #Deporta odio.

Questa è stata la risposta di Navarro ai disgustosi commenti sugli immigrati di Trump fatti la scorsa settimana. Durante un incontro alla Casa Bianca lo scorso mercoledì, Trump si è scagliato contro e ha definito gli immigrati privi di documenti animali.

Abbiamo persone che entrano nel paese, o cercano di entrare, ne stiamo fermando molte , ha detto Trump durante la tavola rotonda nella Cabinet Room. Non crederesti quanto siano cattive queste persone. Queste non sono persone, questi sono animali e li stiamo portando fuori dal paese a un livello e a una velocità mai verificati prima.

I commenti, ovviamente, hanno suscitato polemiche. Navarro, che in precedenza ha lavorato come Campaign Manager per Voto Latino e che attualmente lavora come professionista senza scopo di lucro a Washington in diritti di voto, si è rivolto a Twitter per esprimere i suoi pensieri.


La retorica di Trump è stata la stessa dal primo giorno ed è deludente che così tanti americani abbiano deciso di sostenere l'ideologia razzista di quest'uomo a causa della loro presunta 'ansia economica', dice Navarro a Hiplatina. Includo anche la percentuale di latinoamericani che ha sostenuto Trump, dal momento che non sono riusciti volontariamente a capire come Trump stia incanalando la storia razzista dell'America in politiche che infliggeranno gravi danni a lungo termine alle nostre comunità, come nel campo dell'assistenza sanitaria , diritto di voto e politica di immigrazione solo per citarne alcuni.

I genitori di Navarro sono emigrati dalla Colombia negli Stati Uniti circa tre decenni fa. Sono venuti per le ragioni che hanno tutti gli altri: per una vita migliore per se stessi e le loro famiglie, dice. I miei genitori si sono conosciuti qui negli Stati Uniti dove hanno avuto me e i miei due fratelli. La nostra esperienza di immigrato è stata difficile: il duplice handicap di vivere in povertà e la mancanza di documenti di entrambi i miei genitori all'epoca ci hanno costretto a un'educazione che la maggior parte delle persone trova difficile da capire. Quelle condizioni mi hanno insegnato a essere motivato dal punto di vista accademico e a lavorare molto duramente per uscire dalla situazione familiare per avere una vita migliore. Vorrei che le persone si prendessero il tempo per capire la lotta per essere il figlio/figlia degli immigrati, piuttosto che etichettarmi come un bambino di ancoraggio, soprattutto perché sono un cittadino di 30 anni!

Navarro ha avuto l'idea di condividere una foto di lui e dei suoi in risposta ai commenti di Trump durante la cerimonia di laurea. È stato un lavoro di squadra in cui ha coinvolto tutti, dai suoi genitori agli amici.

I miei genitori erano in città per la mia cerimonia di laurea. Ho sentito cosa ha detto Trump ed ero incazzato, dice. Anche con lui che ha tentato di tornare indietro sui suoi commenti, ho sentito il bisogno di prendere posizione contro il suo continuo razzismo. Così mi sono stretto con i miei amici Dennis Gonzalez e Steve Alfaro e ho deciso che avrei mostrato il poster per il jumbo-iron dopo aver ricevuto la mia pergamena. E così ho fatto. In seguito ho scattato la foto con i miei genitori e l'ho condivisa per prendere posizione. Sono rimasto molto sorpreso dal livello di interazione che la foto ha ricevuto.

La foto di Navarro da allora è diventata virale e ha ricevuto un sacco di Mi piace, retweet e supporto anche dall'attrice America Ferrera e attivista sindacale Monica Ramirez , che hanno entrambi condiviso la foto sui loro account Instagram.

https://www.instagram.com/p/Bi5zQfwDy0L/?hl=it&taken-by=americaferrera

https://www.instagram.com/p/Bi72allhJJZ/?taken-by=monicaramirezdc

Sono grato per il loro sostegno alla mia famiglia. Le decine di migliaia di persone a cui sono piaciuti i post sono una testimonianza delle brave persone che vivono nel nostro paese e in tutto il mondo, afferma Navarro. Il messaggio è piuttosto storico: quando iniziamo a disumanizzare un gruppo di persone, accadono atrocità. Apri un libro di storia del mondo e vedrai innumerevoli esempi di interi popoli sterminati dopo essere stati etichettati come 'topi' o 'scarafaggi' o 'selvaggi'. Possiamo non essere d'accordo sulla politica dell'immigrazione, ma non puoi iniziare a chiamare gli immigrati 'animali' o tragedie comincerà a verificarsi.


La discriminazione nei confronti degli immigrati, delle persone di colore e dei latinoamericani non è una novità in questo Paese. Ma c'è stato molto odio in giro da quando Trump è entrato in carica. Solo pochi giorni fa, due latine sono state fermate da un agente di pattuglia di frontiera nel Montana che ha chiesto loro dei documenti solo perché parlavano in spagnolo. Ha subito pensato che fossero privi di documenti. La scorsa settimana, a L'avvocato bianco-americano ha minacciato di chiamare l'Immigrazione e le forze dell'ordine doganali (ICE) sui dipendenti di Fresh Kitchen, un bar e ristorante nel centro di Manhattan, solo per essersi parlati in spagnolo. L'odio verso i latinoamericani e gli immigrati è cresciuto ma Navarro sta facendo la sua parte per far luce sulle storie di immigrati.

Mi sono appena laureato con il mio Master in Pubblica Amministrazione [con una specializzazione in governance di terze parti] presso la George Mason University e ho iniziato il mio nuovo lavoro nella difesa dei diritti di voto. In altre parole, sto facendo la mia parte per contribuire al nostro Paese e continuerò a oppormi al razzismo che esiste nella nostra società, una conversazione alla volta, dice. I latinoamericani devono informarsi sulla sfortunata storia americana delle relazioni bianco-neri e capire che non importa quanto sia leggera la loro pelle, la cittadinanza o il livello di conoscenza dell'inglese, [niente di tutto questo] li proteggerà dal razzismo che Trump e i suoi sostenitori sono deciso a scatenarsi. Vivere a Miami o Los Angeles non ti protegge dal razzismo né ti protegge dalla responsabilità che hai nei confronti dei tuoi compagni latinoamericani. Ancora più importante, dobbiamo tutti andare a votare alle elezioni di medio termine di quest'anno. Votare per il tuo membro del Congresso è importante, se non di più, che votare per il Presidente. Che il 2016 sia una lezione per la nostra comunità: quando non votiamo, lo farà chi non ci vuole qui.

Articoli Interessanti