La sparatoria di massa a Santa Clarita dimostra che le cose non cambieranno fino a quando le leggi sulle armi non saranno cambiate

Foto: Unsplash/@walre037


Gli Stati Uniti hanno assistito a molte sparatorie di massa, soprattutto negli ultimi anni. In effetti, quest'anno sembrava che stessero succedendo uno dopo l'altro con il Le riprese di El Paso Walmart alla fine di agosto e la sparatoria nel centro di Dayton, Ohio, avvenuta letteralmente ore dopo. Ora due adolescenti sono morti dopo una devastante sparatoria avvenuta alla Saugus High School di Santa Clarita, in California.

Secondo i rapporti, il sospetto di 16 anni che è stato identificato come Nathaniel Berhow – che le autorità hanno descritto come un giovane maschio asiatico – giovedì mattina ha estratto una pistola dallo zaino della sua scuola superiore, la Saugus High School, e ha sparato a cinque studenti, provocando la morte di due. È successo tutto in pochi secondi e lo stesso uomo armato sarebbe in condizioni piuttosto critiche dopo essersi sparato alla testa. Giovedì era anche il compleanno del pistolero.

Le due vittime morte includevano una ragazza di 16 anni e un ragazzo di 14 anni, entrambi studenti del liceo ed entrambi morti in ospedale. Tre vittime sono rimaste ferite e sono state identificate come una ragazza di 14 anni, una ragazza di 15 anni e un ragazzo di 14 anni. Il filmato della videosorveglianza che è stato ottenuto mostrava chiaramente l'assassino che sparava ai suoi compagni di scuola e poi a se stesso.


Le autorità stanno ancora esaminando il motivo dietro la sparatoria e i retroscena dell'uomo armato, incluso il tentativo di rintracciare il suo account sui social media che apparentemente è stato cancellato poco dopo la sparatoria di massa. Nessuna informazione dettagliata su di lui o su nessuna delle vittime deve ancora essere rilasciata.

Con il cuore pesante, andiamo avanti con le indagini e capire cosa è andato storto, ha detto ad Anderson Cooper lo sceriffo della contea di Los Angeles Alex Villanueva. Odio che Saugus venga aggiunto ai nomi di Columbine, Parkland, Sandy Hook, ma è una realtà che riguarda tutti noi in tutta la nazione, qualcosa che dovremo capire.

Sebbene le informazioni riguardanti la razza o l'etnia della vittima non siano ancora state rivelate, è interessante notare che Santa Clarita è un quartiere prevalentemente latino con il 32% della popolazione della città composta da latini . Il quartiere era considerato un rifugio sicuro dopo essere stato nominato la terza città più sicura in cui vivere in America a causa della mancanza di violenza e del basso numero di autori di reati sessuali pro capite.

Ciò che è particolarmente sconvolgente di questa sparatoria è come, nonostante il dialogo costante su ciò che deve essere fatto per evitare il controllo, queste sparatorie continuano a verificarsi e continuano ad affliggere la nostra nazione. Entro ottobre di quest'anno c'era già stato almeno 21 sparatorie di massa mortali negli Stati Uniti , tra cui la sparatoria a El Paso, la sparatoria a Dayton, Ohio e la sparatoria a Odessa-Midland in Texas, solo per citarne alcuni. Le sparatorie sono avvenute con la frequenza con cui sembrano, con almeno una ogni mese da gennaio 2019. La sola California ha visto un certo numero di sparatorie quest'anno in aree tra cui Long Beach, Orinda e Gilroy. È ironico considerando che la California ha alcune delle leggi sulle armi più dure del paese, ma è molto probabilmente dovuto al fatto che è ancora relativamente facile portare armi da altri stati in cui le leggi sono significativamente più deboli.


Con le elezioni del 2020 che si avvicinano presto, il controllo delle armi deve avere la priorità nell'agenda principale dei politici. Siamo diventati una nazione nota per le loro sparatorie di massa ed è inaccettabile come ci siamo seduti e abbiamo permesso che questo continuasse. I nostri cuori sono con le vittime di questo tragico incidente.

Questa storia verrà aggiornata non appena verranno rivelate nuove informazioni.