By Erin Holloway

Le latine condividono come navigano sulla salute mentale durante le vacanze

Salute Mentale e Vacanze HipLatina

Foto: per gentile concessione di Brandie Carlos


Durante le festività natalizie, molti di noi sentono la pressione di rendere la fine dell'anno il momento più felice e memorabile possibile. Anche se quest'anno è stato il peggiore, c'è sempre questo magico barlume di speranza durante il mese di dicembre che anche se le cose sono iniziate con il piede sbagliato, non dovranno finire così. Sebbene questo sentimento di speranza sia un grande motivatore per voltare pagina e sfornare sorrisi, le donne che affrontano depressione, Disturbo Bipolare d'ansia, PTSD o qualsiasi altra battaglia per la salute emotiva e mentale durante le vacanze sanno che mettere quel spensierato giro di vite in un anno difficile non è sempre così facile.

Un latinoamericano su cinque negli Stati Uniti sta affrontando problemi di salute mentale , esolo il 10 percento dei latini si rivolge a uno specialista al riguardo. Inoltre, è più probabile che le latine negli Stati Uniti lo facciano rispetto ad altri gruppi soffre di depressione e problemi correlati . Le latine hanno anche i tassi di suicidio più alti negli stati.Ancora visto come un tabù da molte comunità di colore, la consulenza sulla salute mentale, le tecniche di coping, la terapia o persino i farmaci prescritti possono essere interpretati da altri come debolezza, pigrizia, egoismo o persino follia, il che rende più difficile gestire i sintomi. Persino meno donne e latine cercano assistenza , mentre alcuni stanno ancora combattendo lo stigma negativo di essere percepiti come pazzo , ma anche lunatico, infantile e infantile per aver persino condiviso le loro esperienze con amici intimi e familiari di origine latina.

So per esperienza che lottare con la salute mentale può sembrare un segreto o un peso che devi nascondere per risparmiare preoccupazioni o preoccupazioni a familiari e amici. C'è una pressione per essere all'altezza delle aspettative culturali e adattarsi a grossolane caricature della gioia latina. Vuoi salvare la tua giornata non così bella, solo così che possa essere buona per qualcun altro. La depressione stagionale e festiva alza la testa nello stesso modo in cui le donne sentono la pressione di prendere parte alle tradizioni di dicembre. Il la famiglia può rendere la lotta ancora più grande costringendoci a fare bella figura e a fingere che nulla sia sbagliato.

HipLatina ha parlato alle donne delle proprie esperienze alle prese con la salute mentale durante le vacanze, degli ostacoli che devono affrontare e delle tradizioni in gioco, di come spiegano cosa stanno passando ai propri cari e delle loro tecniche per rimanere con i piedi per terra.

Brandie Carlos, 30 anni, messicano-americano

Foto: per gentile concessione di Brandie Carlos


La depressione è qualcosa che ho sperimentato da quando avevo 12 anni, ora ne ho 30, quindi ho passato più della metà della mia vita a combattere la depressione. Condivido i miei sentimenti con le persone che si sono guadagnate la mia fiducia e ho imparato attraverso l'esperienza che non tutti lo capiranno. Saper distinguere i ruoli delle persone mi ha aiutato a non prendere le cose così sul personale.

Non mi arrabbio con il sole quando sorge ogni mattina, invece, imparo a indossare occhiali da sole o crema solare ma non mi arrabbio per fare esattamente quello che fa il sole. Quindi ho imparato ad accettare le persone per quello che sono mettendo in pratica i confini appropriati in base alle mie relazioni con quell'individuo.

Questa è la mia prima stagione di vacanze con una terapeuta con cui sento un legame, vederla settimanalmente ha fatto la differenza. A questo punto, so che la depressione fa parte della mia vita e creare un piano di coping mi aiuta a superare quei giorni. Ho anche aumentato i miei appuntamenti quindi invece di andare bisettimanale vado su base settimanale durante le vacanze.

Stare con la famiglia durante le vacanze può finire in litigi o sentirsi davvero svuotati. Mi assicuro di dormire a sufficienza e non mi presento affamato a una riunione. Mi do anche un lasso di tempo, qualcosa del genere ok sarò lì solo per 2 ore. In questo modo so quando finirà il mio tempo con loro, questo mi aiuta a prepararmi mentalmente in modo da non guardare l'orologio per tutto il tempo. Ho anche imparato a rimuovermi se sorgono discussioni, specialmente se è coinvolto l'alcol. Un'altra cosa che ha aiutato è avere conversazioni con le persone in anticipo e prendere accordi per non sollevare determinati argomenti per mantenere la pace.


Una decisione presa dalla mia famiglia nel suo insieme è stata quella di ordinare il nostro cibo da un ristorante invece di cucinare. È stato difficile coinvolgere tutti poiché cucinare insieme è una parte così importante della cultura latina. Negli anni precedenti ci provavamo tutti a cucinare in cucina, finiva sempre in litigi o lacrime. Da quando abbiamo iniziato a ordinare il cibo, abbiamo spostato l'energia dalla cucina al concentrare il nostro tempo sull'essere presenti insieme.

Mandie Nuanes, 29 anni, messicana

Foto: Mandie Nuanes

ioIn termini di spiegare la mia depressione alla mia famiglia, sì, è difficile parlarne con loro. Ho già sentito dire che i messicani non vanno in consulenza, quindi sì, c'è sicuramente uno stigma che circonda la salute mentale dei latini. Penso anche che parte del motivo per cui è difficile presentare questo argomento alla mia famiglia sia che mi sento come se in qualche modo li stessi deludendo. Non voglio che mi considerino debole. È possibile che nella comunità messicana, visitare uno psichiatra sia associato a debolezza. Abbiamo una storia di essere forti e di superare così tante avversità, e spesso, il superamento delle avversità è stato fatto guardandoci dentro per trovare supporto. Visitare uno psichiatra potrebbe essere visto come cercare supporto verso l'esterno.

Durante le vacanze, può diventare difficile. Una cosa che lo rende duro è che non mangio carne rossa. La mia famiglia prepara i tamales ogni anno per Natale, vedo l'importanza di mantenere viva la tradizione. Tuttavia, per me, significa solo avere a che fare con tutta la mia famiglia stipata in una cucina, il che mi rende più suscettibile che mi venga chiesto, a bassa voce, 'hai parlato con il tuo ex?' o 'dov'è il tuo ragazzo?'. Devo prepararmi per un'intera notte di persone che cercano di costringermi a mangiare carne e battute senza fine sul fatto che non sono messicano perché non mangio i tamales. Infatti quest'anno uno dei miei cugini, dopo aver sminuzzato un arrosto di manzo con le mani, mi ha fatto scorrere un dito sotto il naso e sulle labbra superiori. Ho quasi vomitato.

Penso decisamente che mantenere i miei normali festeggiamenti interrompa. Se la mia famiglia si riunisce, per tutta la notte scivolerò fuori dalla stanza e andrò nella mia stanza dove mi prenderò qualche minuto per fare alcuni esercizi di respirazione. Le lunghe notti durante le vacanze di solito mi portano a fare più pause durante la notte.


Tuttavia, non credo che il mantenimento della mia salute mentale rovini le vacanze per nessun altro. Penso che mia madre e mia sorella siano probabilmente le più consapevoli di come mi sento durante le vacanze e tendono ad essere molto comprensive. Quest'anno ho sicuramente avuto la mia parte di sconvolgimenti, ma per la maggior parte affronto la mia ansia mantenendo la mia normalità. Ad esempio, per la vigilia di Natale la mia famiglia ha un potluck e io mi occupo delle insalate. In realtà mi emoziono pensando e pianificando nuove insalate per la notte. Il fatto che io porti le insalate è una specie di tradizione ora che tutta la mia famiglia accetta.

Ricordo a me stesso che sono meglio dell'ansia e della depressione. Ho strumenti che posso usare per non lasciarmi andare di nuovo in un posto così oscuro. E infine, e penso che la cosa più utile sia raggiungere la mia cerchia di ragazze fantastiche. Mi accettano sempre e mi tengono con i piedi per terra.

Stephanie Rodriguez, 28 anni, domenicana

Foto: Stephanie Rodriguez

Con lo stigma che circonda la salute mentale nelle famiglie latine, quell'argomento è al 100% una nuvola nera. Nella mia famiglia, le persone sentono che saranno giudicate, o che vedere un terapeuta ti seguirà per il resto della tua vita. Durante le vacanze, alle persone piace sollevare alcune discussioni che non sono necessariamente appropriate, specialmente per coloro che si occupano di problemi di salute mentale, come a qualcuno con ansia che vengono poste domande personali di fronte a tutti.

Sii aggraziato e non lasciare che ti vedano piangere. Molto è affrontare le cose frontalmente, far sapere ai membri della famiglia che i tempi sono cambiati e quindi hanno aspettative. Penso che spesso ai latini piaccia dipingere un'immagine perfetta. Non lasciare che i loro stigmi ti facciano cambiare idea o ti facciano sentire in colpa per aver parlato. A volte uno dei modi migliori per segnalare il cambiamento è avere una conversazione. Noi latine siamo bloccati su certe cose, come il matrimonio, i figli, il dovere della moglie, ma educare alla salute mentale è importante.

Articoli Interessanti