By Erin Holloway

Le ragazze bianche fingono di essere donne di colore su Instagram e dobbiamo chiamarle fuori

Foto: Instagram/eemmahallberg


È giunto il momento che la nostra società abbia un bel lunga discussione sulla razza. È un argomento complesso con tonnellate di punti di ingresso, ma in questo momento vorrei parlare di cosa significa essere neri. In particolare, dobbiamo dare un'occhiata a cosa significa fingere di essere neri come una persona bianca perché è diventata una tendenza reale su Instagram. wChe cosa significa quando le donne bianche cercano di apparire di razza mista o oneste nere per il proprio guadagno sociale o finanziario?

Di recente, la tendenza è passata dall'appropriazione (un bel termine usato per definire i Kardashian) al più problematico e rabbrividente n*ggerfishing. writer Voglio Thompson esplorato in modo approfondito il mondo delle influencer delle donne bianche che stanno sfruttando il potere del bronzer e la magia dell'intreccio dei capelli (o delle trecce per creare texture) per sembrare donne di colore (che molte volte si presentano come di razza mista o afro-latina) . L'essenza del nome di questa tendenza: le donne bianche ingannano le persone (es. pesca al gatto ) credono di essere effettivamente neri di razza.

A prima vista, questo comportamento ha creato un'altra tempesta di emozioni all'interno delle comunità di colore.Gli influencer in questione hanno iniziato non solo ad appropriarsi di un elemento della Blackness (cioè i capelli o le labbra), ma hanno unito la pienezza della bellezza Black per trasformarsi in versioni irriconoscibili di se stesse. Hanno effettivamente creato alter ego neri.


Emma Hallberg, ad esempio, è stata presa di mira per il suo look da razza mista, che afferma di aver ottenuto dormendo con le trecce di notte e abbronzandosi. I critici di Twitter del suo look hanno notato che l'estetica ha preso piede anche con il suo ragazzo.

https://www.instagram.com/p/BqGBVQ6B4WE/

Molti critici, che sono donne e uomini di colore essi stessi, sottolineano come siano stati a lungo consapevoli di questi comportamenti, ma le trasformazioni a tutti gli effetti di queste donne hanno portato la questione a un nuovo livello.

Come ha sottolineato un utente di Twitter, tuttavia, queste donne potrebbero semplicemente cogliere questa estetica perché hanno imparato da una famiglia famigerata (cioè le Kardashian che Twitter identifica come paziente zero di questa tendenza) quanto possa essere redditizio:

Altre persone hanno reagito con più frustrazione che fastidio a ciò che questo significa per la direzione che la nostra cultura sta prendendo nel dettare gli standard di bellezza.

Non sono offesa, ha detto Dana Balch, una donna di razza mista che lavora professionalmente con influencer. Sono infastidito perché le cose non sono così lontane da quando queste stesse ragazze pensavano che i miei capelli fossero strani alle medie. Come se la nostra cultura non fosse un costume.

Dan Balch. Foto: via @dbalch

Questo mi ricorda quando le persone lodano i bambini misti [o le persone] come l'unica forma accettabile di oscurità, ha continuato Balch, suggerendo che queste donne bianche che appaiono miste perpetuano solo un ciclo di rappresentazione di un certo tipo di donna nera (tipicamente di carnagione chiara, con occhi chiari, lunghi ricci morbidi e un'estetica altrimenti razzialmente ambigua).Ultimamente, l'appropriazione si è evoluta in un look che è una specie di nero e una specie di bianco. Balch l'ha chiamato blackface di nuova generazione.


Al di là del messaggio, che dice che la bellezza nera è accettabile solo quando è diluita o mista (il che è problematico, escludente e irraggiungibile per così tante donne), le donne bianche prendono in prestito l'oscurità per il proprio guadagno sociale o finanziarioè una forma insidiosa di supremazia bianca con un impatto negativo ben oltre i social media. Se esploriamo completamente la questione, potremmo scoprire che questo comportamento è radicato nella storia dei bianchi che colonizzano tutto ciò che è nero a scopo di lucro, senza mai condividere i guadagni con i neri o consentire ai neri di guadagnare dalla propria cultura. Prendere l'oscurità è il crimine, ma creare narrazioni e standard oppressivi che allo stesso tempo escludono i neri dalla possibilità di beneficiare emotivamente, finanziariamente o socialmente è un danno duraturo.

Come afro-latina, sento che è stata una lunga strada per trovare la bellezza dei miei capelli e dei miei lineamenti. Il motivo è in parte dovuto alla mancanza di rappresentazione delle afro-latine quando ero piccola, ha detto Stephanie Ferreira, che ricorda l'estetica della razza mista che molti di questi influencer stanno ora vendendo. I tratti eurocentrici sono sempre stati elogiati anche dalle persone di colore da cui ero circondato. Il rifiuto delle nostre radici africane era così diffuso. Pertanto, più avevi questi lineamenti 'sottili' o la pelle più chiara, più eri considerato attraente. Questo è quello che pensavo fosse bello. Siamo finalmente rappresentati nei media! I nostri capelli e i nostri corpi sono belli e lodati. Tuttavia, la nostra cultura e le nostre caratteristiche vengono monetizzate dalle donne bianche mentre siamo ancora oppresse. È irritante vedere che i nostri bei lineamenti vengono acquistati o 'falsati' da donne bianche. Queste donne traggono profitto da questa falsa rappresentazione e usano la nostra cultura come tendenza. Sento che questo è dannoso per i progressi che abbiamo fatto come afro-latini.

Stefania Ferrera. Foto via: @la_unica6089

Gli europei bianchi e gli americani bianchi che essenzialmente scelgono di prendere dalla cultura nera e indossarla (come se fosse una pelliccia o stivali di pelle di serpente) continuano a comportarsi come se fossero i proprietari di corpi neri. Hanno il diritto di rimuovere gli strati superficiali di Blackness e indossarli per la moda, l'attenzione e, soprattutto, il guadagno e il potere finanziario. Non è in alcun modo dissimile dai comportamenti del colonialismo e della schiavitù. L'uso della cultura nera da parte di questi influencer bianchi, come se fosse un oggetto, è nel migliore dei casi ignorante e, nel peggiore dei casi, suprematista bianco. La convinzione che come persona bianca puoi possedere qualcun altro il loro corpo e la loro cultura perché sono semplicemente l'oggetto o lo strumento esistente per il tuo uso e guadagno.

Quando i bianchi prendono qualcosa dai neri che si tratti di neri bi-razziali o di neri di varie etnie, inclusi i latini, i caraibici, ecc., Non sono peggio dei loro antenati che storicamente hanno preso così tanto dall'oscurità per ottenere potere e ricchezza. È un comportamento radicato nello stesso concetto che ha creato una razza 'nera' e una razza 'bianca' per opprimere l'una e sostenere un'altra.


Da Kylie Jenner a Emma Hallberg , è pericoloso che questi influencer respingano il loro comportamento come un amore innocuo per le cose nere, come essere abbronzati e indossare determinati stili culturali. Gli stessi corpi neri a cui viene negata la capacità di ottenere potere dai loro stili culturali vengono quindi utilizzati per il profitto e il guadagno dei bianchi. Un esempio letterale di questo è Heather Sanders e Blac Chyna, donne nere che hanno ispirato gran parte dell'estetica di Kylie Jenner; eppure Kylie è diventata la miliardaria sulle tendenze che Sanders e Chyna indossano e vendono da anni.

Sanders (a sinistra); Jenner (a destra). Foto tramite Instagram.com/kyliejenner e Instagram.com/heathersanders_

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Heather Sanders (@heathersanders_) il 20 febbraio 2014 alle 20:04 PST

Visualizza questo post su Instagram

#wcw i suoi capelli mi fanno mancare così tanto il mio verde

Un post condiviso da Heather Sanders (@heathersanders_) l'11 giugno 2014 alle 14:32 PDT

Non è questo ciò che i padroni di schiavi e i colonizzatori del mondo hanno fatto per secoli, usando i corpi neri per il proprio guadagno economico e potere mentre negavano a questi stessi corpi neri la capacità e l'economia di costruire le proprie comunità?

Per quanto dolorosa sia questa verità profondamente radicata, è tempo che andiamo oltre il chiamare questa appropriazione e pesca nera.' È l'oggettivazione dei neri da parte di coloro che credono di essere superiori e autorizzati a farlo. Tutti hanno la pelle nel gioco, dai neri di tutte le etnie che meritano di guadagnare dalla propria cultura ai bianchi impegnati a combattere contro la supremazia bianca.

L'unico modo in cui otteniamo tutti è accettare ciò che possediamo - la nostra cultura, la nostra pelle, la nostra bellezza - e usarlo in modo autentico mentre permettiamo agli altri di fare lo stesso. Forse allora, possiamo sentirci tutti potenziati nella nostra stessa pelle.

Articoli Interessanti