Le legislatori donne rubano i riflettori allo stato dell'Unione

Foto: Unsplash/@jor9en


Prima che il presidente Trump iniziasse il suo Stato dell'Unione ieri sera nella capitale del paese, le legislatori donne hanno preso il comando del programma. Da Rep. Alexandria Ocasio-Cortez a Rep. Val Demings e Rep. Sheila Jackson, tutte le donne deputate democratiche di nuova nomina, tra cui un maschio !, tutte vestivano di bianco in segno di solidarietà e per onorare il movimento delle Suffragette che 100 anni fa diede alle donne il diritto di voto.

Indossando suffragette bianche per #SOTU2019, mandiamo un messaggio a tutti coloro che hanno votato per @HouseDemocrats e ci hanno comunicato alla maggioranza che stiamo lavorando #ForThePeople, promuovendo la sicurezza economica delle donne e delle loro famiglie! La rappresentante della Florida Lois Frankel ha twittato. Il rappresentante Lawrence ha twittato: Oggi siamo insieme vestiti di bianco in solidarietà con le donne del movimento per il suffragio che si sono rifiutate di accettare un no come risposta.

Ed è stato un vero spettacolo!

Ma è stato durante il discorso di Trump che le donne hanno davvero avuto modo di brillare, anche se non era sua intenzione.

Nessuno ha beneficiato della nostra fiorente economia più delle donne, che hanno occupato il 58% dei nuovi posti di lavoro creati nell'ultimo anno, ha detto Trump . Fu allora che le democratiche si alzarono e si applaudirono, e altre si unirono. La risposta di Trump? Non dovevi farlo.


Poi il presidente ha aggiunto: E esattamente un secolo dopo che il Congresso ha approvato l'emendamento costituzionale che dà alle donne il diritto di voto, abbiamo anche più donne che prestano servizio al Congresso che mai. Le donne si sono alzate di nuovo e la gente ha iniziato a cantare USA! STATI UNITI D'AMERICA!

Ciò che il presidente Trump non ha riconosciuto è il motivo per cui così tante donne hanno deciso di candidarsi. Alcuni di loro, che non avevano mai ricoperto la carica di funzionario pubblico, si sono candidati alla carica in risposta all'agenda di Trump.

Stanotte, ci aspettiamo che l'occupante della Casa Bianca pronunci la consueta frase: 'Lo stato della nostra unione è forte'. Se questo è vero, non ha nulla a che fare con l'amministrazione Trump, ha detto la rappresentante Ayanna Pressley prima che il presidente parlasse. , ed era precisa al 100%.

La rappresentante Veronica Escobar ha detto: Stanotte, senza dubbio, sentiremo parlare del muro di cui questa amministrazione è stata così ossessionata... Sappiamo che i muri sono necessari e sappiamo che sono simboli di xenofobia, bigottismo e odio.

Quindi, mentre il presidente continuava a parlare dei suoi successi, la vera prova del cambiamento positivo sono state le file di donne tutte in bianco, in piedi insieme come rappresentanti delle loro comunità.

Articoli Interessanti