Leslie Grace afferma che la community di Latinx si sentirà vista nel film 'In The Heights'

leslie-grace-in-heights

Foto per gentile concessione di Warner Bros.


Lin-Manuel Miranda è il musical più amato Nelle Alture farà il suo debutto sul grande schermo il mese prossimo ed è stato elogiato per essere una celebrazione Latinità nel film settore quando la rappresentanza rimane così limitata. Il film, diretto da Jon M. Chu ( Asiatici ricchi e pazzi ) ruota attorno a una comunità all'interno di Washington Heights, un quartiere di Manhattan, New York, prevalentemente dominicano/portoricano mentre lotta con la gentrificazione sradicando lentamente lo stile di vita che i suoi residenti conoscevano un tempo. Il cast include l'attore portoricano Anthony Ramos nei panni di Usnavi, un proprietario di una bodega con grandi sogni, un'attrice messicana Melissa Barrera nei panni di un aspirante stilista e del suo interesse amoroso, l'attore portoricano Jimmy Smits nei panni di Kevin Rosario, proprietario di una società di taxi, e l'attrice dominicana Leslie Grace nei panni di sua figlia Nina Rosario.

Mentre collettivamente hanno a che fare con il paesaggio mutevole del loro quartiere, individualmente ciascuno dei personaggi sta lottando per trovare il proprio posto nel mondo senza dimenticare da dove vengono. Quel senso di comunità è ciò che lega Nina alle Alture mentre torna dagli studi alla Stanford, una prestigiosa università della California.

Grace, 26 anni, è nata nel Bronx da genitori dominicani e canta da quando era una bambina pubblicando un album di musica Chrisitan quando era appena alle medie. Ha fatto il suo debutto mainstream con una cover di bachata di Mi amerai ancora domani che ha raggiunto la prima posizione nella classifica Billboard Tropical Songs e nelle classifiche Billboard Latin Airplay, rendendola la prima artista latina donna a farlo. Ora, Grace sta facendo il suo debutto cinematografico nel ruolo di Nina, la prima della sua famiglia ad andare al college. Il ritorno di Nina alle Alture le ricorda il peso di quella responsabilità di avere successo dopo che suo padre ha sacrificato così tanto per pagare la sua istruzione e anche tutti nella sua comunità stanno spingendo affinché lei abbia successo.


La dinamica padre/figlia di prima generazione ha risuonato con Grace che sente che probabilmente risuonerà con altri Latinx di prima generazione che hanno familiarità con quella sensazione di cercare di essere all'altezza dei sogni dei loro genitori per loro. Grace ritrae in modo potente questa lotta interna tra il voler rendere orgoglioso suo padre e la comunità e navigare in un mondo in cui è costantemente altruista.

Nel senso di colpa che ne deriva è qualcosa di cui parliamo raramente, sai, andare fuori e trovare la tua strada e prenderne possesso. E non solo sentirti come se il tuo percorso fosse dovuto ai tuoi genitori, dice Grace HipLatina . Penso che sia qualcosa di universale, penso che sia molto sentito nelle famiglie in cui sei il primo ad andare al college, penso che sia molto sentito se sei uno dei pochi nel tuo quartiere ad andare in un college come Stanford . Ti senti come se lo stessi facendo per tutti, per molte più persone oltre a te stesso.

In una scena toccante, sta parlando con suo padre di essere stata scambiata per una cameriera in un evento scolastico di lusso, cercando di spiegare come si sente altrui. Sta un po' rompendo quella facciata per lui e dicendo ehi, questo è un po' com'è davvero laggiù come se mi trattassero come se fossi l'aiuto, Grace spiega dicendo che Nina si sente in conflitto perché è una studentessa ma si sente anche come se le cameriere l'avrebbero guardata chiedendo, sei con loro? Grace spiega che si è relazionata a questo momento dopo aver attraversato situazioni simili.

Questo riflette così tante esperienze che ho avuto, in cui ti senti come se non fossi abbastanza di una cosa o abbastanza dell'altra cosa per relazionarti completamente con tutti i pezzi che sei quella parte di identità frammentata che prima gen si sente davvero.


Il film affronta una questione particolarmente attuale nella storia di Sonny, che non ha documenti e lotta per rendersi conto che così tante opportunità come il college sono fuori portata. È la sua realtà che alla fine ispira Nina a trovare un modo per portare con sé la sua comunità quando torna a scuola.

Trova il suo scopo nel tornare indietro e portare con sé la sua comunità anche se sta lasciando il suo blocco e penso che sia bellissimo. Abbiamo bisogno di ascoltare quelle storie, dice sulla prima generazione che si sente a un bivio con quel senso di appartenenza.

Questa rappresentazione è parte integrante del motivo per cui così tanti amano il musical e stanno anticipando il film. Attrice dominicana Dasha Polanco , che interpreta Cuca, un ruolo scritto per il film, descrive il film come
più che guardare un musical è un'esperienza, raccontata in precedenza HipLatina che è una celebrazione della cultura latina. L'attrice cubana Olga Merediz, che ha dato origine al ruolo di Abuela nello spettacolo teatrale, è per molti versi il cuore della comunità e del film stesso con il suo messaggio incarnato nella sua canzone caratteristica, Pazienza e fede .

in-the-heights-dascha-polanco

Foto per gentile concessione di Warner Bros.

Ricorda di aver eseguito la canzone sul palco e di come differisca dalla grande scala della performance per il film. Ora è solo a causa della visione di Jon, è molto più grande di quanto avessi mai immaginato. E l'intera 'Paciencia y Fe', ha appena rotto gli schemi con quel numero, dice Merediz HipLatina . È solo molto più sublime e più grande di quanto avessi mai immaginato e che avremmo mai potuto fare sul palco.


Condivide che originariamente stava recitando un'altra parte nel musical e, a causa dell'estensione vocale richiesta per la canzone caratteristica di Abuela, stavano lottando per scegliere un'attrice più anziana. Ora si sente la ragazza più fortunata del mondo ad interpretare Abuela nel film, anche se dice che è stata un'esperienza completamente diversa.

Descrive la versione teatrale come se porta l'attore e il pubblico in un viaggio con il personaggio, tuttavia nei film le scene sono girate fuori ordine che a volte ha descritto come impegnative. Ricorda di aver fatto un servizio fotografico notturno in cui è entrata alle 17:00 ed è tornata a casa alle 7:30 del mattino, ma dice che rifarebbe tutto in un baleno.

Quando si tratta di scegliere un numero preferito nel film oltre a Paciencia y Fe, dice che sono 96.000 a causa della vastità della performance. Condivide che mentre la scena dovrebbe svolgersi durante un'ondata di caldo, in realtà faceva davvero freddo e gli attori hanno dovuto filmare la performance in una piscina.

Ma al di là delle realtà a volte dure delle riprese, Merediz elogia il film per il suo livello di rappresentazione. Ricorda di aver avuto innumerevoli conversazioni sulla rappresentazione di Latinx per decenni e che sembra che sia finalmente giunto il momento.

Finalmente essere in un progetto che possiamo essere visti, possiamo essere orgogliosi e potremmo celebrare la nostra cultura, che è una cultura universale a cui tutti si relazionano. Per essere visti e, come dice Lin, ci è permesso prendere spazio perché siamo americani. Siamo parte di questa cultura, abbiamo potere d'acquisto. Siamo il numero uno, minoranza che va al cinema. È solo molto gratificante per me. Alla fine.


Grace, Polanco e Merediz elogiano il lavoro svolto da Chu, Miranda e dalla scrittrice Quiara Alegría Hudes per dare vita al film. È chiaro che è più di un adattamento teatrale del pluripremiato musical, è un momento per molti nella comunità Latinx di sentirsi visti in modo realistico.

Grazie a Lin, Quiara e Jon, hanno creato tutti i nostri personaggi in modo tale da vedere ogni percorso con una determinazione così bella, dice Grace. Non in un modo con lo stampino o tipo, sai inchinarti alla fine della storia, ma in un modo reale come ehi, non so cosa potrebbe portare il domani ma si tratta di trovare la gioia nel luogo in cui ti trovi e vivendo in quello spazio, aggiungendo, è una storia raramente raccontata per la prima generazione, mi sento così visto.

Nelle Alture uscirà nelle sale e su HBO Max l'11 giugno.