Lin-Manuel Miranda condivide storie per ricordarci le conseguenze dell'uragano Maria 6 mesi dopo

Foto: Pixabay


Sei mesi fa, l'uragano Maria ha colpito Porto Rico. Purtroppo, nonostante sforzi umanitari da parte di persone come lo chef Jose Andres , stelle visitare l'isola per aiutare i soccorsi , e anche Quasi come pregare di Lin-Manuel Miranda (una canzone per il sollievo dell'uragano di Porto Rico), l'isola non sta ancora andando bene. PR ha visto un aumento dei suicidi dall'uragano... il che probabilmente non sorprende nessuno che stia ancora lottando per farlo aiutare Porto Rico dopo l'uragano Maria .

Eppure, nel sesto mese di anniversario del disastro (e nella successiva terribile risposta del governo degli Stati Uniti per aiutare il proprio popolo), Lin-Manuel Miranda si fa ancora una volta avanti per fare qualcosa. In un tweet di martedì, il Hamilton il creatore ha deciso di trascorrere la giornata amplificando le voci di coloro che hanno vissuto l'uragano nel tentativo di portare l'attenzione sulla sofferenza che ancora rimane e sull'aiuto di cui il territorio degli Stati Uniti ha ancora bisogno. Ecco alcuni dei tweet più toccanti, strazianti e in qualche modo pieni di speranza che ha condiviso.

E ora, per alcune di quelle storie commoventi...

https://twitter.com/angrytaina/status/976083771043827715

Perdere la casa è, purtroppo, molto comune all'indomani dell'uragano Maria.

Ancora un altro promemoria di come il governo degli Stati Uniti ha deluso il suo popolo.

Nonostante tutto, è importante essere grati per le vite che abbiamo ancora.

https://twitter.com/idcgabriela/status/976089369411977216

Sei mesi dopo, e alcuni rimangono senza beni di prima necessità.

Molti ancora non possono andare a casa...

Storie come questa sono semplicemente strazianti.

Anche le storie di speranza contano.

Molti sulla terraferma aspettavano con ansia di ricevere notizie dai loro cari.

Cosa intende fare il governo per aiutare persone come questa abuela?

Almeno persone come questa esistono ancora nel mondo.

Ci sono troppe storie di ancora nessun potere, 6 mesi dopo.

È bello sentire che alcuni programmi universitari stanno aiutando.

Tanto crepacuore.

Tutte le cose ricrescono... Un giorno lo farà anche Porto Rico.

Articoli Interessanti