Linda Ronstadt dimostra di essere ancora la feroce interprete di cui la comunità Latinx ha bisogno

Foto: Flickr/Piano Piano!


Linda Ronstadt è una leggenda. In un'industria dominata dagli uomini, la forza di Ronstadt nel mondo della musica li ha superati tutti, e non solo per la sua voce potente e le sue canzoni, ma anche per la sua difesa della giustizia sociale. L'8 dicembre, l'artista 73enne pluripremiata è stata onorata per aver messo il suo marchio nel nostro panorama musicale e nella nostra cultura alla 42a edizione annuale del Kennedy Center Honors a Washington DC. La cerimonia speciale è andata in onda ieri sera sulla CBS.

La cantante country Carrie Underwood ha cantato un medley di Le canzoni più amate di Ronstadt , tra cui Blue Bayou e Quando sarò amato. Underwood in seguito ha twittato, spero di averti reso orgoglioso, Linda. Ronstadt è stato introdotto da Don Henley di The Eagles. Gli Eagles hanno iniziato la loro carriera musicale come band di supporto di Ronstadt nei primi anni '70.

Henley ha detto alla cerimonia, secondo CMT, che quando ha sentito cantare per la prima volta Ronstadt, era come se tutto si fosse fermato .

Linda è diventata una delle artiste più popolari e rispettate del 20° secolo, tenendo testa a un'industria che era stata gestita principalmente da uomini, ha detto Henley.

Un giorno prima dell'evento televisivo, Ronstadt ha dimostrato ancora una volta il motivo per cui continua a criticare apertamente i funzionari politici corrotti, in particolare l'amministrazione Trump. A una cena organizzata dal Segretario di Stato Mike Pompeo, Pompeo si è rivolto ai 200 ospiti cercando di essere sfacciato e ha detto: Mentre viaggio per il mondo, Mi chiedo quando sarò amato , che si riferiva alla canzone country di Ronstadt del 1975.


Quando Ronstadt è salito sul palco per parlare all'evento, ha risposto alle precedenti osservazioni di Pompeo e ha detto, vorrei dire al signor Pompeo, che si chiede quando sarà amato, è quando smetterà di abilitare Donald Trump, lei poi si sedette di nuovo.

Le sue osservazioni sorprendenti sono state ricevute sui social media, con alcune di esse che hanno ricordato a una nuova generazione di fan di Ronstadt che è sempre stata una che ha detto la sua opinione, indipendentemente dal fatto che le persone fossero pronte ad ascoltarlo o meno.

Anche se Ronstadt non si esibisce più a causa della sua diagnosi di Parkinson, che ha reso pubblica nel 2012, continua a ricordarci perché è l'avvocato di cui abbiamo bisogno in questo momento. Ronstadt, che ha ha sempre celebrato le sue radici messicane , continua a far parte dell'Advisory Board di Accademia di arti culturali di Los Cenzontles , un'organizzazione no-profit dedicata alla conservazione del patrimonio messicano. Fondata da Eugene Rodriguez, l'organizzazione aiuta a educare la comunità sull'arte, la musica e la cultura ispanica.

Di seguito un video della nostra canzone preferita dei Ronstadt, qual è la tua?