By Erin Holloway

Il punto di vista di Lola Montilla: trovare il positivo nelle situazioni più difficili

Lola Montilla Hiplatina

Foto: Per gentile concessione di Lola Montilla


Durante l'incredibile durata della mia vita di 16 anni sono stato in grado di accettare e dare. Con questo intendo raccogliere esperienze e fornire ispirazione o un punto di riferimento per le persone per fare confronti tra un dato momento della mia vita e la loro. non so perché esso è successo a me, ma sono contento esso accaduto. Che cos'è esattamente esso ? È un momento della mia vita in cui avevo due scelte, rinunciare o dare tutto me stesso, questo è stato il mio intervento al cuore. Vedi, sono nato con un difetto cardiaco congenito.

Lola Montilla

Foto: Per gentile concessione di Lola Montilla

Probabilmente abbiamo avuto tutti un momento nella vita in cui ci è stato detto che hai un cuore così grande! e ci riempie di gioia, ma invece mi ha riempito di paura. Ero sdraiato su un letto d'ospedale e stavo facendo gli esami quando il dottore ha pronunciato quelle parole di cui avevo tanta paura. Non potevo crollare, perché avevo già così tante persone che seguivano ogni mio trasferimento a casa e non potevo deluderle. Allora, ho sorriso. Chiusi gli occhi fissando le luci intense di una sala operatoria e feci un atto di fede.

Sono saltato fuori dal mio letto d'ospedale una settimana dopo e ho deciso che avrei fatto un cambiamento. Non era solo un metodo per far fronte a trasformare tutti gli aspetti negativi che mi erano capitati in positivi per non cadere in un buco nero profondo che mi piace chiamare depressione, ma per mostrare agli altri che tutti noi abbiamo i nostri momenti della vita in che cadiamo ma dobbiamo rialzarci. Il mondo va avanti, ragazzino, non ci aspetteranno alzati.


All'età di 12 anni, ho deciso che la mia vita era abbastanza interessante da iniziare a documentarla. TUTTO di esso. Ho iniziato a fare videodiari su come la mia vita fosse andata completamente in malora ma ne parlavo come se fosse la cosa più interessante che mi fosse mai capitata. Ho parlato di questo libro immaginario della mia vita e di come ogni momento della mia vita avrebbe avuto un capitolo, e non volevo che la mia condizione cardiaca occupasse l'intero libro, solo un capitolo. Ragazzo, mi sono sbagliato. Credevo fermamente che dopo l'operazione non sarei più stata Lola con la cosa del cuore. Poi ho capito che sarò sempre Lola con il cuore. Ma ora non aveva una connotazione così negativa, perché ho scelto di accettarlo, piuttosto che combatterlo. E non importa quanto ci provo, tornerà sempre a quello, perché si riflette in ogni mia mossa. Che siano le mie scelte di vita quotidiana o il percorso della mia carriera, sarà sempre presente.

Lola Montilla

Foto: Per gentile concessione di Lola Montilla

Non posso dire che mi dispiace essere Lola con la cosa del cuore neanche, perché è qui che mi ha portato. Interviste e pubblico impegni di parola sono insignificanti rispetto al vero valore di ciò che faccio dopo l'intervento chirurgico. Aiuto gli altri ed è quello che mi interessa. Sentire le persone dire che le ho aiutate a superare qualcosa che non avrebbero mai pensato possibile, o che ora non hanno paura di affrontare le avversità o solo il semplice piacere di sentire le persone dire: Sei Lola con il cuore. Perché mi fa ancora sapere che ho toccato qualcuno e il mio messaggio sta arrivando, in un modo o nell'altro (so che stai cantando la canzone anche nella tua testa.)

Quindi eccolo qui, il mio primo post sul blog su HipLatina. Hanno trovato un angolo comodo per un adolescente per fornire informazioni non solo sulla vita di un sostenitore delle malattie cardiache congenite, ma su ciò che accade in questo regno segreto dell'adolescenza e del sarcasmo. Sei un adolescente o stai solo sbirciando? Non preoccuparti, non lo dirò, dopo tutto questo è mio Punto di vista.

Resta al passo con Lola sui social media: